Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Gesù non è morto sulla croce.. alcune prove
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Rapporti con Altre Religioni e Ideologie, Confutazioni, etc.
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Sab Feb 24, 2018 6:04 pm    Oggetto: Ads

Top
AbuMuhammad
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 26/03/12 18:44
Messaggi: 943

MessaggioInviato: Ven Mar 14, 2014 6:28 am    Oggetto: Rispondi citando

mullah ha scritto:
diciamo che la parola che viene tradotta come croce è di per se sbagliata,in quanto la parola che si trova sui testi originali greci è stauros che significa semplicemente un palo verticale,come quelli usati per le fondamenta,il verbo stauròo significa recintare con pali o fare palizzate.purtroppo tante traduzioni sono state manipolate a discapito dell, uomo

Mi sovviene una domanda banalissima: per l'Islam non c'è differenza che sia "palo" o "croce"??
Io avrei pensato diversamente, e cioè che fu crocifisso qualcuno, ma non `Isa alayhi salam.
Poi, a quel che mi risulta, sono solo i TdG a sostenere la tesi del "palo", il che, da un certo punto di vista, è tutto un dire..
O no?
Top
Profilo Invia messaggio privato
mullah
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 08/11/10 19:11
Messaggi: 237
Residenza: romabad madhab: maliki

MessaggioInviato: Sab Mar 15, 2014 8:13 am    Oggetto: Rispondi citando

la mia precisazione è per dire che le traduzioni di QUALSIASI cosa in un altra lingua lascia il tempo che trova e se io fossi cristiano mi sentirei tradito da chi mi traduce una parola per un altra.il fatto che solo i TDG la traducono correttamente dal greco significa che se non altro non segue la massa che vive di favole

_________________
"Signore mio,non ti adoro per paura del Tuo inferno,nè per ottenere il tuo Paradiso,ma perchè sei il Signore che deve essere Adorato"
Rabi'a Al'adauiya
Top
Profilo Invia messaggio privato
stefra
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/04/09 18:10
Messaggi: 581

MessaggioInviato: Sab Mar 15, 2014 8:34 am    Oggetto: Rispondi citando

Vorrei sapere da tutti questi "sapienti" che hanno parlato di palo, croce e crocifissione, quanti di loro hanno letto il testo dal greco, che conoscano, per averle studiate le tradizioni ebraiche e le pene romane del tempo.

Poi, se c'è una persona che abbia attinto a qualsiasi traduzione greca personalmente e l'abbia tradotta, si può instaurare un discorso serio.

Finora ho letto solo notizie riportate e di terza/quarta mano.
Valgono quindi quanto quello che c'è scritto sulla Bibbia sul giornaletto dei Tdg "Svegliatevi".[/u]
Top
Profilo Invia messaggio privato
Muhammad Jahid al-Balarmi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 28/10/11 22:18
Messaggi: 101
Residenza: Sicilia ________ Madhhab: Hanafi

MessaggioInviato: Sab Mar 15, 2014 11:55 am    Oggetto: Rispondi citando

stefra ha scritto:
Vorrei sapere da tutti questi "sapienti" che hanno parlato di palo, croce e crocifissione, quanti di loro hanno letto il testo dal greco, che conoscano, per averle studiate le tradizioni ebraiche e le pene romane del tempo.

Poi, se c'è una persona che abbia attinto a qualsiasi traduzione greca personalmente e l'abbia tradotta, si può instaurare un discorso serio.

Finora ho letto solo notizie riportate e di terza/quarta mano.
Valgono quindi quanto quello che c'è scritto sulla Bibbia sul giornaletto dei Tdg "Svegliatevi".[/u]


