Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

domanda: Gesù (as) figlio puro, significato?
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Rapporti con Altre Religioni e Ideologie, Confutazioni, etc.
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mar Feb 20, 2018 3:21 pm    Oggetto: Ads

Top
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2738
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Mer Ott 03, 2012 11:47 pm    Oggetto: Rispondi citando

Comunque intendevo occultato non occulto.

Ma nell'escatologia Sunnita il Mahdi si occulta oppure questa è una storia Sciita?

Comunque grazie del chiarimento.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
Anonymous
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 06/08/10 22:31
Messaggi: 1111

MessaggioInviato: Mer Ott 03, 2012 11:56 pm    Oggetto: Rispondi citando

cmq nn penso che Micheal si riferiva a quel tipo di shahada..
lui intendeva forse solo "testimonianza" di qualcosa..
Anche perchè se avesse davvero detto la Shahada i rastafariani dovrebbero dire la shahada in massa e diventare tutti musulmani.

Se invece Micheal ha inteso la Shahada musulmana ma con l'accettazione anche di altre religioni come vie di salvezza (e la conseguenza grave di shirk) e con la chiara disobbedienza alla Sharia allora la shahada di Salassie non so poi quanto poi abbia il significato di Shahada.
O accetti l'Islam o lo neghi.. Sostenere che l'Islam sia la verità e sostenere nel contempo che il cristianesimo sia la verità si cade in palese contraddizione, inconciliabile.

wassalam
Top
Profilo Invia messaggio privato
Anonymous
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 06/08/10 22:31
Messaggi: 1111

MessaggioInviato: Gio Ott 04, 2012 12:07 am    Oggetto: Rispondi citando

soroboru ha scritto:
Comunque intendevo occultato non occulto.

Ma nell'escatologia Sunnita il Mahdi si occulta oppure questa è una storia Sciita?

Comunque grazie del chiarimento.


So che il Mahdi per gli sciiti si sta nascondendo da qualche parte.

He will appear from the East, not from the tunnel of Samarra, as the Shiah claim; they believe that he is in this tunnel now, and they are waiting for him to emerge at the end of time. There is no evidence for it in any book or Sahih tradition, and there is no benefit in believing this.

The truth of the matter is that the Mahdi whose coming is promised at the end of time will appear from the East, and people will swear allegiance to him at the Kabah, as some Ahadith indicate.

At the time of the Mahdi, there will be peace and prosperity, with abundant crops and wealth, strong rulers, and Islam will be well-established.

Abu Said said, By Allah every ruler we have had has been worse than the previous one, and every year has been worse than the year before, but I heard the Prophet say, Among your rulers will be one who will give out wealth freely, without counting it. A man will come and ask him for money, and he will say Take; the man will spread his cloak out and the ruler will pour money into it. The Prophet spread out a thick cloak he had been wearing, to demonstrate the mans actions; then he gathered it up by its corners and said, Then the man will take it and leave. (Ahmad.)



Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2738
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Gio Ott 04, 2012 12:37 am    Oggetto: Rispondi citando

Grazie fratello

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Gio Ott 04, 2012 1:16 am    Oggetto: Rispondi citando

Wa `alaykum, Micael, benvenuto!

Micael_Selassie ha scritto:
ma penso sappiate tutti comunque che nella Bibbia i profeti del Signore sono uomini fallibili con vizi e virtù (ES: Noè si ubriaca, Salomone idolatra, Davide adultero) , mentre ho letto in topic sempre di sto forum che non trovo piu che per voi il comportamento dei profeti fu irreprensibile (o quasi irreprensibiile? boh, aiutatemi che non ricordo xD) in modo da poter essere esempio per i "musulmani" come lo è ancora Muhammad Ultimo Profeta Migliore della Creazione. E' corretto? Chiedo delucidazioni a riguardo.


Sì esatto, per la nostra dottrina (ed anche in base alla logica) tutti i Profeti che Dio ha inviato sono protetti ed esenti dai peccati, maggiori o minori.
La presenza nella "Bibbia" attuale dei passi cui accenni (che attribuirebbero ai nobili Profeti di Dio, pace su tutti loro, l'aver compiuto dei peccati) è una prova ulteriore delle modifiche cui è incorso per mano umana il testo originario della Torah nel tempo.

Micael_Selassie ha scritto:
il peccato originale che nella Dottrina Islamica non è invece accettato


Esatto!

Micael_Selassie ha scritto:
Ho sentito un "Rapper Halal" (quelli che rappano su "basi" fatte senza strumenti con la voce) dire in dei suoi versi che il miracolo della resurrezione di Gesù Cristo fu veramente visto ma colui che resuscitò fu in realta un Jinn: qualcuno sa qualcosa di più a riguardo? Ci sono Hadit del Profeta che ne parlano?


Mai sentito nulla del genere e francamente non trarrei la conoscenza dell'Islam da un rapper.
Quello che sappiamo è che Gesù (Pace su di lui) non è affatto morto, non fu crocifisso, bensì venne fatto ascendere al cielo dove si trova ora, vivo, e tornerà nei tempi ultimi. Al suo posto venne crocefissa un'altra persona, sulla cui identità non vi è consenso di opinioni, e che assunse le sembianze di Gesù (Pace su di lui), così che le persone che assistettero pensarono si trattasse di Gesù (Pace su di lui).

Ti suggerisco la lettura di quest'articolo, sul ritorno di Gesù (Pace su di lui) sulla terra:

The Cosmic Significance of the Descent of ‘Isa (peace be upon him) - Shaykh al-Islam Mawlana Shabbir Ahmad 'Uthmani -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Citazione:
Incarnazione di Dio. La Trinità è un paradosso, lo so, e infatti lo presentiamo come tale perchè pretendiamo di non negare il puro monoteismo dell'Antico Testamento ma semplicemente riteniamo di specificare. Dopotutto la matematica dell'infinito insegna che i ragionamenti che si fanno per le cose finite valgon solo per esse, un terzo di una quantità infinità è uguale al totale, la parte è uguale al tutto: se qusto è vero per i livelli di infinito trattabili matematicamente, lo è ancora di più con Allah che è l' Infinito Assoluto.


Si parte da un presupposto erroneo: Allah non è "divisibile" in parti; né lo è il concetto di infinito.

Micael_Selassie ha scritto:
infatti non volevo convincerti della Verità della Trinità ma del fatto che non pratichiamo "associazionismo" nè tantomeno idolatria ...


Grazie per le tue buone intenzioni, ma tale dottrina è stata definita shirk da Dio stesso nella Sua ultima rivelazione, per cui non possiamo fare a meno di ritenerla tale anche noi. "Associate" Gesù a Dio, e ciò stesso è shirk.

Micael_Selassie ha scritto:
o cmq diciamo che da un punto di vista islamico "idolatriamo Gesù in buona fede" pensando che sia Allah xD


La fede però per essere davvero buona e valida ed accettata da Dio deve attenersi a ciò che Dio è rivelato; una persona non può nascondersi dietro la scusa della buona fede se rigetta la rivelazione di Dio dalla quale sia stato raggiunto (intendo indirettamente venendo a conoscenza dei messaggio che Dio ha inviato).

Micael_Selassie ha scritto:
ma penso che con la venuta del Messia il Dio Invibile si sia fatto Visibile (il mistero dell'infinito nel finito, Dio che "mangia e va al gabinetto come tutti", cioè il solito paradosso del Cristianesimo) ed il precetto in questione sia quindi stato, piu che abrogato, "compiuto misticamente" e quindi ora si può disegnare ogni essere animato della creaZIONe e pure il Creatore stesso. Che, secondo la Nostra Fede, è ora visibile anche in foto e video e documenti storici, posso andare su Youtube e vedere un video di Dio che va allo stadio col suo cane a vedere una partita di calcio.


Eh?!..

Micael_Selassie ha scritto:
Potresti, se la conosci, linkarmi una spiegazione esaudiente della Sura sul Puro Monoteismo?


C'era un sito dove potevi trovare in formato "html" un ottimo commentario del Qur'an, ma al momento non funziona; ti lascio comunque il link se dovesse insha'Allah (se Dio vuole) ritornare attivo a breve:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Altrimenti puoi trovarlo anche a questi link, ma in formato PDF:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

(PDF consultabile on-line)
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

(download PDF)
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

(download PDF)

Altre risorse:

Tafsir e Risorse on-line sul Qur’an (Commentari, Traduzioni..) -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Micael_Selassie ha scritto:
ma va altrettanto bene consumarne con moderazione come fece Gesù col vino (tra l'altro cosa dice l' islam a riguardo? è necessariamente falso o poteva esserci una Sharia differente? vabbè non penso importi molto cmq ma voelvo sapere se c'è una posizione precisa).


Poteva esserci una Shari`ah differente; sappiamo che Dio ha dato Leggi sacre differenti ai vari Profeti; ciò che è sempre stata uguale è la dottrina, il messaggio essenziale.

soroboru ha scritto:
Io sapevo che in particolare al profeta Muhammad (sallallahu alahi wa sallam)gli angeli tolsero il grumo nero del peccato dal cuore..


Non saprei se definirlo "grumo nero del peccato" visto che nell'Islam non c'è il concetto di "peccato originale"; nella citazione di un libro ho letto un'espressione tipo "il grumo nero della tendenza umana a commettere peccati", che sembrerebbe più adatto...

soroboru ha scritto:
Diciamo che rischi e degenerazioni a parte, le sostanze inebrianti/psicotrope allontanano l'uomo dal ricordo di Allah (subhana wa taala). Oppure avvicinano nel modo sbagliato.
Io quando fumavo credevo sempre di aver raggiunto l'illuminazione, poi appena passava l'effetto, passava anche l'illuminazione. L'uomo deve elevarsi con le sue proprie forze, in modo che la sua elevazione sia qualcosa di reale e duraturo e non solo un "paradiso artificiale" alla portata di chiunque, creato con mezzi artificiali. Più ci si abitua ad "elevarsi" con l'aiuto di sostanze, più si diventa incapaci di eleversi con i soli propri mezzi. Quindi secondo me è un'arma a doppio taglio.


Il fatto è che in realtà non ci si "eleva" affatto, è solo un illusione.
Così come bramini e yogi e asceti di altre religioni hanno l'illusione di aver raggiunto determinati "stadi spirituali" sulla base di determinate esperienze "inusuali" che hanno.

C'è una grossa differenza tra l'assenza di ragione e ciò che sta al di sopra della ragione.

Micael_Selassie ha scritto:
Un'altra differenza di sostanza sta nel fatto che voi non credete che il Profeta Muhammad (Sallallahu alahi wa sallam) sia l'ultimo profeta, sigillo dei profeti, migliore dei profeti, e questo per noi vi rende miscredenti e condannati all'Inferno =).


