Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Tariqa Jerrahi-helveti

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sette, gruppi, correnti e confutazioni
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Ven Gen 19, 2018 5:00 pm    Oggetto: Ads

Top
Shaima'
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 24/12/11 23:28
Messaggi: 6

MessaggioInviato: Mar Gen 24, 2012 1:09 pm    Oggetto: Tariqa Jerrahi-helveti Rispondi citando

As-salamu 'alaikum wa rahmatuLlah!

Ho provato ad usare la funzione ricerca, ma non ho trovato quel che cercavo.. Vorrei avere qualche informazione, anche solo generale, sulla tariqa Jerrahi-helveti ed in particolare sul rappresentante italiano di cui non ricordo il nome ma che so essere a Milano. Ho letto cose interessanti (ovviamente non in senso positivo) su Mendel qui nel forum, però volevo qualche dettaglio riguardo il muqaddam italiano.

Spero di aver postato nella sezione giusta, ero solita leggere più che scrivere.

Jazakumu Allahu khairan!

Fi amaniLlah.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Mar Gen 24, 2012 2:30 pm    Oggetto: Re: Tariqa Jerrahi-helveti Rispondi citando

Shaima' ha scritto:
As-salamu 'alaikum wa rahmatuLlah!

Ho provato ad usare la funzione ricerca, ma non ho trovato quel che cercavo.. Vorrei avere qualche informazione, anche solo generale, sulla tariqa Jerrahi-helveti ed in particolare sul rappresentante italiano di cui non ricordo il nome ma che so essere a Milano. Ho letto cose interessanti (ovviamente non in senso positivo) su Mendel qui nel forum, però volevo qualche dettaglio riguardo il muqaddam italiano.

Spero di aver postato nella sezione giusta, ero solita leggere più che scrivere.

Jazakumu Allahu khairan!

Fi amaniLlah.


Wa `alaykum assalam wa rahmatullahi wa barakatuh.

Chi è l'attuare muqaddam/khalifah italiano, dopo la morte di Mandel, Mohsen Mouelhi? Non lo conosco e non so nulla di lui, ma se il suo "Shaykh" era Mandel, ne starei ben lontano, almeno fintanto che non faccia ruju` delle eresie propagandate dal suo "maestro".

Le turuq, fondamentalmente e di per sé, vanno tutte bene (tranne casi estremi come i Bektashi, etc.); bisogna vedere però lo Shaykh che in un determinato contesto le rappresenta.

Ad esempio, in Italia abbiamo il problema che il 99% dei "rappresentanti" italiani di turuq di per sé nobilissime ed assolutamente ortodosse, rientrano in una di queste categorie:

1. Perennialisti/guénoniani (batiniti che sostengono la "validità salvifica" di altre religioni al di fuori dell'Islam e varie altre dottrine di kufr).
2. "Fricchettoni New-Age" (poca o nessuna importanza alla Shari`ah, "sufismo" usato come maschera per veicolare paccottaglia e idee specificamente moderne e moderniste sul "benessere psico-fisico", "armonia corpo, mente ed anima", etc.).
3. Coloro che riducono il piano spirituale al piano psicologico-mentale (viene qui in mente proprio Mandel).
4. Innovatori e lassisti di ogni risma, e spesso anche elementi filo-governativi dei governi tirannici nei "paesi Musulmani".
5. Chi ha a che fare con magia (sihr) e jinn..

Per tutte queste ragioni, è essenziale valutare ogni caso ed ogni Shaykh, uno ad uno, sul metro della Shari`ah; di quale tariqah ognuno faccia parte, è relativamente secondario.

Al limite, rivolgersi all'estero, se non si trova nulla di ortodosso, affidabile e compatibile.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Shaima'
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 24/12/11 23:28
Messaggi: 6

MessaggioInviato: Dom Gen 29, 2012 8:29 pm    Oggetto: Re: Tariqa Jerrahi-helveti Rispondi citando

Taliban Zindabad ha scritto:
Shaima' ha scritto:
As-salamu 'alaikum wa rahmatuLlah!

Ho provato ad usare la funzione ricerca, ma non ho trovato quel che cercavo.. Vorrei avere qualche informazione, anche solo generale, sulla tariqa Jerrahi-helveti ed in particolare sul rappresentante italiano di cui non ricordo il nome ma che so essere a Milano. Ho letto cose interessanti (ovviamente non in senso positivo) su Mendel qui nel forum, però volevo qualche dettaglio riguardo il muqaddam italiano.