Finchè si sfogliano le pagine, fossero anche di tempo immemore, per autentificare la verità, non si ottiene la verità. Finchè si analizzano i termini e la loro struttura scientifica e grammaticale, per quanto minuziosa e dettagliata, non si ottiene la verità. Per quanto la mente si avventi su calcoli a leggittimazione della sua parola, la Verità si distingue dalla menzogna attraverso la Rivelazione. E se noi oggi siamo i portatori di tale Verità è perchè seguiamo la Rivelazione, l'Ultima, quella definitiva, la Religione ultimata e perfezionata, l'Islam. La Verità, Allah SWT ce l'ha mostrata rivelando al più nobile dei sui servi, l'ultimo dei messaggeri, il Profeta Muhammad SAWS, il Quraan. Nel Quraan c'è la Verità, definitiva, inalterata. Il Messaggio iniziato con Adam AS si è ultimato con l'Ultimo Profeta, per diretta concessione di Allah, una misericordia per l'intero creato, al di sopra della perversione del cuore che ha portato alla condanna di primi, al di sopra della calunnia e la menzogna che ha portato alla condanna di successivi, una guida che ammonisce e protegge dal buio avvicinando alla luce. Chi segue il Monito non conosce dubbio. Ciò che Allah ha rivelato è superiore ad ogni altra versione. Chi ha creduto in Allah SWT, ha creduto in Adam AS e così via fino all'Ultimo dei Profeti SAWS confermando il suo credo, la sua aderenza ed il suo amore verso Allah SWT; e chi si è fermato a Musa AS o a Isa AS avendo conosciuto la Verità ultimata ha confermato la sua miscredenza. Chi ha accettato la verità ha seguito il Quraan perchè nel Nobile Quraan c'è la Verità, chi cerca di smentire il Quraan affonda nel buio e la sua vista diventa cieca, le sue orecchie sorde, il suo cuore si smarrisce e perde la Via così come il giorno e la notte non possono incontrarsi. Il sottomesso, musulmano, ha creduto in Allah SWT, quindi nella sua Rivelazione fino alla conclusione, ha creduto nella Verità rivelata e per misericordia di Allah SWT ha salvato la sua anima dalla menzogna. Per quanto i miscredenti concentrino dello sforzo in ciò che si allontana dalla rivelazione ultima non è che a sè stessi che stanno recando l'inganno. Allah ha rivelato che oggi la religione di Allah è completa, chi ha creduto segue la via veritiera, chi pretende argomenti contro di essa non sta che preparando la sua rovina eterna. La Verità appartiene ad Allah SWT, ben lontana da quello che hanno commesso le mani dei miscredenti.

_________________
“Signore, non hai creato tutto questo invano. Gloria a Te! Preservaci dal castigo del Fuoco. O Signore, colui che fai entrare nel Fuoco lo copri di ignominia e gli empi non avranno chi li soccorra. Signore, abbiamo inteso un nunzio che invitava alla fede [dicendo]: "Credete nel vostro Signore!" e abbiamo creduto. Signore, perdona i nostri peccati, cancella le nostre colpe e facci morire con i probi. Signore, dacci quello che ci hai promesso attraverso i Tuoi messaggeri e non coprirci di ignominia nel Giorno della Resurrezione. In verità Tu non manchi alla promessa”.

"[O Muhammad], annuncia ai Miei servi che in verità Io sono il Perdonatore, il Misericordioso" (15:49)

“Siamo di Allah e a Lui faremo ritorno” (Corano II. Al-Baqara, 156)
Top
Profilo Invia messaggio privato
stefra
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/04/09 18:10
Messaggi: 581

MessaggioInviato: Sab Mar 15, 2014 2:59 pm    Oggetto: Rispondi citando

Non è una risposta alla mia domanda ma l'atto di fede all'Islam. Qui invece si è entrati nello specifico di un altro credo. La mia domanda si basava sulla competenza di tali affermazioni.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Muhammad Jahid al-Balarmi
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 28/10/11 22:18
Messaggi: 101
Residenza: Sicilia ________ Madhhab: Hanafi

MessaggioInviato: Sab Mar 15, 2014 5:04 pm    Oggetto: Rispondi citando

stefra ha scritto:
Non è una risposta alla mia domanda ma l'atto di fede all'Islam. Qui invece si è entrati nello specifico di un altro credo. La mia domanda si basava sulla competenza di tali affermazioni.


No. è quello che deve affermare ed ha affermato ogni vero credente che riconosce la veridicità della Rivelazione, sia che esso sia stato un ebreo sia un cristiano.