Esattamente, ma anche il nostro amico Micael è ancora in tempo; "condannati" lascia un sapore di "non c'è più nulla da fare" che esclude le possibilità di dawah che sono invece spalancate di fronte a Micael ed a chiunque altro finché siamo ancora vivi su questa terra. :-)
Ed il nostro Micael sembra un ragazzo intelligente ed "inconsciamente" consapevole delle incongruenze e contraddizioni della dottrina che ha finora così gentilmente tratteggiato in questo thread.
Spero davvero che Dio ti guidi alla verità Micael, ed a capire cosa sia ciò che Lui accetta da noi, al di là di qualsiasi teoria umana. Perché il giorno del Giudizio sarà solo il Suo volere a contare!

soroboru ha scritto:
E' vero che le rivelazioni (Mosaica Cristiana Islamica) provengono tutte dallo stesso Dio. Ma dal momento in cui un credente Ebreo rifiuta la successiva rivelazione, si crea uno scarto, una distanza di Sostanza incolmabile. E non è credere nell'unico Dio a pianare le differenze. Poichè chi rifiuta una Rivelazione Divina, per quanto possa credere nell'Unico Dio e mettere in pratica gli ordini della sua Legge, diventa nella sostanza un Miscredente. In quanto rifiutando una RIvelazione rifiuta lo stesso Dio dalla quale la rivelazione proviene.


Masha'Allah ottima sintesi.
Questo perché il concetto completo di "iman" (fede) non comprende semplicemente il riconoscere l'esistenza di Dio (persino Shaytan "crede" in Dio, e sa benissimo che esiste), ma comprende anche l'accettare i messaggi dei Profeti che Dio manda e che ci ordina di seguire e l'obbedienza ai quali Lui lega all'obbedienza a Sè stesso.

Domani insha'Allah cerco di postare in un altro thread (e linkare anche qui) un altro passo in confutazione del "perennialismo" dal Tafsir "Ma`ariful Qur'an" che chiarisce molto bene questo punto.

Citazione:
Dal discorso di Haile Selassie alla Moschea di Asmara, 1952:

"sia i Cristiani che i Musulmani credono in Dio spiritualmente e, siccome Dio é con quelli che credono in Lui, vi é dell'armonia nell'uomo che é uno in carne, sangue, anima. Così gli Etiopi sono una cosa sola, essi non differiscono l'uno dall'altro. Siamo una cosa sola nel credere in Dio. Come lo riveriamo noi e crediamo in Lui, così fate anche voi. La Cristianità e l'Islam non sono le uniche religioni al mondo; vi sono molte altre religioni. Comunque, fra i credenti non vi sono differenze, allorché essi servono il proprio paese, e Noi rispettiamo la religione di ognuno senza parzialità".

"é ben noto il fatto che Cristiani e Musulmani possono vivere felicemente
Insieme. Come sapete tutti voi, in Etiopia musulmani e cristiani e credenti di altre religioni vivono come fratelli senza alcuna distinzione

(...)

Si prega nelle chiese come nelle moschee. La casa di Dio é aperta ed accoglie quelli che entrano con spirito di carita. Secondo questo principio, visto che musulmani e cristiani sono tutti fedeli all'Etiopia, ciò che abbiamo detto poc'anzi non é affatto una novita."

"da ciò appare evidente che se qualcuno dice che vi sono differenze fra Cristiani e Musilmani, questa persona é nemica dell'etiopia. Se così fosse, Noi non saremmo venuti a visitare questa moschea".


Mi sembra il classico discorso nazionalista dove tutto va' bene (anche il non professare la religione maggioritaria) fintanto che si accetti la supremazia dello "Stato" e si dichiari e pratichi la fedeltà primaria ad esso al di sopra di ogni altro legame.
Il che contrasta sia con il concetto di fratellanza cristiana (per la quale un indiano cristiano dovrebbe essere "più fratello" di un etiope Musulmano), sia con quello di fratellanza islamica (per la quale parimenti un Musulmano cinese dovrebbe essere "più fratello" di un connazionale etiope cristiano).

E discorsi di questo genere sono la norma se si vuole mantenere un minimo di stabilità in un paese in cui i Musulmani sono quasi la metà dell'intera popolazione.
Insomma, realpolitik e ragion di Stato!

Ma questo se non sbaglio l'avevo già detto qualche pagina fa a berhane.

Citazione:
Fratello , forse Sellassie è il Mahdi atteso da noi Musulmani, un Re/Imperatore/ Messia che restaurerà la pace sulla terra.. Se è vero che ha pronunciato la Shahada..


E basta che un re pronunci la Shahadah perché lo si consideri il Mahdi? :-$

Il Mahdi (quello vero, che non è Selassie) verrà riconosciuto come tale (e lui stesso saprà di essere il Mahdi) a Makkah Mukarramah durante l'Hajj.

Il Profeta ci ha dato numerose indicazioni sulle sue caratteristiche e segni (a partire dal nome: si chiamerà Muhammad Ibn Abdullah), che ci impediscono di fare confusione ed illuderci che sia qualcun altro.
E' dunque imperativo studiare tali descrizioni e caratteristiche ed avere molta cautela invece di buttarsi ad ipotizzare che questo o quello siano il mahdi!...

soroboru ha scritto:
Mi sembra che anche il Mahdi da noi atteso viva occultato attendendo il permesso di Dio per manifestari. Però forse mi sbaglio; non vorrei che questo sia un elemento dell'escatologia Sciita.


Esatto, questa è una dottrina sciita priva di basi ed errata.

soroboru ha scritto:
Fratello Baia, e invece potrebbe essere il Mahdi occulto?
Se no mi potresti anche dire perchè no? Grazie=)


Ehm, e sulla base di che cosa dovremmo anche solo prendere in considerazione l'idea che lo fosse?
Prima di chiedere "quali sono le prove che Napoleone non fosse il Mahdi" bisognerebbe chiedere di avenzare le presunte prove per le quali si ritiene che Napoleone (o chiunque altro) lo fosse!...

baia ha scritto:
cmq nn penso che Micheal si riferiva a quel tipo di shahada..
lui intendeva forse solo "testimonianza" di qualcosa..
Anche perchè se avesse davvero detto la Shahada i rastafariani dovrebbero dire la shahada in massa e diventare tutti musulmani.

Se invece Micheal ha inteso la Shahada musulmana ma con l'accettazione anche di altre religioni come vie di salvezza (e la conseguenza grave di shirk) e con la chiara disobbedienza alla Sharia allora la shahada di Salassie non so poi quanto poi abbia il significato di Shahada.
O accetti l'Islam o lo neghi.. Sostenere che l'Islam sia la verità e sostenere nel contempo che il cristianesimo sia la verità si cade in palese contraddizione, inconciliabile.

wassalam


Sempre se tale Shahadah non abbia avuto luogo negli ultimi momenti della sua vita (sebbene Micael ritiene che sia ancora vivo)...

Aspettiamo chiarimenti da lui su cosa intendesse con "shahadah"..

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2738
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Gio Ott 04, 2012 10:09 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:

Il fatto è che in realtà non ci si "eleva" affatto, è solo un illusione.


Fratello, su questo non sono d'accordo.
Forse l'illusorietà dell'"elevazione" sta nel fatto che non lascia tracce, però nel momento in cui uno la vive è realmente un'elevazione.
Michael ha detto una cosa intelligente, ovvero che anche il cibo può influenzare la nostra spiritualità. QUindi mi sembra un pregiudizio scartare a priori l'ipotesi che alcune sostanze possano momentaneamente elevarci. Le droghe tradizionalmente venivano sempre usate in contesti sacri e riti iniziatici. Quindi hanno un loro valore. Poi è chiaro che usato fuori contesto diventano contro-producenti. Poi il discorso non si pone più perchè la nostra Shariia le ha dichiarate Haram, però non sappiamo perchè sono haram.


Citazione:
E basta che un re pronunci la Shahadah perché lo si consideri il Mahdi? :-$

No ma è solo che non si possono liquidare così certi uomini.Se le cose che si dicono di lui non sono leggende, magari è un Santo.
Ok, non sapevo che il Mahdi dovesse dichiararsi tale. Allora non è il Mahdi ma può benissimo essere un Santo, sempre se è vero che è diventato Musulmano. Anche perchè se la gente ha costruito una religione intorno alla sua figura, non si può semplicemente credere che tutti siano pazzi. Bisogna almeno ammettere che è un uomo illuminato.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Gio Ott 04, 2012 10:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

soroboru ha scritto:
Fratello, su questo non sono d'accordo.
Forse l'illusorietà dell'"elevazione" sta nel fatto che non lascia tracce, però nel momento in cui uno la vive è realmente un'elevazione.


Realmente un'elevazione? Sorella qual'è il tuo concetto di "elevazione spirituale"? Non bisogna affatto confondere "sensazioni"/"visioni" con il progresso spirituale.

Anche in altre religioni certe persone hanno determinate "sensazioni" o visioni, ma esse non hanno nulla di davvero "spirituale", sono legate al piano psicologico-mentale. Così come l'effetto di quelle sostanze proibite.

Non c'è per noi altro sentiero verso Allah se non quello che passa per la Sunnah del Suo Profeta .

Starlight ha scritto:
QUindi mi sembra un pregiudizio scartare a priori l'ipotesi che alcune sostanze possano momentaneamente elevarci.


Non è "elevazione" spirituale verso Allah, sono effetti psicologici.

Citazione:
No ma è solo che non si possono liquidare così certi uomini.Se le cose che si dicono di lui non sono leggende, magari è un Santo.


Che criterio è?!
Con questo criterio dovremmo chiederci se è un "santo" anche Sai Baba, Bahaullah, Mirza Ghulam Qadyani ed altri miscredenti della stessa risma, solo perché hanno avuto un certo seguito di persone e perché su di loro si narrano determinate cose (senza nemmeno verificare se siano vere o false!)?! Certo che no!
E' imperativo

soroboru ha scritto:
Anche perchè se la gente ha costruito una religione intorno alla sua figura, non si può semplicemente credere che tutti siano pazzi. Bisogna almeno ammettere che è un uomo illuminato.


Allora lo stesso discorso dovrebbe valere per tutti i Dajjal che il Profeta ci ha informato che arriveranno prima della fine del mondo, come Mirza Ghulam Qadiyani, etc. etc...
Chiaramente non è così, e non è questo il criterio di verità di una dottrina o dell'"illuminazione" di una persona.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Micael_Selassie
Matricola
Matricola


Registrato: 29/09/12 13:54
Messaggi: 15
Residenza: Legnano (MI)

MessaggioInviato: Gio Ott 04, 2012 11:33 pm    Oggetto: Rispondi citando

'Umar Waziristani ha scritto:

E discorsi di questo genere sono la norma se si vuole mantenere un minimo di stabilità in un paese in cui i Musulmani sono quasi la metà dell'intera popolazione.
Insomma, realpolitik e ragion di Stato!


Lo so che sembra un discorso di Obama (lui si che è un grande ipocrita) ma che tu ne condivida o no il contenuto ti assicuro che è stato fatto con sincerità.
Quel che dici sia a me che a berhane non è sbagliatissimo seppur parziale, ma riguardo al "si accetti la supremazia dello "Stato" e si dichiari e pratichi la fedeltà primaria ad esso al di sopra di ogni altro legame" penso tu abbia interpretato male, ovvio che il legame con Dio sia al primo posto per voi Muslims come per noi Rastafarians... Put always God first! Fedeltà allo stato perchè lo stato ha il compito di tutelare il bene comune ecc ecc in particolare lo Stato di Haile Selassie non ha mai impedito ai Musulmani di seguire le proprie leggi, anzi si è impegnato ad agevolarli anche in pratiche facoltative ma che son "diritto del musulmano" come la poligamia... e con minoranze religiose ben più esigue non ebbe atteggiamento diverso. Non è solo diplomazia, anche perchè Selassie non si è mai fatto problemi ad andare al di fuori di ogni "politically correct", stiamo parlando di colui che accolse e addestrò Mandela mentre per il mondo era ancora un terrorista. Per non parlare del significato teologico (e reale) che ha lo Stato per InI Rasta ma mi fermo al Selassie-Uomo non perchè sia divisibile dal Selassie-Dio ma perchè oltre a assere perfetto Dio è perfetto Uomo per darci l'esempio (secondo noi Cristiani "Trinitari" non c'è alcun profeta perfetto, perciò c'è bisogno che arrivi Jah in persona a insegnarci come vivere).