Spero di aver postato nella sezione giusta, ero solita leggere più che scrivere.

Jazakumu Allahu khairan!

Fi amaniLlah.


Wa `alaykum assalam wa rahmatullahi wa barakatuh.

Chi è l'attuare muqaddam/khalifah italiano, dopo la morte di Mandel, Mohsen Mouelhi? Non lo conosco e non so nulla di lui, ma se il suo "Shaykh" era Mandel, ne starei ben lontano, almeno fintanto che non faccia ruju` delle eresie propagandate dal suo "maestro".

Le turuq, fondamentalmente e di per sé, vanno tutte bene (tranne casi estremi come i Bektashi, etc.); bisogna vedere però lo Shaykh che in un determinato contesto le rappresenta.

Ad esempio, in Italia abbiamo il problema che il 99% dei "rappresentanti" italiani di turuq di per sé nobilissime ed assolutamente ortodosse, rientrano in una di queste categorie:

1. Perennialisti/guénoniani (batiniti che sostengono la "validità salvifica" di altre religioni al di fuori dell'Islam e varie altre dottrine di kufr).
2. "Fricchettoni New-Age" (poca o nessuna importanza alla Shari`ah, "sufismo" usato come maschera per veicolare paccottaglia e idee specificamente moderne e moderniste sul "benessere psico-fisico", "armonia corpo, mente ed anima", etc.).
3. Coloro che riducono il piano spirituale al piano psicologico-mentale (viene qui in mente proprio Mandel).
4. Innovatori e lassisti di ogni risma, e spesso anche elementi filo-governativi dei governi tirannici nei "paesi Musulmani".
5. Chi ha a che fare con magia (sihr) e jinn..

Per tutte queste ragioni, è essenziale valutare ogni caso ed ogni Shaykh, uno ad uno, sul metro della Shari`ah; di quale tariqah ognuno faccia parte, è relativamente secondario.

Al limite, rivolgersi all'estero, se non si trova nulla di ortodosso, affidabile e compatibile.



As-salamu 'alaikum, wa jazaka Allahu khairan per la risposta fratello.
Riguardo Mendel e il muqaddam italiano, concordo appieno e non credo di aver bisogno di sapere altro.
Per quel che riguarda il discorso generale sulle turuq in Italia, devo ammettere che la tua risposta mi ha un po' spiazzata. Dire che il 99% dei rappresentanti italiani rientrano in quelle categorie non significa forse che praticamente o ci rivolgiamo all'estero o finiamo col seguire perennialisti, fricchettoni, lassisti o kuffar? O in quell'1% rientrano più rappresentanti (che comunque si contano sulle dita di una mano) che per quel che ho potuto vedere non fan parte di nessuna di queste categorie, ma fanno, anzi, un grande ijtihad nell'essere importanti punti di riferimento per noi italiani e si tengono ancorati alla sana ortodossia delle loro turuq?
Ed essere "guenoniani" (per quanto non ami questo genere di etichette), mi verrebbe da dire che non implica necessariamente essere perennialisti, na'udhubiLlah! C'è chi leggendo Guenon devia, finendo col credere ad una Tradizione primordiale in cui bene o male rientrano ancora oggi tutte le tradizioni, e chi lo legge con la testa e gli strumenti dottrinali adatti. No?

Wassalamu 'alaikum wa rahmatuLlah!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Lun Gen 30, 2012 12:55 am    Oggetto: Re: Tariqa Jerrahi-helveti Rispondi citando

Shaima' ha scritto:
Per quel che riguarda il discorso generale sulle turuq in Italia, devo ammettere che la tua risposta mi ha un po' spiazzata. Dire che il 99% dei rappresentanti italiani rientrano in quelle categorie non significa forse che praticamente o ci rivolgiamo all'estero o finiamo col seguire perennialisti, fricchettoni, lassisti o kuffar?


Più o meno sì.. Forse non ho tenuto conto delle dovute proporzioni numeriche, ed invece di 99% avrei dovuto dire... 98%? 95%? Comunque, siamo lì, ed il panorama - per quanto ho potuto vedere - è quello sopra descritto.

Shaima' ha scritto:
O in quell'1% rientrano più rappresentanti (che comunque si contano sulle dita di una mano) che per quel che ho potuto vedere non fan parte di nessuna di queste categorie, ma fanno, anzi, un grande ijtihad nell'essere importanti punti di riferimento per noi italiani e si tengono ancorati alla sana ortodossia delle loro turuq?