_________________
“Signore, non hai creato tutto questo invano. Gloria a Te! Preservaci dal castigo del Fuoco. O Signore, colui che fai entrare nel Fuoco lo copri di ignominia e gli empi non avranno chi li soccorra. Signore, abbiamo inteso un nunzio che invitava alla fede [dicendo]: "Credete nel vostro Signore!" e abbiamo creduto. Signore, perdona i nostri peccati, cancella le nostre colpe e facci morire con i probi. Signore, dacci quello che ci hai promesso attraverso i Tuoi messaggeri e non coprirci di ignominia nel Giorno della Resurrezione. In verità Tu non manchi alla promessa”.

"[O Muhammad], annuncia ai Miei servi che in verità Io sono il Perdonatore, il Misericordioso" (15:49)

“Siamo di Allah e a Lui faremo ritorno” (Corano II. Al-Baqara, 156)
Top
Profilo Invia messaggio privato
AbuMuhammad
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 26/03/12 18:44
Messaggi: 943

MessaggioInviato: Lun Mar 17, 2014 2:58 pm    Oggetto: Rispondi citando

mullah ha scritto:
la mia precisazione è per dire che le traduzioni di QUALSIASI cosa in un altra lingua lascia il tempo che trova e se io fossi cristiano mi sentirei tradito da chi mi traduce una parola per un altra.il fatto che solo i TDG la traducono correttamente dal greco significa che se non altro non segue la massa che vive di favole

Ci saranno stati ed è possibile che ci siano degli errori nelle traduzioni della Bibbia (come ce ne possono essere anche in quelle del Corano), ma mica è un compito impossibile (per cui si debba dire che "qualsiasi traduzione lascia il tempo che trova") tradurla correttamente o risalire, mediante le conoscenze e competenze adatte, al corretto significato di una parola, un verso o un passo.
Ma parlando di Bibbia, non è tanto la traduzione il problema, quanto il testo in se..
Tornando però alla questione "palo o croce", e serbando quanto detto pocanzi, trovo comunque più plausibile la versione della croce e crocifissione (non di `Isa alayhi salam, ovviamente), ma non perché quella del "palo" sia "tesi" sostenuta da una minoranza, e neanche solo perché quella minoranza è rappresentata principalmente dai TdG, ma perché tutte le versioni più antiche a riguardo (ed esegesi e fonti extrabibliche, compresa la tradizione cristiana), parlano proprio di crocifissione e non di impalamento (anche lo sconcerto di "stefra", che la Bibbia l'ha studiata da una vita e la conoscerà sicuramente meglio di me ed ha un approccio molto testuale della stessa, può essere indicativo).
Anche nelle fonti islamiche (da cui la mia domanda), non ho mai letto alcun riferimento a "pali" o "impalamento"..*
Poi è vero, il fatto che una cosa sia sostenuta da una minoranza non vuol automaticamente significare (e non è motivo sufficiente a stabilire) che quella data cosa sia falsa, anzi, a seconda dei contesti questo presupposto può benissimo dimostrarsi del tutto falso o irrilevante..



*Il tafsir del Qur'an (al-Jalalayn) del verso 157 della Suratu al-Nisa' parla chiaramente di crocifissione:

"And for their saying, boastfully, ‘We slew the Messiah, Jesus son of Mary, the Messenger of God’, as they claim: in other words, for all of these [reasons] We have punished them. God, exalted be He, says, in repudiating their claim to have killed him: And yet they did not slay him nor did they crucify him, but he, the one slain and crucified, who was an associate of theirs [the Jews], was given the resemblance, of Jesus."

Così credo anche di essermi risposto da solo.


Muhammad Jahid ha scritto:
stefra ha scritto:
Non è una risposta alla mia domanda ma l'atto di fede all'Islam. Qui invece si è entrati nello specifico di un altro credo. La mia domanda si basava sulla competenza di tali affermazioni.

No. è quello che deve affermare ed ha affermato ogni vero credente che riconosce la veridicità della Rivelazione, sia che esso sia stato un ebreo sia un cristiano.