'Umar Waziristani ha scritto:

Sempre se tale Shahadah non abbia avuto luogo negli ultimi momenti della sua vita (sebbene Micael ritiene che sia ancora vivo)...

Aspettiamo chiarimenti da lui su cosa intendesse con "shahadah"..


Ovviamente parlo di conversione all'Islam, dicono che quella di Rastafari abbia avuto luogo tra la deposizione del Suo governo e la Sua "morte". La famiglia di Selassie, per non scandalizzare gli Etiopi, avrebbe scelto di celebrare ugualmente un funerale cristiano e non spargere la voce del suo abbandono del Cristianesimo.

baia ha scritto:


Anche se queste cose tu, le interpreti in maniera forzata per farle combaciare con gli avvenimenti del mondo attuale ciò non costituisce argomentazione a favore della vostra ipotesi.

Non interpreto nulla in maniera forzata perchè la nostra interpretazione della Bibbia non cambia di una virgola rispetto a quella della Chiesa Ortodossa d'Etiopia,
che riteniamo abbia conservato la dottrina pura come insegnata dagli Apostoli e dalle prime comunità (in particolare per l'Etiopia San Matteo).

baia ha scritto:
#Il Corano è Parola di Dio e non semplice ispirazione (nel modo con cui la intendono i cristiani)

a differenza dei cristiani evoluzionisti che interpretano la Bibbia come metafora ecc crediamo della Bibbia ciò che hai appena detto del Corano

baia ha scritto:
##l'incorruttibilità del Corano, unico testo che pretende di essere Parola di Dio, rimasto immodificato

vedi sopra
baia ha scritto:
##Il Corano è l'unico Testo(assieme alla Sunnah di rasulullah <img>) su cui siamo certi che sia lo stesso teso rivelato al Profeta <img>.

non sto a chiederti perchè, vado a cercarmi i topics a riguardo che qui ci saranno sicuro
baia ha scritto:
#
#Il Corano è l'unico testo che non presenta contraddizioni sia a livello dottrinale di fede sia a livello giuridico.

Neanche la Bibbia, le apparenti contraddizioni rimangono se non si conosce la dottrina ortodossa che i cattolici hanno parzialmente disperso, ogni cosa che leggo o mi insegnano sulla Bibbia qui in Babylon è, non a caso, un "libro sigillato", anche l'interpretazione piu bizzarra e fantasiosa (vedi medioevo cristiano europa) è un puzzle che ricomposto da come risultato l'Etiopia.

baia ha scritto:
##Il Corano è l'unico testo che non viola il principio di non contraddizione e rimane coerente nella sua argomentazione..

Posso dirti che con il culto Rastafari, la massima espressione del Cristianesimo e il compimento delle sue promesse , la fede che Paolo descriveva come "speranza della cose non viste" ci permette ora di riconoscere le "icone fotografiche" di Cristo: la fede cristiana raggiunge un livello di conoscienza oserei dire scientifico, non nel senso galileiano ovviamente ma il motto "InI non crediamo, InI sappiamo" la dice lunga.


baia ha scritto:
##I

#L'accuratezza di trasmissione delle vicende e degli insegnamenti che riguardano il Profeta <img> non ha eguali nella storia occidentale..
infatti mi ha sempre colpito ma basta? tra l'altro il fatto che Selassie abbia definito Muhammad "un profeta" e non semplicemente "un uomo di sani principi, un simpaticone" è un bel mistero, se tieni conto che rifiutiamo qualsiasi forma di sincretismo religioso.
baia ha scritto:
##I
#E' impossibile costruire una argomentazione valida che risponda alle domande e questioni sollevate nel Corano.

non ne sono convinto.. mi stai facendo venire in mente la sura della "sfida ai miscredenti" , quella dove "invita" anche a tentare di scrivere un testo sacro simile al Santo Corano.
baia ha scritto:
##I
#L'aspetto miracoloso del Corano

ne conosco qualcuno e non lo nego affatto, ma le "cose miracolose" e le chicche scientifiche non ci sono solo nel corano (ovviamente so poco di scienze islamiche quindi ce ne saranno tanti di altri aspetti sovrannaturali che non conosco)
baia ha scritto:
##I#L'islam è l'unica religione che non tiene conto di razza,lingua o denominzaione di altro tipo. Islam vuole dire sottomissione. La sottomissione è l'unico rapporto possibile tra noi e il creatore.

Quest'ultima è oggettivamente falsa perchè è così per tante fedi religiose, compresa la mia. Niente che confuti la veridicità dell'Islam da te sostenuto, ma se voi foste gli unici a non dare importanza a colore pelle, lingua ecc sarei diventato musulmano senza pensarci due volte o avrei fondato la seconda religione al mondo con pretese universalistiche dopo l'islam xD non è così come vedi

Ma al di là di tutti sti discorsi sul cristianesimo e la seconda venuta, approfonditemi invece questo: [quote="'soruburu"]
Micael_Selassie ha scritto:
on credete che il Profeta Muhammad (Sallallahu alahi wa sallam) sia l'ultimo profeta, sigillo dei profeti, migliore dei profeti, e questo per noi vi rende miscredenti e condannati all'Inferno =).


immaginavo di venire accusato di Perennialismo, anche se da quel che ho letto mi pare che si spingano oltre il concetto Rasta di parentela spirituale, sembra arrivino quasi a "negare" il primato dell'islam o meglio a ridurlo a qualcosa di soggettivo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Von Sor
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 03/05/11 11:55
Messaggi: 2738
Residenza: Siena

MessaggioInviato: Sab Ott 06, 2012 12:33 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Neanche la Bibbia, le apparenti contraddizioni rimangono se non si conosce la dottrina ortodossa che i cattolici hanno parzialmente disperso, ogni cosa che leggo o mi insegnano sulla Bibbia qui in Babylon è, non a caso, un "libro sigillato", anche l'interpretazione piu bizzarra e fantasiosa (vedi medioevo cristiano europa) è un puzzle che ricomposto da come risultato l'Etiopia.

Non esiste una dottrina Cristiana Ortodossa, non più.
Già nei primi secoli c'era tantissima confusione a rigurado. Inizialmente ad esempio i Canoni più antichi includevano il pastore di Erma. Poi dacchè questo testo inizia con una professione di assoluto monoteismo, i Cristiani, degenerati nel trinitarismo di respiro pagano, hanno pensato bene di escluderlo.
Una differenza non di poco conto tra la nostra e la vostra fede è che l'Islam si fonda su una catena di trasmissione che ci porta dritti al Profeta. Diciamo che noi abbiamo la sicurezza e la garanzia di seguire realmente il nostro Profeta e quindi Dio che ce lo ha inviato.
Mentre voi questa certezza non ce la avete. Tanti sudi che emergono dimostrano come i vostri vangeli siano stati manipolati, come non vi sia alcuna garanzia che essi siano stati scritti realmente dagli apostoli ecc. Vangeli diversi ci narrano episodi spesso in contraddizione tra loro. ecc-
E' quindi chiaro che il legame del Cristianesimo con Cristo è molto labile, fragile, lacunoso privo di garanzie e sicurezze. Nella vostra storia non c'è stata la stessa scrupolosità nel trasmettere la parola di Gesù che invece,c'è stata nell'Islam. Ma la cosa realmente imbarazzante, per quanto trita e ritrita, è che fondate la vostra fede su di un dogma che non è nemmeno menzionato nei vostri testi Sacri, e avete sempre in bocca la parole Trinità, che non compare nemmeno una volta nei vostri Libri. Quindi agli occhi di una persona un minimo razionale il Cristianesimo appare proprio come una religione inventata di sana pianta dall'uomo e totalmente estranea e dimentica del vero Messaggio, l'Injil, che non conosciamo più.

Citazione:
Ovviamente parlo di conversione all'Islam, dicono che quella di Rastafari abbia avuto luogo tra la deposizione del Suo governo e la Sua "morte". La famiglia di Selassie, per non scandalizzare gli Etiopi, avrebbe scelto di celebrare ugualmente un funerale cristiano e non spargere la voce del suo abbandono del Cristianesimo

Come ha detto il fratello Umar, se tu pensi che ciò sia vero, dovresti essere Musulmano. E comunque se è così, al Hamdolillah. Allah guida i puri.

Citazione:
Neanche la Bibbia, le apparenti contraddizioni rimangono se non si conosce la dottrina ortodossa che i cattolici hanno parzialmente disperso,


Il Cattolicesimo ha trionfato storicamente,e se lo ha fatto è perchè è stato in grado di far sparire distruggendo, confiscando, bruciando tutto ciò che contrastava con ciò che aveva stabilito essere l'"ortodossia". Quindi non è plausibile che la chiesa Etiope sia sia salvata e sottratta completamente all'opera di censura messa in atto dai Cattolici per secoli e secoli.

Citazione:
Niente che confuti la veridicità dell'Islam da te sostenuto, ma se voi foste gli unici a non dare importanza a colore pelle, lingua ecc sarei diventato musulmano senza pensarci due volte o avrei fondato la seconda religione al mondo con pretese universalistiche dopo l'islam xD non è così come vedi


Lo dicono i vangeli che la predicazione di Gesù era rivolta solo al popolo di Israele.. Poi sei liberissimo di non vedere alcuna contraddizione in tutto ciò.

Detto questo se osservato dall'interno, qualsiasi sistema può assumere una parvenza di coerenza e verità. Il punto è che un sistema per essere realmente vero deve essere coerente non solo se osservato dal suo interno, ma anche se osservato dall'esterno. Il sistema Cristiano è oggettivamente incoerente e le sue origini affondano in un torbido caos. Mentre la storia Islamica, dal Profeta Muhammad sallallahu alahi wa sallam oggi, è limipida e cristallina, e rifiutare di aderire ad essa non può che essere un atto di malafede, un volersi a tutti i costi tappare orecchie, occhi e cuore. Per questo non ci può essere misericordia per chi rifiuta l'Islam.

_________________
'Abdullah bin 'Umar [...] said:"Muhammad used to fight against the pagans, for a Muslim was put to trial in his religion (The pagans will either kill him or chain him as a captive). His fighting was not like your fighting which is carried on for the sake of ruling."

“il 66 per cento della produzione mondiale di cereali è destinato alla alimentazione degli animali dei paesi ricchi” Ibid.


"Questa vita terrena non è altro che gioco e trastullo. La dimora ultima è la vera vita, se solo lo sapessero!" Al Ankabut 64

Quando ho cominciato ad usare la dinamite, allora credevo anch'io in tante cose, in tutte... e ho finito per credere solo nella dinamite.