Forse hai avuto la "fortuna" di conoscere persone delle quali io invece non ho notizia e non conosco; la mia stima si basa unicamente sulla mia personale esperienza e ciò che ho avuto modo di vedere e sentire in Italia, personalmente e tramite altri fratelli.

Oppure abbiamo diverse impressioni sull'effettiva ortodossia di questi rappresentanti che forse rientrano in questo ipotetico 1%!

Comunque, numeri a parte, mantengo certo la possibilità teorica che vi siano rappresentati ortodossi in Italia, con una comprensione ortodossa del Tasawwuf e della Shari`ah; ma per quanto ho visto, la cosa più sicura è rivolgersi all'estero.

E non perché all'estero siano tutti ortodossi belli e bravi ed invece il problema è solo italiano; piuttosto, il problema riguarda gran parte di ciò che ai giorni nostri vada sotto il nome di "Tasawwuf" in tutto il mondo, compresi molti paesi Musulmani - ad eccezione del perennialismo vero e proprio, che è un fenomeno unicamente europeo - ed in Italia purtroppo sembra esserci una collezione del peggio disponibile sul "mercato".

Shaima' ha scritto:
Ed essere "guenoniani" (per quanto non ami questo genere di etichette), mi verrebbe da dire che non implica necessariamente essere perennialisti, na'udhubiLlah!


No?
Allora probabilmente non si è "guénoniani", ma semplicemente "persone che hanno letto (anche) Guénon", ed hanno rifiutato ciò che nelle sue opere contrasti con la dottrina islamica (quella vera, classica, non quella "sintetizzata" da Guénon stesso o ri-tradotta dai suoi seguaci).

Shaima' ha scritto:
C'è chi leggendo Guenon devia, finendo col credere ad una Tradizione primordiale in cui bene o male rientrano ancora oggi tutte le tradizioni, e chi lo legge con la testa e gli strumenti dottrinali adatti. No?


Io direi semmai che c'è chi legge Guénon (e si limita a leggerlo), e da lui prende solamente quanto compatibile con un `aqidah islamica, e rigetta tutto il resto.

Mentre invece tra chi segue Guénon (i "guénoniani" veri e propri), devo ancora conoscerne uno che abbia un'`aqidah islamica ortodossa. O potrei spingermi a dire, "uno solo che sia Musulmano".

E lo dico da passato lettore di una ventina di opere di Guénon (mi mancavano solo due-tre libri), più diversi altri libri dei suoi seguaci. E da Musulmano che ha fatto ruju` di qualsiasi dottrina che confligga con l'Islam, da chiunque sia stata espressa.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
FV
Affezionato
Affezionato


Registrato: 25/12/11 22:15
Messaggi: 40

MessaggioInviato: Ven Mag 25, 2012 7:10 pm    Oggetto: Re: Tariqa Jerrahi-helveti Rispondi citando

'Umar Mujaddidi ha scritto:
Shaima' ha scritto:
As-salamu 'alaikum wa rahmatuLlah!

Ho provato ad usare la funzione ricerca, ma non ho trovato quel che cercavo.. Vorrei avere qualche informazione, anche solo generale, sulla tariqa Jerrahi-helveti ed in particolare sul rappresentante italiano di cui non ricordo il nome ma che so essere a Milano. Ho letto cose interessanti (ovviamente non in senso positivo) su Mendel qui nel forum, però volevo qualche dettaglio riguardo il muqaddam italiano.

Spero di aver postato nella sezione giusta, ero solita leggere più che scrivere.

Jazakumu Allahu khairan!

Fi amaniLlah.


Wa `alaykum assalam wa rahmatullahi wa barakatuh.

Chi è l'attuare muqaddam/khalifah italiano, dopo la morte di Mandel, Mohsen Mouelhi? Non lo conosco e non so nulla di lui, ma se il suo "Shaykh" era Mandel, ne starei ben lontano, almeno fintanto che non faccia ruju` delle eresie propagandate dal suo "maestro".

Le turuq, fondamentalmente e di per sé, vanno tutte bene (tranne casi estremi come i Bektashi, etc.); bisogna vedere però lo Shaykh che in un determinato contesto le rappresenta.