Già!
Top
Profilo Invia messaggio privato
teo
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 04/09/12 09:57
Messaggi: 70
Residenza: Italia

MessaggioInviato: Gio Mar 20, 2014 11:06 am    Oggetto: Rispondi citando

Wa alaykom salam wa rwb

scusate cari fratelli ed ospiti del forum pongo alla vostra attenzione due fatti assolutamente incontrovertibili :

la morte per crocefissione era un suppllizio minuziosamente regolato dalle leggi e consuetudini romane ( vi è una letteratura scientifica esaustiva sull'argomento),

il fatto che i giudei potessero giustiziare qualcuno coinvolgendo l'autorità imperiale in una specie di chiamata di correo dice castronerie ..semplicemente impossibile..tanto più in una regione turbolentacome quella in oggetto
Top
Profilo Invia messaggio privato
stefra
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/04/09 18:10
Messaggi: 581

MessaggioInviato: Gio Mar 20, 2014 4:05 pm    Oggetto: Rispondi citando

teo ha scritto:
...
la morte per crocefissione era un suppllizio minuziosamente regolato dalle leggi e consuetudini romane ( vi è una letteratura scientifica esaustiva sull'argomento)

Uhmmm... e quindi?

Citazione:

il fatto che i giudei potessero giustiziare qualcuno coinvolgendo l'autorità imperiale in una specie di chiamata di correo dice castronerie ..semplicemente impossibile..tanto più in una regione turbolentacome quella in oggetto


Interessante... Mi accorgo che sto buttare all'aria 30 anni di studio. Vogliamo portare qualche esempio di manovre rabbiniche?

Sai perchè non intervenne direttamente il Sinedrio per mettere a morte Gesù?
Sai perchè ci fu l'urgenza della crocifissione?
Sai quale fu la forzatura che fece il Sinedrio nei confronti di Pilato, che voleva liberare Gesù, per farlo invece crocifiggere? (ok, se era Gesù...)

Conosci per caso fonti diverse dalla Bibbia che parlano della Sua crocifissione?

Se hai un solo "no" per risposta non continuiamo.

Inoltre, fonti (non islamiche) per avallare quanto hai scritto?
Top
Profilo Invia messaggio privato
teo
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 04/09/12 09:57
Messaggi: 70
Residenza: Italia

MessaggioInviato: Gio Mar 20, 2014 4:49 pm    Oggetto: Rispondi citando

È impossibile che il medesimo attributo, nel medesimo tempo, appartenga e non appartenga al medesimo oggetto e sotto il medesimo riguardo[ (Aristotele)

ipotesi A Gesu è crocefisso dai romani

ipotesi B Gesu è crocefisso dal sinedrio

tertium non datur Gesu non può essere stato crocefisso concordemente dai romani e dagli ebrei ( la figura di pilato, l'andare dal tetrarca alla cittadella ecc. ecc.)

E’ importante sottolineare il fatto che il Sinedrio non aveva alcun potere di emettere sentenze capitali (jus gladii). Esso aveva, sì, la facoltà di considerare meritevole di morte una persona facente parte della sua giurisdizione, ma non poteva emettere la sentenza, se la stessa non fosse stata ratificata dal Procuratore Romano (Ricciotti “Storia di Israele” (11,376) [27].

quindi Gesu è stato giudicato colpevole dagli Ebrei -----( anche se storici del giudaismo rilevano 27 erroti procedurali nella tradizione della misna ebraica cosi come riportati nei vangeli e nella tradizione cristiana)

Via precisato che sebbene fosse il Sinedrio ad accusare Gesù di sedizione solo a Pilato spettava giudicarlo ed emettere la sentenza per un delitto politico. (Matteo 27,13; Marco 15,4; Luca 23,1-2).

la crocefissione lungi dall'essere quella tramandata dai riti pasquali e dall'iconografia tridentina avvenica cosi: di origine probabilmente cartaginese questo supplizzio non era destinato ai cittadini romani ma solo agli schiavi ed ai mestatori politici.

un'imputato di questi delitti veniva tradottoo davanti al giudice nel Foro. Qui, dopo la sentenza, veniva completamente denudato per rendere esplicito il suo annullamento e flaggellato; quindi gli veniva posta sulla schiena una barra di legno ( la c.d.furca il solo trave per capirci) alla quale gli venivano legate saldamente le braccia allargate. La furca poteva originariamente il legno trasversale di un carretto agricolo a due ruote ma, nel caso che la famiglia a cui apparteneva lo schiavo condannato non disponesse di un simile attrezzo, veniva utilizzata la barra con cui si sbarrava la porta di casa (patibulum).