"In verità dovrai morire" Corano (29;39)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail MSN
Micael_Selassie
Matricola
Matricola


Registrato: 29/09/12 13:54
Messaggi: 15
Residenza: Legnano (MI)

MessaggioInviato: Sab Ott 06, 2012 7:27 pm    Oggetto: Rispondi citando


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



delcorsaro ha scritto:
C'e' da temere fortemente che i membri delle nostre famiglie che non entrano all'islam non potranno entrare al Paradiso? Questa e' una questione che per gli italiani tornati all'islam che si vedono famigliari ed amici non abbracciare la religione , lascia una tristezza incolmabile e basta, certo la speranza deve esserci pero', ogni giorno che passa e' un giorno in cui puoi aver allontanato con il tuo comportamento le parole ecc. o avvicinato queste persone all'ottenimento del perdono e del paradiso, e lasciandole a se' stesse invece ti rendi responsabile di non aver almeno trasmesso il messaggio in quanto poi nel giorno del giudizio loro diranno che tu non gli hai avvisati ed e' per questo che son finiti nel fuoco eterno.
Se non c'e' salvezza per i propri famigliari fuori dall'islam, non e' inquietante la faccenda????!!!!!!



Citazione:
Attraverso la Sua Parola e il suo luminoso modello, osserviamo criticamente ed interpretiamo teologicamente i formidabili progressi della scienza, l'ascesa dei totalitarismi, le guerre mondiali, la ricostruzione, la guerra fredda e la graduale affermazione della democrazia e dell'unità internazionale: siamo così in grado di dirigerci con rettitudine e certezza, con il solido sostegno dei nostri padri e il senso di continuità di una tradizione millenaria priva di fratture, verso la nostra destinazione divina e il pieno significato del nostro esistere in questo tempo e nell'eternità.

RasTafari è la restaurazione della pura coscienza e spiritualità biblica, che il chiasso e le tentazioni di questo mondo, congiunti alla mediocrità dei modelli religiosi dominanti, sottraggono alle possibilità degli uomini: in particolare, Egli è il rinnovamento e la revitalizzazione della fede Cristiana, talvolta smarritasi, come il Giudaismo farisaico descritto dai Vangeli contro cui polemizzò Gesù.
RasTafari è la completezza e l'attualizzazione della cultura ebraico-cristiana, per la pienezza dell'essere nella contemporaneità e il senso della presenza attuale del Divino. Tuttavia, è importante comprendere che il Nuovo ministero terreno del Signore non si limita al rapporto con valori del passato, e non dovrebbe essere concepito come una semplice rielaborazione degli antichi contenuti cristiani o una loro moderna estensione: esso rappresenta invece la porta per una conoscenza ed una libertà ulteriori, negate ai santi padri e tuttavia attese e profetizzate, che si manifestano pienamente soltanto nelle possibilità del presente. Rastafari è la risposta alle esigenze conoscitive della modernità, afflitta da un disperato scetticismo materialista e scientista, mediante una Rivelazione che, storicamente fondata ed adeguata alla percezione odierna della verità, in cui Dio si vede e si ascolta nella carne, in cui Egli si mostra in un epoca di giornalismo e fotografia e si muove in una storia condivisa e universale, detiene il potere di stimolare la ragione e conquistare l'intelletto, e che volgendosi senza mediazioni al cuore degli individui, instaura una superiore vicinanza e intimità con lo Spirito, a compimento di quanto annunciato dalla Scrittura profetica:
la conoscenza del Signore riempirà la terra, come le acque coprono il fondo del mare. (Isaia 11, 9)

Ecco, Egli viene sulle nubi, ed ogni occhio Lo vedrà... (Apocalisse 1,7)

Se vi diranno: "Ecco, è nel deserto!", non ci andate; oppure: "Ecco, è nell'interno della casa!", non ci credete; poiché come il lampo esce dall'oriente e brilla in occidente, così sarà la venuta del Figlio dell'uomo. (Matteo 24, 26-27)


In Lui vediamo il Giusto al potere, dopo secoli di umiliazione e oppressione, Colui che inaugura un tempo in cui l'amore non sia soltanto un'astratta aspirazione dell'uomo, ma la sua realtà concreta: in cui il Regno di Dio non è soltanto una dimensione celeste, ma prende corpo nella storia e nella vita umana, sulla terra, qui ed ora, conducendo le creature alla redenzione politica, fisica e materiale, permettendo loro di raggiungere la piena libertà naturale di cui erano dotate prima della caduta di Adamo, plasmate ad immagine del Creatore e in virtù del Sua Sapienza.

Colui che ha sconfitto il potere politico dell'Anticristo, ha fondato e disegnato una società prospera, pacifica ed equa in cui la democrazia, i diritti e le libertà fondamentali dell'uomo sono una legge vivente, scritta nel cuore dei cittadini. Per mezzo della fede in Lui, l'ascolto dei Suoi insegnamenti e l'imitazione del Suo esempio, questa apparente utopia predicata dallo Statuto delle Nazioni Unite, dalle grandi istituzioni internazionali e dalle costituzioni democratiche degli Stati, può pienamente e realmente fiorire nel mondo, nel rispetto e beneficio di ogni fascia sociale, culturale, religiosa: se con Lui lottiamo, con Lui anche regneremo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Micael_Selassie
Matricola
Matricola


Registrato: 29/09/12 13:54
Messaggi: 15
Residenza: Legnano (MI)

MessaggioInviato: Dom Ott 07, 2012 10:44 am    Oggetto: Rispondi citando

soroboru ha scritto:
Citazione:
Neanche la Bibbia, le apparenti contraddizioni rimangono se non si conosce la dottrina ortodossa che i cattolici hanno parzialmente disperso, ogni cosa che leggo o mi insegnano sulla Bibbia qui in Babylon è, non a caso, un "libro sigillato", anche l'interpretazione piu bizzarra e fantasiosa (vedi medioevo cristiano europa) è un puzzle che ricomposto da come risultato l'Etiopia.

Non esiste una dottrina Cristiana Ortodossa, non più.
Già nei primi secoli c'era tantissima confusione a rigurado. Inizialmente ad esempio i Canoni più antichi includevano il pastore di Erma. Poi dacchè questo testo inizia con una professione di assoluto monoteismo, i Cristiani, degenerati nel trinitarismo di respiro pagano, hanno pensato bene di escluderlo.
Una differenza non di poco conto tra la nostra e la vostra fede è che l'Islam si fonda su una catena di trasmissione che ci porta dritti al Profeta. Diciamo che noi abbiamo la sicurezza e la garanzia di seguire realmente il nostro Profeta e quindi Dio che ce lo ha inviato.
Mentre voi questa certezza non ce la avete. Tanti sudi che emergono dimostrano come i vostri vangeli siano stati manipolati, come non vi sia alcuna garanzia che essi siano stati scritti realmente dagli apostoli ecc. Vangeli diversi ci narrano episodi spesso in contraddizione tra loro. ecc-
E' quindi chiaro che il legame del Cristianesimo con Cristo è molto labile, fragile, lacunoso privo di garanzie e sicurezze. Nella vostra storia non c'è stata la stessa scrupolosità nel trasmettere la parola di Gesù che invece,c'è stata nell'Islam. Ma la cosa realmente imbarazzante, per quanto trita e ritrita, è che fondate la vostra fede su di un dogma che non è nemmeno menzionato nei vostri testi Sacri, e avete sempre in bocca la parole Trinità, che non compare nemmeno una volta nei vostri Libri. Quindi agli occhi di una persona un minimo razionale il Cristianesimo appare proprio come una religione inventata di sana pianta dall'uomo e totalmente estranea e dimentica del vero Messaggio, l'Injil, che non conosciamo più.

Citazione:
Ovviamente parlo di conversione all'Islam, dicono che quella di Rastafari abbia avuto luogo tra la deposizione del Suo governo e la Sua "morte". La famiglia di Selassie, per non scandalizzare gli Etiopi, avrebbe scelto di celebrare ugualmente un funerale cristiano e non spargere la voce del suo abbandono del Cristianesimo

Come ha detto il fratello Umar, se tu pensi che ciò sia vero, dovresti essere Musulmano. E comunque se è così, al Hamdolillah. Allah guida i puri.

Citazione:
Neanche la Bibbia, le apparenti contraddizioni rimangono se non si conosce la dottrina ortodossa che i cattolici hanno parzialmente disperso,


Il Cattolicesimo ha trionfato storicamente,e se lo ha fatto è perchè è stato in grado di far sparire distruggendo, confiscando, bruciando tutto ciò che contrastava con ciò che aveva stabilito essere l'"ortodossia". Quindi non è plausibile che la chiesa Etiope sia sia salvata e sottratta completamente all'opera di censura messa in atto dai Cattolici per secoli e secoli.

Citazione:
Niente che confuti la veridicità dell'Islam da te sostenuto, ma se voi foste gli unici a non dare importanza a colore pelle, lingua ecc sarei diventato musulmano senza pensarci due volte o avrei fondato la seconda religione al mondo con pretese universalistiche dopo l'islam xD non è così come vedi


Lo dicono i vangeli che la predicazione di Gesù era rivolta solo al popolo di Israele.. Poi sei liberissimo di non vedere alcuna contraddizione in tutto ciò.

Detto questo se osservato dall'interno, qualsiasi sistema può assumere una parvenza di coerenza e verità. Il punto è che un sistema per essere realmente vero deve essere coerente non solo se osservato dal suo interno, ma anche se osservato dall'esterno. Il sistema Cristiano è oggettivamente incoerente e le sue origini affondano in un torbido caos. Mentre la storia Islamica, dal Profeta Muhammad sallallahu alahi wa sallam oggi, è limipida e cristallina, e rifiutare di aderire ad essa non può che essere un atto di malafede, un volersi a tutti i costi tappare orecchie, occhi e cuore. Per questo non ci può essere misericordia per chi rifiuta l'Islam.


Citazione:
E' quindi chiaro che il legame del Cristianesimo con Cristo è molto labile, fragile, lacunoso privo di garanzie e sicurezze. Nella vostra storia non c'è stata la stessa scrupolosità nel trasmettere la parola di Gesù che invece,c'è stata nell'Islam. Ma la cosa realmente imbarazzante, per quanto trita e ritrita, è che fondate la vostra fede su di un dogma che non è nemmeno menzionato nei vostri testi Sacri, e avete sempre in bocca la parole Trinità, che non compare nemmeno una volta nei vostri Libri. Quindi agli occhi di una persona un minimo razionale il Cristianesimo appare proprio come una religione inventata di sana pianta dall'uomo e totalmente estranea e dimentica del vero Messaggio, l'Injil, che non conosciamo più.

Tutta la Bibbia parla solo della Trinità (che in Amarico si traduce "Selassie" non a caso), tutto il racconto dei quattro Evangelisti ha il fine di dimostrare che Gesù è Dio e di testimoniare che al Suo ritorno Isa non avrebbe più parlato in parabole ma in modo chiaro, tranne che su un argomento: la propria identità, che sarebbe stata annunciata dal suo nemico Mussolini e dai titoli della sua incoronazione (Leone di Giuda, ecc.). Haile Selassie non dichiarò mai di essere Gesù Cristo, infatti fu un umile Cristiano che, interrogato sul perchè non invitava i Rasta a smettere di idolatrarlo, rispondeva cose tipo "Chi sono io, per giudicare le loro credenze e intromettermi nella loro fede?" dimostrandosi Perfetto Uomo e Perfetto Dio. "Se non credete a Me, credete almeno alle Mie opere". Ad un giornalista che parlò delle milioni di persone sparse per il mondo che lo ritenevano Gesù Cristo, egli rispose che non si può adorare un uomo e di essere umano e mortale. una risposta perfettamente in linea con il vangelo, dove fattosi mortale come ogni altro uomo pur essendo l'unico a non peccare morì e risorse (mortale) dimostrando di non essere un semplice umano (non si può adorare un uomo)
In una intervista negò di essere la reincarnazione di Cristo e ciò è giusto perchè l'intervistatore aveva fatto un errore teologico, infatti Selassie è Cristo con lo stesso corpo morto e risorto due millenni addietro.Il nostro legame con Isa (cioè con Dio) non è fragile, lo preghiamo ogni giorno e lo vediamo pure in foto e video... ma in Zion i figli di Adamo ceneranno a tavola con il loro Creatore.