Ad esempio, in Italia abbiamo il problema che il 99% dei "rappresentanti" italiani di turuq di per sé nobilissime ed assolutamente ortodosse, rientrano in una di queste categorie:

1. Perennialisti/guénoniani (batiniti che sostengono la "validità salvifica" di altre religioni al di fuori dell'Islam e varie altre dottrine di kufr).
2. "Fricchettoni New-Age" (poca o nessuna importanza alla Shari`ah, "sufismo" usato come maschera per veicolare paccottaglia e idee specificamente moderne e moderniste sul "benessere psico-fisico", "armonia corpo, mente ed anima", etc.).
3. Coloro che riducono il piano spirituale al piano psicologico-mentale (viene qui in mente proprio Mandel).
4. Innovatori e lassisti di ogni risma, e spesso anche elementi filo-governativi dei governi tirannici nei "paesi Musulmani".
5. Chi ha a che fare con magia (sihr) e jinn..

Per tutte queste ragioni, è essenziale valutare ogni caso ed ogni Shaykh, uno ad uno, sul metro della Shari`ah; di quale tariqah ognuno faccia parte, è relativamente secondario.

Al limite, rivolgersi all'estero, se non si trova nulla di ortodosso, affidabile e compatibile.


Salam alaykum, sono tornata.
Fratello 'Umar hai fatto un'ottima sintesi della realtà e quoto ogni singola frase che hai scritto in questo post. Chiunque abbia occhi aperti e conoscenza adeguata delle dottrine e degli ambienti se ne può accorgere. Ma a certa gente non piace avere la verità sbattuta in faccia, e al coraggioso di turno che osa denunciare lo status quo danno del wahabita, arrogante, fariseo...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Lun Mag 28, 2012 1:12 am    Oggetto: Re: Tariqa Jerrahi-helveti Rispondi citando

FV ha scritto:
Salam alaykum, sono tornata.
Fratello 'Umar hai fatto un'ottima sintesi della realtà e quoto ogni singola frase che hai scritto in questo post. Chiunque abbia occhi aperti e conoscenza adeguata delle dottrine e degli ambienti se ne può accorgere. Ma a certa gente non piace avere la verità sbattuta in faccia, e al coraggioso di turno che osa denunciare lo status quo danno del wahabita, arrogante, fariseo...


Wa `alaykum assalam wa rahmatullahi wa barakatuh, benritrovata,

Esattamente.

La "Wahhabi card" è un po' il corrispettivo della "Hitler card" che viene usata in politica per zittire qualsiasi oppositore.
Poi, dall'altra parte usano la "Sufi card". :-)

In momenti come questi torna sempre in mente la famosa citazione di Hamza Yusuf...

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Anonymous
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/09/12 20:11
Messaggi: 135
Residenza: XXX

MessaggioInviato: Gio Nov 01, 2012 7:00 pm    Oggetto: Rispondi citando

...


L'ultima modifica di Anonymous il Gio Nov 22, 2012 11:09 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Mer Nov 14, 2012 4:41 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ismail Alessandro ha scritto:
Purtroppo sembra che ci sia una degenerazione dell'ordine Jerrahi Helvetii in Italia... ho trovato una affermazione dell'attuale Khalifa in risposta ad un utente su internet... non voglio denigrare nessuno, ma noto una grande distanza tra il pensiero di Mevlana Jalaluddin al Rumi e Pir Nurettin Jerrahi econ quello di queste persone che sostengono di rappresentarli.
Leggete voi stessi cosa afferma:

voglio precisare che sono agnostico, ma vorrei sapere se dal punto di vista sufi la religione islamica rappresenta un fatto unico ed assoluto e se l'islam è d'accordo col punto di vista sufi
R) Lei pone una domanda solo per sentirsi esplicitare una risposta che già presuppone. Di assoluto c'è solo Dio e la religione islamica, come qualsiasi religione, ha avuto una nascita, uno sviluppo ed avrà una fine. Il Corano in più punti sottolinea come le religioni siano adattamenti ai luoghi ed ai tempi della stessa esigenza metafisica umana, o se si vuole, dell'eterno richiamo del principio. Non esiste dunque un punto di vista islamico ed uno sufi come non esiste uno cristiano ed uno francescano, la distinzione è solo qualitativa. Se i rappresentanti di una religione ritenessero di essere gli unici depositari della verità e che l'essenza del loro credo sia unica ed irripetibile bloccherebbero il dialogo con le altre religioni , la loro stessa evoluzione interiore e soprattutto darebbero dei limiti a Dio che è oltre la stessa infinità


Hahahaha!