Per motivi teleologici e didascalici il condannato veniva trascinato sanguinante mentre la folla lo copriva di insulti, di sputi .
il condannatopoveretto arrivava dunque al luogo della crocifissione vera e propria in genere posto fuori dalle mura della citta' veniva issato sul palo delle esecuzioni in modo che questo legno e il patibulum che aveva legato alle spalle, formassero una croce.
A questo punto il corpo veniva completamente immobilizzato alla croce e con l'impiego delle corde o di chiodi . A questo proposito, l'iconografia cristiana mostra solitamente le palme delle mani trafitte ciascuna da un chiodo e i piedi sovrapposti l'uno all'altro trapassati da un solo chiodo è più probabile che le braccia fossero immobilizzate di chiodi infitti nei polsi e non nei palmi che non avrebberio retto il peso
Il condannato andava incontro a una morte per sfinimento o soffocamento prodotto dal peso del corpo sulla muscolatura del torace. L'agonia poteva durare ore o giorni: Quando il condannato non dava piu' segni di vita i soldati di guardia ne verificavano la morte con fuoco o fumo oppure fratturandogli le gambe o colpendolo con una lancia. Constatato il decesso abbandonavano il codavere. Anche appropriarsi degli abiti era consuetudine.
La vittima non era alzata dal terreno più di mezzo metro i presenti potevano facilmentraggiungere la bocca mettendo una spugna in cima a una canna (Mt 27,48; Mc 15,36). I romani crocifiggevano criminali interamente nudi e non vi è motivo di pensare che si facesse un'eccezione per Gesù
Il titulus crucis una iscrizione lignea con il nome del criminale e con il suo delitto veniva si portava legata al collo fino al luogo dell'esecuzione e poi inchiodata sul patibolo. Nella crocifissione di Gesù questa tavoletta con il titolo fu affissa al di sopra del suo capo, sulla croce: «re dei giudei» (Mt 27,37; Mc 15,26; Lc 23,38; Gv 19,19-22). Il titolus era scritto in tre lingue: aramaico, il dialetto del paese; greco, la lingua del mondo romano; e latino, la lingua ufficiale dell'amministrazione romana. il presunto roriginale è conservato in chiesa di roma.
da ciò si evince che gesu fu ucciso dai romani e secondo le leggi romane
la colpa degli ebrei fu attribuita da autori quali giuseppe flavio

“Ci fu verso questo tempo Gesù, uomo saggio, se pure bisogna chiamarlo uomo: era infatti autore di opere straordinarie, maestro di uomini che accolgono con piacere la verità, ed attirò a sé molti Giudei, e anche molti dei greci. Questi era il Cristo. E quando Pilato, per denunzia degli uomini notabili fra noi, lo punì di croce, non cessarono coloro che da principio lo avevano amato. Egli infatti apparve loro al terzo giorno nuovamente vivo, avendo già annunziato i divini profeti queste e migliaia d’altre meraviglie riguardo a lui. Ancor oggi non è venuta meno la tribù di quelli che, da costui, sono chiamati Cristiani ..quindi questo ebreo romanizzato, che scrive per un pubblico romano, non solo attribuisce la colpa al sinedrio ma d'un colpo sgrava roma e pilato delle responsabilità ed afferma nel contempo la divinità di Gesu ..se fosse coevo magari ci si potrebbe credere

_________________
Rasullallah (sallallahu alaih wasallam) disse: "C'è un pilastro di 'Nur' (Luce Divina) innanzi all'Arshi Elahi (Il trono di Allah) quando qualcuno recita La ilaha ill’Allah, questo pilastro comincia a scuotersi. Nel momento in cui Allah chiede ad esso di fermare il suo scuotimento, questo dice: "Come posso fermarmi quando colui che recita la kalimah non ha ancora ricevuto il perdono?" Quindi Allah dice, "Dunque lo perdono" e il pilastro smette di vibrare.
Top
Profilo Invia messaggio privato
teo
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 04/09/12 09:57
Messaggi: 70
Residenza: Italia