In questi versetti di San Giovanni, il Signor Tafari dichiara di essere Dio dando agli accusatori una risposta che è veritiera anche se si intende "Figlio di Dio" nel suo significato attribuibile ad ogni essere umano. Ovviamente non ha importanza per voi Musulmani, essendo una "bibbia taroccata" infatti anche volendo leggerla come testo che non parla di Trinità non si può dire che le lettere di San Paolo, allo stato attuale in cui ci sono pervenute, neghino la resurrezione di cui trattano esaustivamente e che infatti anche i Testimoni di Geova non negano. Cosa pensa l'Islam di San Paolo?
In quel tempo ebbe luogo in Gerusalemme la festa della Dedicazione. Era d’inverno, 23 e Gesù passeggiava nel tempio, sotto il portico di Salomone. 24 I Giudei dunque gli si fecero attorno e gli dissero: fino a quando terrai sospeso l’animo nostro? Se tu sei il Cristo, diccelo apertamente. 25 Gesù rispose loro: Ve l’ho detto, e non lo credete; le opere che fo nel nome del Padre mio, son quelle che testimoniano di me; 26 ma voi non credete, perché non siete delle mie pecore. 27 Le mie pecore ascoltano la mia voce, e io le conosco, ed esse mi seguono; 28 e io do loro la vita eterna, e non periranno mai, e nessuno le rapirà dalla mia mano. 29 Il Padre mio che me le ha date è più grande di tutti; e nessuno può rapirle di mano al Padre. 30 Io ed il Padre siamo uno. 31 I Giudei presero di nuovo delle pietre per lapidarlo. 32 Gesù disse loro: Molte buone opere v’ho mostrate da parte del Padre mio; per quale di queste opere mi lapidate voi? 33 I Giudei gli risposero: Non ti lapidiamo per una buona opera, ma per bestemmia; e perché tu, che sei uomo, ti fai Dio. 34 Gesù rispose loro: Non è egli scritto nella vostra legge: Io ho detto: Voi siete dèi? 35 Se chiama dèi coloro a’ quali la parola di Dio è stata diretta (e la Scrittura non può essere annullata), 36 come mai dite voi a colui che il Padre ha santificato e mandato nel mondo, che bestemmia, perché ho detto: Son Figliuolo di Dio? 37 Se non faccio le opere del Padre mio, non mi credete; 38 ma se le faccio, anche se non credete a me, credete alle opere, affinché sappiate e riconosciate che il Padre è in me e che io sono nel padre. 39 Essi cercavan di nuovo di pigliarlo; ma egli sfuggì loro dalle mani. 40 E Gesù se ne andò di nuovo al di là del Giordano, nel luogo dove Giovanni da principio stava battezzando; e quivi dimorò. 41 E molti vennero a lui, e dicevano: Giovanni, è vero, non fece alcun miracolo; ma tutto quello che Giovanni disse di quest’uomo, era vero. 42 E quivi molti credettero in lui.



Citazione:
Una differenza non di poco conto tra la nostra e la vostra fede è che l'Islam si fonda su una catena di trasmissione che ci porta dritti al Profeta. Diciamo che noi abbiamo la sicurezza e la garanzia di seguire realmente il nostro Profeta e quindi Dio che ce lo ha inviato.
Mentre voi questa certezza non ce la avete. Tanti sudi che emergono dimostrano come i vostri vangeli siano stati manipolati, come non vi sia alcuna garanzia che essi siano stati scritti realmente dagli apostoli ecc. Vangeli diversi ci narrano episodi spesso in contraddizione tra loro. ecc-

Quella a cui tu fai riferimento è una efficienza nel trasmettere testi e dottrine, so qualcosa a riguardo ma non sono esperto di Islam come ben sai perciò non esprimo giudizi, dico solo che non importano i parametri umani di affidabilità perchè Dio è il migliore degli strateghi e mentre voi dite che le vostre dottrine sono stsate tramandate tramite una scienza precisa ecc noi affermiamo le stesse cose ma anche il contrario, vedi i concilii di Nicea, Efeso e Costantinopoli, vedi Costantino le cui intenzioni riguard il Cristianesimo furono probabilmente cariche di ipocrisia ma poco importano le cricostanze storiche, il Re dei Re Selassie ha definitov tali conciliii veritieri e non solo ha tenuto puro il Cristianesimo d'Etiopia alla faccia dei falsi maestri siano essi di roma o africani o giudei o greci ma anche permesso che, leggendo in chiave ortodossa ogni intepretazione cattolica, si risalga subito al Fondamento, sorpattuto nei tempi della Rivelazione (apocalisse), dove ogni cosa nascosta viene gradualmente rivelata, la nuova era è ha avuto in izio con Rastafari. La condanna dell'arianesimo (sul piano dottrinale, ovviamente) è quindi confermata dal Re e l'Islam è, permettimi il paragone grossolano, piuttosto ariano. Le Chiese Ortodosse Orientali, che non so se è più corretto definirle Miofiste, Miofisiste o Miafiste perchè se finchè non venne il Duofismo manco c'era il problema, rifiutarono il Concilio di Calcedonia dove si divideva in due la natura di Cristo, che invece ha Due nature in Una perchè ci rendep artecipi della propria natura di Dio santificando la nostra.
Il canone biblico Etiope ha 4 o 5 libri in più ancora mai tradotti in Italiano e sulla Bibbia cattolica che ho in casa ci sono un po' di errori di traduzione ma non pregiudicano la comprensione delle scritture.
Le parole di Haile Selassie, che per noi hanno la stessa autorità del Vangelo, sono inequivocabili:
In Etiopia abbiamo una delle versioni più antiche della Bibbia, ma per quanto antica possa essere, in qualsiasi lingua possa essere tradotta, la Parola resta una ed unica. Essa trascende tutte le frontiere degli imperi e tutte le concezioni della razza. Essa è eterna.

Ricorderete certamente, leggendo gli Atti degli Apostoli, di come Filippo abbia battezzato il funzionario etiope; è il primo Etiope ad aver seguito Cristo ed a partire da quel giorno la parola di Dio ha continuato a crescere nel cuore degli Etiopi.

Da bambino, ho appreso con tutte le mie forze ad amare la Bibbia ed il mio amore per essa è cresciuto con il tempo. Attraverso tutti i miei problemi ho trovato in essa un infinito conforto. “Vengano a Me tutti coloro che sono vessati ed oppressi, Io darò loro riposo”. Chi può resistere ad un tal invito, ricco di compassione?

A motivo di questa personale esperienza con la Bibbia, ho compreso che tutti i miei compatrioti dovessero condividere questa benedizione e che leggendola avrebbero trovato la verità essi stessi. E’ per questo che ho commissionato una nuova traduzione dalla nostra lingua antica nella lingua che i giovani come gli anziani sono in grado di comprendere e parlare.

Oggi l’uomo vede tutte le sue speranze ed aspirazioni crollare davanti ai propri occhi, è perplesso e non sa dove si dirige. Deve comprendere che la Bibbia è il suo rifugio ed un fondamento per tutta l’umanità. In essa, egli troverà la soluzione alle proprie difficoltà presenti ed una guida per le proprie azioni future; senza accettare in piena coscienza la Bibbia ed il suo grande messaggio, nessuno può sperare di salvarsi.

Quanto a Me, Io Mi Glorifico nella Bibbia.


"senza accettare in piena coscienza la Bibbia ed il suo grande messaggio, nessuno può sperare di salvarsi." questo enunciato può sembrarti in contraddizione con la salvezza universale da noi predicata. riguardo ad essa, Jah non ne garantisce la possibilità solo a tutta la "gente del libro", anche un politeista che molto probabilmente crederà in un dio superiore agli altri può ottenere misericordia, anche un credente nel "Dio generico" ed anche chi non ha ancora trovato Dio, se Dio vuole. con qusto non devi chiederti perchè bisogna praticare la religione che si ritiene giusta se tanto van bene tutte, perchè conoscere la religione vera non rende piu giusti semmai carica di una responsabilità maggiore. Se senza conoscere la Bibbia nessuno può salvarsi, i non Cristiani si salveranno conoscendo Haile Selassie che è la Bibbia vivente, e voi Musulmani secondo noi Cristiani vi salvate perchè conoscete già Cristo spiritualmente e lo pregate almeno 5 volte al giorno anche se pensate non si sia incarnato e confondete il suo operato terreno con quello di un suo profeta solo umano. Onestamente non penso di commettere un delitto "rifiutando" l'Islam perchè le prove inconfutabili le trovo a favore del Cristianesimo ed agisco con sincerità nel credere alla morte di Isa e nel fare il Segno della Croce.
E mi rattristerei molto se Selassie avesse detto che chi non aderisce al Cristianesimo pur avendo avuto la possibilità di accettarlo va all'inferno e che il culto di chi sceglie un'altra religione non sara accettato, sennò dovrebbe essere dannato eternamente anche uno come Gandhi che è invece un fratello spirituale per InI Rasta.

Citazione:
Il sistema Cristiano è oggettivamente incoerente e le sue origini affondano in un torbido caos. Mentre la storia Islamica, dal Profeta Muhammad sallallahu alahi wa sallam oggi, è limipida e cristallina, e rifiutare di aderire ad essa non può che essere un atto di malafede, un volersi a tutti i costi tappare orecchie, occhi e cuore. Per questo non ci può essere misericordia per chi rifiuta l'Islam.

Non mi interessa convincere un Musulmano della veridicità del Cristianesimo a cui ho aderito perchè ritengo, per Grazia di Allah e non per meriti personali, di averne visto coi miei occhi, col mio spirito e col mio intelletto le prove inconfutabili. in accordo con gli insegnamenti della mia Bibbia che per voi è taroccata ho sempre considerato l'Islam una Via di Salvezza (ok che la via di salvezza è più il rapporto con Dio in sè ma la saggezza degli insegnamenti Islamici e l'obbedienza a quanto si ritiene rivelato è imprescindibile nel cammino di fede islamico come in quello di noi cristiani e l'Islam ha una tradizione rispettabile e affascinante oltre che edificante spiritualmente e socialmente)
Mi ha stupito leggere che "non ci può essere misericordia per chi rifiuta l'Islam", ok che Dio conosce le proprie Creature e può guidare e sviare chi vuole senza essere ingiusto conoscendo le intenzioni di tutti ma, senza voler offendere nessuno, oserei affermare che ritengo bizzarra una posizione del genere. Da Wikipedia: Pur difendendo il primato della propria identità, i Rastafariani sostengono che si pervenga alla salvezza mediante la Fede nel Divino e l'osservanza della morale naturale, aldilà delle posizioni teologiche e metafisiche: da questo procede il loro vivo interesse per gli altri culti, considerati, sempre in riferimento ad una frase di Hailé Selassié I, "vie del Dio vivente", che non è possibile giudicare. "Chi può resistere ad un tal invito, ricco di compassione?"