Che personaggi che al giorno d'oggi si sono ricamati addosso il titolo di "Shaykh"!...

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
xxxxx
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 26/08/13 21:26
Messaggi: 169
Residenza: Madhhab: Hanafi Aqeedah: Ashari

MessaggioInviato: Lun Ott 21, 2013 11:23 pm    Oggetto: Rispondi citando

il dialogo continua così

UTENTE Ma questo non significa fare di tutte le erbe un mazzo tipo new age? Mi sembra giusto difendere la propria religione dal livellamento con le altre-

RISPOSTA Ma lei non si dichiarava agnostico? La sua è la classica reazione dell'integralista. Accettare di essere parti di un insieme laddove ogni parte ha la sua ben precisa identità, come strumenti in una orchestra, non significa confondersi. Questo vale per le religioni ed è un obbligo per il musulmano dato che egli è tenuto a seguire il Corano (che non è un testo new age ma sigillo di tutti gli insegnamenti precedenti ). L'alternativa è la guerra, l'intolleranza, l'ignoranza e la follia di sentirsi gli unici portatori della verità in nome del proprio modo di concettualizzare Dio. Immagini una riunione di rappresentanti delle varie religioni con ognuno in testa, tipo fumetto, questo pensiero: " io ho la verità e questi poveri disgaziati non lo sanno..." oppure : "qui c'è chi crede di portare la verità e mi crede un povero disgraziato". Ma il pensiero suggerito dai fondatori delle religioni e non dalla codificazione posteriore è sempre: "c'è del bene in me e negli altri, c'è continuamente qualcosa da scoprire insieme e che ci unisce, sopratutto il sentire qualcosa che trascende le nostre religioni..."


Queste affermazioni sono gravissime... non solo questo sheikh gioca la Wahhabi card contro un ateo, ma sostiente che l'Islam non sia la Verità ed è pronto a chiamare integralisti tutti coloro che non la pensano come lui...
Top
Profilo Invia messaggio privato
xxxxx
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 26/08/13 21:26
Messaggi: 169
Residenza: Madhhab: Hanafi Aqeedah: Ashari

MessaggioInviato: Lun Ott 21, 2013 11:30 pm    Oggetto: Rispondi citando

e non finisce qui con le sue dichiarazioni.

DOMANDA Quindi il Sufismo è un frutto dell'Islam?

RISPOSTA Il sufismo nasce con l'uomo, con le sue esigenze spirituali ed evolutive, e specificamente nello sciamanesimo. "Noi bevemmo vino prima che la vigna fosse piantata" quando per vigna molti sufi intendono l'Islam. Ed è nell'Islam che si è organizzato storicamente, adattandosi ai tempi e agli spazi, poiché in esso ha trovato la terrestrità , la base capace di appoggiare l'universalità, l'evoluzione che caratterizza lo spirito del sufismo. Il profeta è egli stesso il modello del sufi perfetto. Peraltro il sufismo annovera tra i maestri figure fuori dell'Islam come Plotino appunto perchè, come dice il Corano, ogni terra ha avuto il suo messaggero. L'amore per la scienza, per l'arte, per la cultura che nutre il sufi non ha confini ed è lo stesso Corano che incita a cercare il sapere fino in Cina, ossia oltre tutti i confini.


A me non piace mettere in dubbio l'iman di una persona e non lo faccio neanche in questo post... ognuno si faccia la sua idea su ciò che è l'ordine Jerrahi in Italia.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Mar Ott 22, 2013 7:27 pm    Oggetto: Rispondi citando

xxxxx ha scritto:
A me non piace mettere in dubbio l'iman di una persona e non lo faccio neanche in questo post... ognuno si faccia la sua idea su ciò che è l'ordine Jerrahi in Italia.


(Con riferimento ancor di più alle citazioni precedenti che a queste ultime due), ci sono casi di kufr talmente esplicito che è più rischioso il non mettere in dubbio il kufr di qualcuno/qualcosa, piuttosto che il metterlo in dubbio!
Nel senso che è talmente palese ed inequivocabile che non si può non definirlo tale, pena il "rischiare" nel senso opposto!

Si veda pure:

Il Takfir ed i Due "Opposti Estremismi" al Riguardo -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.


_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sette, gruppi, correnti e confutazioni Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 3.115