MessaggioInviato: Gio Mar 20, 2014 4:58 pm    Oggetto: Rispondi citando

non contando il Sacro Corano questa c.d. eresia perennis è da sempre presente nella tradizione cristiana per esempio ordini esoterici occidentali sostengono che Cristo non è morto sulla croce per vari motivi. sostengono che Pilato fosse a favore di Cristo, come si dice della moglie e da Giuseppe di Arimatea, per cui scelse una crocifissione che non fosse mortale, scelse il venerdi pomeriggio sapendo che gli ebrei non avrebbero deposto il Cristo il sabato per le loro convinzioni religiose e che pertanto sarebbe rimasto sulla croce solo poche ore.In questi ordini esoterici si sostiene che Cristo guarito dalla gente della sua etnia, esseni che conoscevano l'arte medica,si sia rifugiato più che nel Kashimir

_________________
Rasullallah (sallallahu alaih wasallam) disse: "C'è un pilastro di 'Nur' (Luce Divina) innanzi all'Arshi Elahi (Il trono di Allah) quando qualcuno recita La ilaha ill’Allah, questo pilastro comincia a scuotersi. Nel momento in cui Allah chiede ad esso di fermare il suo scuotimento, questo dice: "Come posso fermarmi quando colui che recita la kalimah non ha ancora ricevuto il perdono?" Quindi Allah dice, "Dunque lo perdono" e il pilastro smette di vibrare.
Top
Profilo Invia messaggio privato
stefra
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/04/09 18:10
Messaggi: 581

MessaggioInviato: Gio Mar 20, 2014 9:52 pm    Oggetto: Rispondi citando

Sei consapevole che non hai detto o aggiunto nulla?


teo ha scritto:

ipotesi A Gesu è crocefisso dai romani

ipotesi B Gesu è crocefisso dal sinedrio

Interessante. Assumi quindi che Gesù è stato crocifisso...

Citazione:

tertium non datur Gesu non può essere stato crocefisso concordemente dai romani e dagli ebrei ( la figura di pilato, l'andare dal tetrarca alla cittadella ecc. ecc.)

Anche alla scuola domenicale insegniamo queste cose, che Gesù è stato crocifisso sì dai romani, ma per volere del Sinedrio.

Citazione:

E’ importante sottolineare il fatto che il Sinedrio non aveva alcun potere di emettere sentenze capitali (jus gladii). Esso aveva, sì, la facoltà di considerare meritevole di morte una persona facente parte della sua giurisdizione, ma non poteva emettere la sentenza, se la stessa non fosse stata ratificata dal Procuratore Romano (Ricciotti “Storia di Israele” (11,376) [27].

Ed è esattamente ciò che è stato fatto con Gesù. Mi fa piacere che confermi la Scrittura ricavando la fonte addirittura dal Ricciotti... ho ancora una sua traduzione, i "perciocchè" sono fantastici.



Citazione:

quindi Gesu è stato giudicato colpevole dagli Ebrei -----( anche se storici del giudaismo rilevano 27 erroti procedurali nella tradizione della misna ebraica cosi come riportati nei vangeli e nella tradizione cristiana)

Ottimo. Dove sta la novità?

Citazione:

Via precisato che sebbene fosse il Sinedrio ad accusare Gesù di sedizione solo a Pilato spettava giudicarlo ed emettere la sentenza per un delitto politico. (Matteo 27,13; Marco 15,4; Luca 23,1-2).

Bravo, hai anche citato i passi corretti...

Citazione:

la crocefissione lungi dall'essere quella tramandata dai riti pasquali e dall'iconografia tridentina avvenica cosi: di origine probabilmente cartaginese questo supplizio non era destinato ai cittadini romani ma solo agli schiavi ed ai mestatori politici.

Hai la mia stima. :-)
Comunque la crocifissione era destinata anche ad altri tipi di malfattori. Solo un romano, qualsiasi cosa avesse fatta, non poteva subire tale supplizio.