Citazione:
Detto questo se osservato dall'interno, qualsiasi sistema può assumere una parvenza di coerenza e verità. Il punto è che un sistema per essere realmente vero deve essere coerente non solo se osservato dal suo interno, ma anche se osservato dall'esterno.

Copio e incollo ari frammenti e spiegazioni di passi biblici da qualche sito cristiano perchè non ho piu sbatti di scrivere xd:

Perché c’è una sapienza e una potenza divine e una sapienza e potenza umane. L’apostolo Paolo aveva detto ai Corinzi di stare attenti, lui aveva portato a loro il messaggio della salvezza attraverso la croce che è follia e scandalo per i sapienti e i potenti di questo mondo (categorie alle quali non appartenevano la maggioranza dei corinzi), senza poggiare nella sapienza o potenza umane, ma nella sapienza e potenze divine; loro avevano creduto e erano stati salvati dalla fede in colui che era stato crocifisso dai potenti e dai saggi del mondo. Dice badate non vi lasciate ora sedurre da chi fa sfoggio di sapienza o potenza puramente umane, voi avete cominciato ad imparare una sapienza superiore che viene da Dio.



L’apostolo parla di una sapienza nascosta in Dio, che occhio non ha mai visto, ne orecchio sentito e che mai salì in cuore (nella mente) di nessuno, secondo una profezia di Isaia.E' questa sapienza nascosta qualcosa di diverso del messaggio centrale della croce? O sarà piuttosto una parola rivelata da Dio stesso attraverso lo Spirito Santo e che chiarisce e approfondisce il messaggio della croce? Questa sapienza è dunque una parola che chiarisce l'oscurità che avvolgeva la croce nel mezzodì, è una parola ascoltata all'ombra del legno infamante, è teologia theologia crucis, che toglie i veli che per secoli ci impedivano di contemplare il vol­to divino, ormai nudo e inerme sulla croce; parola che spiega che quella croce è sorgente di vita e di salvezza per noi. Questa sapienza è disprezzata come follia o scandalo, dalla sapienza e potenza umane, perché? Perché non riconoscono la sua logica, la sua gratuità, la sua indipendenza dal merito umano. La domanda dell’apostolo ai corinzi sarebbe questa: cosa vi ha salvato? La sapienza umana no, tra l’altro sono ben pochi quelli che possono vantare di essere saggi secondo il secolo; nemmeno la potenza umana, chi è il potente, chi è il saggio tra voi? Vi salvino allora con la loro potenza e sapienza dalla tenaglia della morte. Vi ha salvato invece l’opera nascosta di Dio nella croce.

Nella prefazione della Sua Autobiografia, scritta durante l'occupazione dell'Etiopia da parte dei fascisti e il Suo esilio volontario nella piccola cittadina inglese di Bath, l'Imperatore inaugura la descrizione delle propria storia personale con le seguenti parole:

Neppure l'impeto violento della pioggia scrosciante, dei torrenti in espansione e dei venti travolgenti saranno in grado di demolire una casa edificata su granito e solide fondamenta. Alcuni hanno scritto la storia della mia vita, rappresentando come verità quanto deriva in realtà dall'ignoranza, l'errore o l'invidia; non possono tuttavia rimuovere la verità dal luogo che le è proprio, per quanto tentino di farlo credere agli altri.

Per giungere alla visione autentica del Re, che è immagine di tutte le energie che da Lui si sono originate (Re-ggae compreso), è dunque necessario fronteggiare forze che si adoperano per oscurare e convincere nell'illusione, a vari gradi e in varie forme, non sempre moralmente gravi poiché a volte insinuate dalla falsa educazione e nell’assenza di consapevolezza.

Una miriade di cittadini, professori, sacerdoti, politici, artisti, mistici citano RasTafari, direttamente o indirettamente, emettendo giudizi “autorevoli” e producendo riflessioni di ogni sorta sino alla contraddizione completa, creando così un fitto brusio spirituale che scoraggia, respinge, disorienta, ma che proprio a motivo della sua apparente vaghezza e follia ci affascina e invita a indagare e sondare.

A questo proposito, il Signore indica 3 livelli di mistificazione - 3 veli, potremmo dire - che non sono affatto ostacoli reali, ma miraggi malvagi dotati di consistenza soltanto all'occhio superficiale e ineducato, ma che al tatto dell'intelligenza e della cultura si rivelano fumosi, psicologicamente deviati e facilmente penetrabili.

L'ignoranza possiamo debellarla attraverso lo studio e l'amore per la sapienza, che ci porta a ricercare in ogni direzione i luoghi che custodiscono la conoscenza di Lui e ad attingere con fatica e determinazione da queste fonti, senza trascurare nulla che possa indicarci il retto sentiero verso la Verità.

Con la guida di Dio troveremo intorno al Re una letteratura ed arte ricchissima in qualità e quantità, che ci riempirà di incanto e soddisferà la nostra sete, riflettendo pienamente la Sua Potenza ed Evidenza dinanzi agli occhi dell'uomo. L'errore lo disperderemo quando la nostra mente metterà in relazione tutte le idee e nozioni senza essere viziata da dogmi ideologici o rigidità interpretative, e svilupperemo così uno sguardo critico, in grado di discernere bene e male e vagliare il valore di ogni tesi e affermazione con oggettiva sobrietà.

L'invidia, invece, può essere sradicata soltanto con una profonda discesa introspettiva negli abissi della nostra anima, nella visione senza ipocrisie delle nostre brutture e distorsioni, e nella loro correzione attraverso la totale resa alla Maestà del Re e alla Sua Perfezione.

Ras significa "Capo", il luogo del nostro corpo che ospita la Corona, e il culto del Re ruota primariamente intorno al concetto di Regno e Regalità personale, che il fedele apprende dal modello rivelato da Dio nell'Imperatore.

Questa giusta sovranità è legata inevitabilmente, per vicinanza di significati,
alla capacità ed equità di giudizio che ognuno di noi ripone nella valutazione degli elementi dell'esistenza: uno dei Nomi del Re è Makonnen, che significa Giudice, e uno dei simboli del Regno Etiopico è proprio la Bilancia di Michele, emblema della precisione di Jah, in perfetto equilibrio tra i due estremi dell'Essere - l'Alfa e l'Omega, la Giustizia e la Misericordia - e così capace di stabilire il diritto senza mancanze. RasTafari desidera rendere questa Terra un Paradiso, un Regno di rettitudine così come lo era in principio, ispirando negli uomini quella coscienza regale che sola ci permette di vedere con perfetta lucidità tutte le cose, e ugualmente lo splendore del Suo Volto.
Nella Bibbia esiste il concetto di "guerra santa" (ad esempio in Gioele 4, 9), quello stesso che gli islamici accostano spesso alla parola "jihad", che significa letteralmente "sforzo". L'affermazione dell'Apostolo è particolarmente importante per inquadrare correttamente una tale dimensione, che i malvagi cercano sempre di strumentalizzare per criminalizzare il pensiero religioso o giustificare abomini terroristici e violenti che non hanno nulla a che fare con la fede, ma rientrano anch'essi nelle lotte di potere e nelle strategie politiche per l'affermazione individualistica e ambiziosa. Questa guerra è santa proprio perché non è diretta alla carne e al sangue, ma a sradicare ogni forma di malvagità spirituale in quanto causa profonda, invisibile della violenza, ed essa comincia in noi stessi, con l'identificazione dei nostri vizi, il superamento dei nostri spettri mentali e un'attiva rieducazione interiore. E tuttavia, il carattere spirituale di questo scontro non indebolisce affatto la sua dignità militare, poiché le potenze del regno dell'aria, come la Bibbia definisce gli spiriti malvagi, sono terribili tanto quanto quelle tangibili, e sono responsabili della degenerazione fisica delle contese e dispute. "Ras", secondo la tradizione etiopica, è un titolo nobiliare e guerriero, e il Rasta, come Bob Marley ha evidenziato concretamente, è chiamato a perpetuare sensatamente questa eredità.
Molte volte nella Bibbia si parla del Ricordo di Dio, come la forza mentale che preserva la nostra purezza e disciplina morale. Come la stessa etimologia ci suggerisce, il ricordo è il continuo rinnovamento del nostro cuore attraverso la concentrazione intellettuale sull'Origine di tutte le cose, che riassetta e riordina la nostra volontà verso di Essa. Il Ricordo è la venerazione di quel passato che è fondamento del nostro presente e guida per il futuro, è la connessione spirituale con quella radice, con il flusso della tradizione dei padri, che rende possibile il nostro mondo e la nostra identità attuali. Soltanto con questo senso di continuità che la memoria evoca dentro di noi possiamo attingere alla linfa di motivazione che ci dà la forza di combattere contro convinzioni radicate e ostilità feroci. In questo ricordo troviamo il Principio, che è al tempo stesso Matrice Originaria e Senso Morale, e che introduce la conoscenza di se stessi e la scelta determinante, virile, in favore della giustizia. Ras significa "Testa", ed è dunque chiaro che sia associato alla capacità di muoversi e agire nella dimensione mentale e dialettica (reasoning, da reason, ragione) che è il punto di contatto tra Spirito e Corpo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Lun Ott 08, 2012 3:37 am    Oggetto: Rispondi citando

Micael_Selassie ha scritto:
Ovviamente parlo di conversione all'Islam, dicono che quella di Rastafari abbia avuto luogo tra la deposizione del Suo governo e la Sua "morte". La famiglia di Selassie, per non scandalizzare gli Etiopi, avrebbe scelto di celebrare ugualmente un funerale cristiano e non spargere la voce del suo abbandono del Cristianesimo.


Ok.
Ma allora scusa...
La persona che tu ritieni la reincarnazione di Gesù (as) e "quindi" ("quindi" in base ai dogmi trinitari cristani) Dio, negli ultimi mesi/anni della sua vita terrena documentata avrebbe accettato come verità (convertendosi) la religione che afferma chiaramente:
-Che Dio è unico, non trino;
-Che il concetto di "trinità" è "shirk" (associazionismo) e "kufr" (miscredenza);
-Che Gesù (Pace su di lui) è "solo" un Profeta di Dio, un essere umano, non Dio né una delle "persone" di Dio;
-Che Gesù non è morto bensì asceso al cielo, e deve ancora ritornare sulla terra.

Se Selassie si è convertito all'Islam, ha con ciò dimostrato nel modo più chiaro possibile che lui stesso (Selassie) non credeva affatto di essere Gesù, né tantomeno di essere Dio.

Lui stesso avrebbe "capito" questo, e voi rastafariani che vi rifate così tanto a lui lo contraddite in maniera così manifesta?

...It doesn't make any sense!

Intanto sappiamo che il suo predecessore Iyasu V, aveva sì accettato l'Islam (e fu deposto proprio da Selassie anche sulla spienta dello "scandalo" delle gerarchie cristiane per la sua conversione).

Micael_Selassie ha scritto:
Non interpreto nulla in maniera forzata perchè la nostra interpretazione della Bibbia non cambia di una virgola rispetto a quella della Chiesa Ortodossa d'Etiopia,
che riteniamo abbia conservato la dottrina pura come insegnata dagli Apostoli e dalle prime comunità (in particolare per l'Etiopia San Matteo).


Il che però non è affatto dimostrabile, vista l'assenza delle catene di trasmissione cui ha accennato così bene la sorella Soroboru.

Micael_Selassie ha scritto:
infatti mi ha sempre colpito ma basta? tra l'altro il fatto che Selassie abbia definito Muhammad "un profeta" e non semplicemente "un uomo di sani principi, un simpaticone" è un bel mistero, se tieni conto che rifiutiamo qualsiasi forma di sincretismo religioso.


E infatti tu stesso dici che Selassie si sarebbe convertito all'Islam; lui stesso (se è vero) ha risolto il "puzzle", voi che aspettato a raggiungerlo? :-)

Micael_Selassie ha scritto:
baia ha scritto:
##I
#E' impossibile costruire una argomentazione valida che risponda alle domande e questioni sollevate nel Corano.

non ne sono convinto.. mi stai facendo venire in mente la sura della "sfida ai miscredenti" , quella dove "invita" anche a tentare di scrivere un testo sacro simile al Santo Corano.


Ho l'impressione tu abbia frainteso i versetti cui accenni.
Non si tratta di un invito, bensì di una sfida.
Allah sfida i miscredenti a comporre anche solo un versetto "simile" al Qur'an, e la loro incapacità (a tutt'oggi) di fare ciò è uno dei maggiori miracoli del Qur'an; è questo il miracolo dell'"inimitabilità" del Qur'an, di cui abbiamo già trattato qui:

The Miracolous and Inimitable Qur'an -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Micael_Selassie ha scritto:
Quest'ultima è oggettivamente falsa perchè è così per tante fedi religiose, compresa la mia.

Niente che confuti la veridicità dell'Islam da te sostenuto, ma se voi foste gli unici a non dare importanza a colore pelle, lingua ecc sarei diventato musulmano senza pensarci due volte o avrei fondato la seconda religione al mondo con pretese universalistiche dopo l'islam xD non è così come vedi


Aspetta, ma la religione Rastafari non era incentrata sulla questione razziale della liberazione degli schiavi africani e del loro ritorno in Africa etc etc?..

Micael_Selassie ha scritto:
Ma al di là di tutti sti discorsi sul cristianesimo e la seconda venuta, approfonditemi invece questo:
'soruburu ha scritto:
Non credete che il Profeta Muhammad (Sallallahu alahi wa sallam) sia l'ultimo profeta, sigillo dei profeti, migliore dei profeti, e questo per noi vi rende miscredenti e condannati all'Inferno =).


Vedi:

Requisiti Minimi per Accedere al Jannah - Hadrat Mufti Muhammad Taqi Uthmani -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



"Perennialismo", Guénon-ismo, validità altre religioni -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Micael_Selassie ha scritto:
Tutta la Bibbia parla solo della Trinità (che in Amarico si traduce "Selassie" non a caso), tutto il racconto dei quattro Evangelisti ha il fine di dimostrare che Gesù è Dio e di testimoniare che al Suo ritorno Isa non avrebbe più parlato in parabole ma in modo chiaro, tranne che su un argomento: la propria identità, che sarebbe stata annunciata dal suo nemico Mussolini e dai titoli della sua incoronazione (Leone di Giuda, ecc.). Haile Selassie non dichiarò mai di essere Gesù Cristo, infatti fu un umile Cristiano che, interrogato sul perchè non invitava i Rasta a smettere di idolatrarlo, rispondeva cose tipo "Chi sono io, per giudicare le loro credenze e intromettermi nella loro fede?" dimostrandosi Perfetto Uomo e Perfetto Dio. "Se non credete a Me, credete almeno alle Mie opere". Ad un giornalista che parlò delle milioni di persone sparse per il mondo che lo ritenevano Gesù Cristo, egli rispose che non si può adorare un uomo e di essere umano e mortale. una risposta perfettamente in linea con il vangelo, dove fattosi mortale come ogni altro uomo pur essendo l'unico a non peccare morì e risorse (mortale) dimostrando di non essere un semplice umano (non si può adorare un uomo)
In una intervista negò di essere la reincarnazione di Cristo e ciò è giusto perchè l'intervistatore aveva fatto un errore teologico, infatti Selassie è Cristo con lo stesso corpo morto e risorto due millenni addietro.Il nostro legame con Isa (cioè con Dio) non è fragile, lo preghiamo ogni giorno e lo vediamo pure in foto e video... ma in Zion i figli di Adamo ceneranno a tavola con il loro Creatore.


Insomma, un modo di ragionare tipo "voglio credere di tale persona X qualcosa e continuerò a crederlo qualunque cosa lui stesso dica, ed interpreterò anche le più chiari confutazioni di queste mie credenze provenienti dalla sua stessa bocca in modo tale da trovarne conferma ad ogni costo".

Ed è lo stesso problema del cristianesimo in generale: intestardirsi a credere a riguardo di Gesù (Pace su di lui) ciò che lui stesso non solo non ha mai affermato ma che ha anzi chiaramente negato.

Micael_Selassie ha scritto:
In questi versetti di San Giovanni, il Signor Tafari dichiara di essere Dio dando agli accusatori una risposta che è veritiera anche se si intende "Figlio di Dio" nel suo significato attribuibile ad ogni essere umano. Ovviamente non ha importanza per voi Musulmani, essendo una "bibbia taroccata" infatti anche volendo leggerla come testo che non parla di Trinità non si può dire che le lettere di San Paolo, allo stato attuale in cui ci sono pervenute, neghino la resurrezione di cui trattano esaustivamente e che infatti anche i Testimoni di Geova non negano. Cosa pensa l'Islam di San Paolo?


Ta-daaan!
Hai toccato il punto "cruciale".
Paolo-Saulo di Tarso, ovvero l'inventore del "cristianesimo" e del dogma trinitario e l'apostata (come era chiamato da molti apostoli di Gesù) del vero messaggio di Gesù.

Prova a fare una ricerca sul forum, ne abbiamo parlato diverse volte; ad esempio qui:

Corano, Torah, Vangeli. Manipolazione. -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Micael_Selassie ha scritto:
e voi Musulmani secondo noi Cristiani vi salvate perchè conoscete già Cristo spiritualmente e lo pregate almeno 5 volte al giorno anche se pensate non si sia incarnato e confondete il suo operato terreno con quello di un suo profeta solo umano.


Ti assicuro che noi Musulmano non preghiamo Gesù Cristo (Pace su di lui); preghiamo Colui che lui stesso (Gesù) pregava, ovvero il suo ed il nostro Dio.

Micael_Selassie ha scritto:
Onestamente non penso di commettere un delitto "rifiutando" l'Islam perchè le prove inconfutabili le trovo a favore del Cristianesimo ed agisco con sincerità nel credere alla morte di Isa e nel fare il Segno della Croce.


Non siamo noi a dire che "commetti un delitto", è Dio nel Suo ultimo messaggio che afferma chiaramente chi possa aspirare alla salvezza e chi no, quali siano i Suoi criteri.
Chiedi a Dio sinceramente di mostrarti la verità, leggi il Corano, leggi qualcosa sulla vita del Profeta , e se sei sincero la verità ti sarà chiara.
Se poi riterrari di non aver trovato "prove inconfutabili", nessuno ti costringerà a convertirti all'Islam lo stesso.
Ma ti assicuro che vale la pena approfondire.

Micael_Selassie ha scritto:
E mi rattristerei molto se Selassie avesse detto che chi non aderisce al Cristianesimo pur avendo avuto la possibilità di accettarlo va all'inferno e che il culto di chi sceglie un'altra religione non sara accettato, sennò dovrebbe essere dannato eternamente anche uno come Gandhi che è invece un fratello spirituale per InI Rasta.


Un servo di Dio desidera conoscere quale sia la volontà del Suo Signore ed accetta il Suo decreto.
Non "setaccia" tra gli ordini ed i comandi di Dio scegliendo solo ciò con cui è "d'accordo" o che gli "piace".
E' tutta questione di capire quale sia la verità e seguirla. Non di seguire ciò che si vorrebbe fosse la verità.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



L'ultima modifica di Sufi Aqa il Lun Ott 08, 2012 3:57 am, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Micael_Selassie
Matricola
Matricola


Registrato: 29/09/12 13:54
Messaggi: 15
Residenza: Legnano (MI)

MessaggioInviato: Lun Ott 08, 2012 7:49 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
La persona che tu ritieni la reincarnazione di Gesù (as) e "quindi" ("quindi" in base ai dogmi trinitari cristani) Dio, negli ultimi mesi/anni della sua vita terrena documentata avrebbe accettato come verità (convertendosi) la religione che afferma chiaramente:
Ras Tafari Makonnen non è la reincarnazione di Gesù, è Isa in carne e ossa con lo stesso corpo che risorse due millenni fa a seguito della sua esecuzione. Cristo risorge con un corpo eterno per primo in modo che tutti coloro che credono possano farlo.
Selassie non si è mai convertito all'Islam, dicono che lo abbia fatto poco prima della morte ma non potendo morire ed essendo ancora in vita seppur dichiarato morto... la notizia di una conversione che avvenne appunto in punto di morte non può essere vera.

Citazione:
Ho l'impressione tu abbia frainteso i versetti cui accenni.
Non si tratta di un invito, bensì di una sfida.
Allah sfida i miscredenti a comporre anche solo un versetto "simile" al Qur'an, e la loro incapacità (a tutt'oggi) di fare ciò è uno dei maggiori miracoli del Qur'an; è questo il miracolo dell'"inimitabilità" del Qur'an

Non ho frainteso e sono daccordo con te, dopotutto se Jah Rastafari lo ha definito "Santo" non mi stupisce che abbia qualcosa di miracoloso e misterioso sebbene l'espressione poteva benissimo riferirsi anche solo alla saggezza dei suoi insegnamenti.


Citazione:
Niente che confuti la veridicità dell'Islam da te sostenuto, ma se voi foste gli unici a non dare importanza a colore pelle, lingua ecc sarei diventato musulmano senza pensarci due volte o avrei fondato la seconda religione al mondo con pretese universalistiche dopo l'islam xD non è così come vedi


Citazione:
Aspetta, ma la religione Rastafari non era incentrata sulla questione razziale della liberazione degli schiavi africani e del loro ritorno in Africa etc etc?..