Citazione:

un'imputato di questi delitti veniva tradottoo davanti al giudice nel Foro. Qui, dopo la sentenza, veniva completamente denudato per rendere esplicito il suo annullamento e flagellato; quindi gli veniva posta sulla schiena una barra di legno ( la c.d.furca il solo trave per capirci) alla quale gli venivano legate saldamente le braccia allargate. La furca poteva originariamente il legno trasversale di un carretto agricolo a due ruote ma, nel caso che la famiglia a cui apparteneva lo schiavo condannato non disponesse di un simile attrezzo, veniva utilizzata la barra con cui si sbarrava la porta di casa (patibulum).

Il film "La passione" di Gibson rende molto bene questo punto e la flagellazione in particolare secondo la legge romana. La "furca" non era conditio sine qua non.

Citazione:

Per motivi teeologici e didascalici il condannato veniva trascinato sanguinante mentre la folla lo copriva di insulti, di sputi .

?????
Teologici? Didascalici?
Ma non è che confondi con il "Marchese del Grillo" e l'impiccagione di Bastiano? :-)

Citazione:

il condannato poveretto arrivava dunque al luogo della crocifissione vera e propria in genere posto fuori dalle mura della citta'

PER FORZA fuori delle mura della città. Sai dirmi il perchè? :-)

Citazione:

veniva issato sul palo delle esecuzioni in modo che questo legno e il patibulum che aveva legato alle spalle, formassero una croce.
A questo punto il corpo veniva completamente immobilizzato alla croce e con l'impiego delle corde o di chiodi . A questo proposito, l'iconografia cristiana mostra solitamente le palme delle mani trafitte ciascuna da un chiodo e i piedi sovrapposti l'uno all'altro trapassati da un solo chiodo è più probabile che le braccia fossero immobilizzate di chiodi infitti nei polsi e non nei palmi che non avrebberio retto il peso

Splendido.
Teoria oramai sorpassata da decenni dai nuovi ritrovamenti in Palestina...
Ma tu sai che addirittura si ipotizza, proprio a fronte di questi ritrovamenti, che alle persone, per rispettare le leggi della fisica e della gravità, i palmi delle mani venivano inchiodate "dietro" la traversa della croce, affinchè il supplizio durasse più a lungo e la carne non si strappasse?

Citazione:
...Quando il condannato non dava piu' segni di vita i soldati di guardia ne verificavano la morte con fuoco o fumo oppure fratturandogli le gambe o colpendolo con una lancia.

Falso.
Era prassi comune che al condannato gli venissero fratturate le gambe al fine di essere certi della sua morte.
E guarda caso c'è il rispetto di una profezia sul fatto che a Gesù non gli vennero spezzate le ossa...

Citazione:

...il presunto roriginale è conservato in chiesa di roma.

Traduzione Google translate? :-)
In quale chiesa? E chi ha stabilito la sua autenticità?
Accidenti, è una "Sacra Eeliquia" allora che stabilisce che Gesù è stato veramente crocifisso... :-)

Citazione:

da ciò si evince che gesu fu ucciso dai romani e secondo le leggi romane
la colpa degli ebrei fu attribuita da autori quali giuseppe flavio

“Ci fu verso questo tempo Gesù, uomo saggio, se pure bisogna chiamarlo uomo: era infatti autore di opere straordinarie, maestro di uomini che accolgono con piacere la verità, ed attirò a sé molti Giudei, e anche molti dei greci. Questi era il Cristo. E quando Pilato, per denunzia degli uomini notabili fra noi, lo punì di croce, non cessarono coloro che da principio lo avevano amato. Egli infatti apparve loro al terzo giorno nuovamente vivo, avendo già annunziato i divini profeti queste e migliaia d’altre meraviglie riguardo a lui. Ancor oggi non è venuta meno la tribù di quelli che, da costui, sono chiamati Cristiani ..quindi questo ebreo romanizzato, che scrive per un pubblico romano, non solo attribuisce la colpa al sinedrio ma d'un colpo sgrava roma e pilato delle responsabilità ed afferma nel contempo la divinità di Gesu ..se fosse coevo magari ci si potrebbe credere


Credo che tu abbia delle crisi di identità :-)

Vedi Teo, quello che non capisco è il senso di questo intervento.
Hai fatto probabilmente un copia/incolla senza neppure citare la fonte (e questo non è bello) ma la cosa che mi chiedo è il senso di questo intervento.