No, queste sono le menzogne di Babylon, Haile Selassie è Gesù Cristo e il suo ritorno è atteso da tutti i Cristiani, Egli stesso affermò dopo aver girato il mondo che "non ho trovato luogo in cui non vi fosse una Chiesa". Tutta la terra parlava una sola lingua ed era una sola nazione ovvero l'Etiopia prima che col crollo della torre di Babele si confondessero gli idiomi ecc quindi bianchi neri cinesi siamo tutti figli dell'Etiopia, siamo tutti discendenti africani e non ho bisogno di uscire dall'Italia per rempatriare in Etiopia perchè l' Etiopia è Cristo Selassie. Quella che tu hai citato (liberazione dell'Africa dal colonialismo, reimpatrio degli africani dispersi, ecc) non è una questione razziale ma sociale ed è un segno del Suo ritorno, una delle promesse che il Messia avrebbe adempiuto (nella Apocalisse di Giovanni il Santo descrisse anche la visita in Jamaica del Figlio dell'Uomo che viene dalle nuvole). L'attesa dell'instaurazione di una monarchia presieduta direttamente da Dio di cui secoli prima si fece portavoce Dante Alighieri, la cui “Commedia” fu recitata da Rastafari stesso in lingua italiana sulla RAI, assunse un tono di contemporaneità con la nascita in Jamaica del movimento noto come Etiopianismo. Il giornalista giamaicano Marcus Garvey, che ne fu il leader, promuoveva l'autoderminazione dei popoli e la lotta contro ogni forma di colonialismo e razzismo (che allora erano tra i principi fondamentali della cultura collettiva), invitando l'intera umanità ad attendere un imminente sovrano Etiope destinato a risanare le sorti di ogni nazione e individuo per l'eternità: la sua predicazione è stata paragonata dai Rasta a quella di Giovanni il Battista (infatti proprio come Battista annuncio il cristo e lo riconobbe per poi dubitarne).
“Lo sposo è colui al quale appartiene la sposa; ma l'amico dello sposo, che è presente e l'ascolta, esulta di gioia alla voce dello sposo. Ora questa mia gioia è piena. Lui deve Crescere, io devo diminuire.” (Giovanni 3,2)


Citazione:
Un servo di Dio desidera conoscere quale sia la volontà del Suo Signore ed accetta il Suo decreto.
Non "setaccia" tra gli ordini ed i comandi di Dio scegliendo solo ciò con cui è "d'accordo" o che gli "piace".
E' tutta questione di capire quale sia la verità e seguirla. Non di seguire ciò che si vorrebbe fosse la verità.

InI Rasta non setacciamo nulla dell'unica religione che è sempre esistita e l'unica che esisterà per sempre, la tradizione etiope è per noi Verità Assoluta.
Non ho scelto io di sapere che Gesù è il Figlio di Dio e che chi desidera imitarlo avrà la vita eterna, sotto certi punti di vista l'ho scoperto immeritatamente per la Sua misericordia
Non siete voi che avete scelto me, ma io ho scelto voi, e vi ho destinati a portare molto frutto, un frutto duraturo. Allora il Padre vi darà tutto quel che chiederete nel nome mio. [che è appunto Haile Selassie, "Potenza della Trinità"] 17Questo io vi comando: amatevi gli uni gli altri. 17Questo io vi comando: amatevi gli uni gli altri.

Citazione:
Ta-daaan!
Hai toccato il punto "cruciale".
Paolo-Saulo di Tarso, ovvero l'inventore del "cristianesimo" e del dogma trinitario e l'apostata (come era chiamato da molti apostoli di Gesù) del vero messaggio di Gesù.

hai ragione è proprio un punto chiave, abbiamo una visione opposta di Paolo:
Hoffman: Vostra Maestà Imperiale, cosa vi sembra che volesse indicare l’Apostolo Paolo mediante l’affermazione: “La fede opera mediante l’amore”?
Haile Selassie I: Tale affermazione di San Paolo non è affatto errata. Tutti sapete cosa fosse San Paolo ed in quali tipo di attività fosse coinvolto prima della sua conversione. In seguito, dopo la conversione, nutrì fede ed amore, e se così non fosse stato non sarebbe stato in rado di insegnar ciò nelle sue epistole. L’amore e la fede non son separabili l’uno dall’altra. Elaborazione di ciò è l’esposizione di San Paolo, che in una delle sue lettere parla dell’amore e della fede. Qualsiasi sforzo umano, se non è mosso dall’amore, può essere inutile agli occhi di Dio. Egli ci amò, e per nostro beneficio fu offerto come vittima; fu a motivo dell’amore e del Suo amore per noi che Egli portò a compimento un tale atto di bontà.


Citazione:
Micael_Selassie ha scritto:
e voi Musulmani secondo noi Cristiani vi salvate perchè conoscete già Cristo spiritualmente e lo pregate almeno 5 volte al giorno anche se pensate non si sia incarnato e confondete il suo operato terreno con quello di un suo profeta solo umano.


Ti assicuro che noi Musulmano non preghiamo Gesù Cristo (Pace su di lui); preghiamo Colui che lui stesso (Gesù) pregava, ovvero il suo ed il nostro Dio.

losoloso, non riportavo ciò che accade secondo la vostra dottrina, ma ciò che accade realmente secondo la mia cioè che le preghiere di chiunque vanno all'unico dio Gesù Cristo anche se uno lo prega chiamandolo motore immobile e non sa neanche cosa sia la trinità.

Citazione:
Insomma, un modo di ragionare tipo "voglio credere di tale persona X qualcosa e continuerò a crederlo qualunque cosa lui stesso dica, ed interpreterò anche le più chiari confutazioni di queste mie credenze provenienti dalla sua stessa bocca in modo tale da trovarne conferma ad ogni costo".

Ed è lo stesso problema del cristianesimo in generale: intestardirsi a credere a riguardo di Gesù (Pace su di lui) ciò che lui stesso non solo non ha mai affermato ma che ha anzi chiaramente negato.

Come hai ben visto il "problema" (o forse la soluzione?) sta nel Cristianesimo in generale, perchè anche un ateo che conosce le Sacre Scritture e la vita di Haile Selassie può testimoniare quanto il Tafarismo sia coerente con la storia, con la tradizione apostolica conservata in Etiopia e con la Bibbia... ovvio che se per voi Musulmani tale Bibbia è stata manipolata tale coerenza non corrisponde alla coerenza col reale messaggio di Allah.

Citazione:
Micael_Selassie ha scritto:
Onestamente non penso di commettere un delitto "rifiutando" l'Islam perchè le prove inconfutabili le trovo a favore del Cristianesimo ed agisco con sincerità nel credere alla morte di Isa e nel fare il Segno della Croce.


Non siamo noi a dire che "commetti un delitto", è [b]Dio nel Suo ultimo messaggio che afferma chiaramente chi possa aspirare alla salvezza e chi no,[/b] quali siano i Suoi criteri.
Chiedi a Dio sinceramente di mostrarti la verità, leggi il Corano, leggi qualcosa sulla vita del Profeta <img>, e se sei sincero la verità ti sarà chiara.
Se poi riterrari di non aver trovato "prove inconfutabili", nessuno ti costringerà a convertirti all'Islam lo stesso.
Ma ti assicuro che vale la pena approfondire.

Io ho ricevuto un altro messaggio, la "buona novella", rispetto la tua posizione anche se non mi ci riesco quasi nemmeno ad immedesimare. immagino che la credenza in questa "necessità assoluta e imprescindibile" dell'islam per chi è in condizioni di approfondirlo e accettarlo sia molto influente sulla vita quotidiana di un musulmano, sulla mia almeno lo sarebbe se lo fossi o se il cristianesimo affermasse cose simili (come quei cattolici che dicevano non ci fosse salvezza al di fuori della propria chiesa, contraddicendo St.Paolo).
Mi rattristerei non poco se fossi convinto che tutte le persone non cristiane che sapevano cos'è il cristianesimo ma non l'hanno approfondito o lo hanno approfondito senza però poi accettarlo andranno all'inferno. A me interessa che tutti cerchino Dio e desiderino servirlo, mi interessa meno convertire chi ha già il suo cammino spirituale ma ciò avviene perchè credo all'uguaglianza tra i fedeli di ogni culto ("God is no partial").


Citazione:
Intanto sappiamo che il suo predecessore Iyasu V, aveva sì accettato l'Islam (e fu deposto proprio da Selassie anche sulla spienta dello "scandalo" delle gerarchie cristiane per la sua conversione).

Poco importa lo scandalo delle gerarchie cristiane, Selassie non fece nessuna "rivolta anti-islamica" (Cristo è difensore della fede ortodossa ma difende anche tutte le altre fedi da qualsiasi discriminazione) e la faccenda del ("dimostratosi") poco musulmano Iyasu V è trattata anche nella Sua Autobiografia, dove chiarisce gli avvenimenti accaduti ed i propri intenti.

Citazione:
-Che il concetto di "trinità" è "shirk" (associazionismo)

Niente da ridire, ma mi viene da meditare sulla parola associazionismo e ai versi del corano sui cosiddetti associatori.
Selassie ha fondato l'Ethipian World Federation il cui nome è già tutto un programa (unificare il mondo sotto la paternità universale di Dio) da cui vengono tutte le prime mansions rastafariane. Il capo di una di queste mansion, Prince Emmanuel, che prima era un normale cristiano ha iniziato a dire di essere il "Cristo Nero in carne", titolo che spetta solo a Rastafari, dicendo che Selasse è incarnazione del PAdre e Marcus Garvey (che ha pure abbandonato il Tafarismo) dello Spirito Santo. Tutte eresie ovviamente.
Quindi... (EDIT: forse dato il forum erano meglio le foto dei disegni, sorry xD
mmmm... vado a cercarmi un topic riguardo il divieto immagini perchè l'avatar di sorubutu con un disegno mi ha fatto venire un dubbio...)

[Premessa: "La Necessità di Evitare Interpretazioni Personali sul Qur'an"

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



3 persone in 1 = TRINITA' ORTODOSSA: (che non contraddice l'unicità di Dio che non condivide la propria divinità con nessuno se non per la limitata ragione umana):
(...-clip)
3 persone in 3 "dei" = TRINITA' DEGLI ASSOCIATORI:
(...-clip)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Mar Ott 09, 2012 9:01 pm    Oggetto: Rispondi citando

Uhm, devo ammettere di aver decisamente perso il filo del discorso...

Tornando a noi, se hai qualche altra domanda sull'Islam, siamo a tua disposizione insha'Allah!

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Micael_Selassie
Matricola
Matricola


Registrato: 29/09/12 13:54
Messaggi: 15
Residenza: Legnano (MI)

MessaggioInviato: Mer Ott 10, 2012 6:33 am    Oggetto: Rispondi citando

'Umar Waziristani ha scritto:
Uhm, devo ammettere di aver decisamente perso il filo del discorso...

Tornando a noi, se hai qualche altra domanda sull'Islam, siamo a tua disposizione insha'Allah!

eh si, il discorso si sta diramando troppo.
Comunque mi sorge un quesito: se l'Islam è ritenuto l'unica religione in grado di condurre alla salvezza per chi ha avuto occasione di conoscerlo e accettarlo, per qual ragione la vostra Legge Sacra considera lecito il matrimonio tra un musulmano e una giudea/cristiana?
so che è una pratica tutt'altro che consigliata soprattutto se non si è in uno stato islamico ma al di là di tutto perchè un musulmano dovrebbe unirsi a una donna condannata all'inferno? penso che il rapporto di coppia potrebbe essere una occasione per fare dawah e che una rastafariana non penserebbe mai che i suoi figli andranno all'inferno perchè musulmani... visto che, da quanto ho capito, la donna che viene dalla "gente del libro" deve rinunciare ad insegnare la pratica della propria religione ai figli, ed ora che ho approfondito col vostro aiuto la concezione islamica dei requisiti per il jannah capisco che tale precetto ha molto senso ma non basta a far luce sui miei dubbi.
Sposarsi con una persona destinata all'inferno (perchè se vivi tutti i giorni con in casa un marito muslim sincero e praticante/penitente non puoi certo dire ad Allah "non ho avuto occasione di conoscere bene l'Islam") non è una possibile fonte di sofferenza per un credente, se lei non si converte?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Rapporti con Altre Religioni e Ideologie, Confutazioni, etc. Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo
Pagina 5 di 6

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 6.361