Hai scritto che Gesù è stato crocifisso, che me me è vero, ma per te crea qualche problema...

Hai chiarito di chi è stata la colpa

Hai chiarito come avveniva la crocifissione per chi ancora non lo sapeva...

Hai anche citato fonti diverse dalla Bibbia ad avvalorare queste ipotesi, e questo a te crea qualche problema...

E quindi?

Un saluto di pace
Top
Profilo Invia messaggio privato
stefra
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/04/09 18:10
Messaggi: 581

MessaggioInviato: Gio Mar 20, 2014 9:59 pm    Oggetto: Rispondi citando

teo ha scritto:
non contando il Sacro Corano questa c.d. eresia perennis è da sempre presente nella tradizione cristiana per esempio ordini esoterici occidentali sostengono che Cristo non è morto sulla croce per vari motivi. sostengono che Pilato fosse a favore di Cristo, come si dice della moglie e da Giuseppe di Arimatea, per cui scelse una crocifissione che non fosse mortale, scelse il venerdi pomeriggio sapendo che gli ebrei non avrebbero deposto il Cristo il sabato per le loro convinzioni religiose e che pertanto sarebbe rimasto sulla croce solo poche ore.In questi ordini esoterici si sostiene che Cristo guarito dalla gente della sua etnia, esseni che conoscevano l'arte medica,si sia rifugiato più che nel Kashimir


:-)
Ordini esoterici occidentali?

Gesù crocifisso di venerdì? E certo... c'è il venerdì santo cattolico quindi...

Ma tu non conosci neppure la base della cultura ebraica! Leggi quando le donne andarono al sepolcro!
Smetti di fare i copiaincolla!
Gesù un Esseno? Ma ancora??? Neppure Scientology ci crede più!

Ma che accozzaglia di baggianate!
Top
Profilo Invia messaggio privato
teo
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 04/09/12 09:57
Messaggi: 70
Residenza: Italia

MessaggioInviato: Ven Mar 21, 2014 8:54 am    Oggetto: Rispondi citando

infatti ..si tratta di baggianate come quella di um uomo ucciso e resuscitato tre giorni dopo sulla base di testimonianza raccolte 50 anni dopo

_________________
Rasullallah (sallallahu alaih wasallam) disse: "C'è un pilastro di 'Nur' (Luce Divina) innanzi all'Arshi Elahi (Il trono di Allah) quando qualcuno recita La ilaha ill’Allah, questo pilastro comincia a scuotersi. Nel momento in cui Allah chiede ad esso di fermare il suo scuotimento, questo dice: "Come posso fermarmi quando colui che recita la kalimah non ha ancora ricevuto il perdono?" Quindi Allah dice, "Dunque lo perdono" e il pilastro smette di vibrare.
Top
Profilo Invia messaggio privato
teo
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 04/09/12 09:57
Messaggi: 70
Residenza: Italia

MessaggioInviato: Ven Mar 21, 2014 9:17 am    Oggetto: Rispondi citando

tanto per capire alcune delle posizioni dottinali coeve allo sviluppo del cristianesimo del fariseo romanizzato paolo ( che non conobbe mai Gesu):

cristiani giudei (cibo kosher, circoncisione, iconoclastia)
cristiani ariani (Gesù subordinato al Padre)
cristiani adozionisti (Gesù figlio adottivo del Padre)
cristiani monofisiti (Gesù è solo Dio, non uomo)
cristiani gnostici (negano morte in croce e resurrezione)

e questo solo nei primissimi anni

_________________
Rasullallah (sallallahu alaih wasallam) disse: "C'è un pilastro di 'Nur' (Luce Divina) innanzi all'Arshi Elahi (Il trono di Allah) quando qualcuno recita La ilaha ill’Allah, questo pilastro comincia a scuotersi. Nel momento in cui Allah chiede ad esso di fermare il suo scuotimento, questo dice: "Come posso fermarmi quando colui che recita la kalimah non ha ancora ricevuto il perdono?" Quindi Allah dice, "Dunque lo perdono" e il pilastro smette di vibrare.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Rapporti con Altre Religioni e Ideologie, Confutazioni, etc. Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo
Pagina 8 di 9

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 0.313