Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Apertura di una grande chiesa in Qatar
Vai a 1, 2  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Islamofobia: bufale, repressione, terrorismo anti-islamico e propaganda
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Gio Feb 22, 2018 10:08 pm    Oggetto: Ads

Top
NADIA R.
Disattivato
Disattivato


Registrato: 19/01/09 15:51
Messaggi: 799

MessaggioInviato: Sab Dic 04, 2010 3:00 pm    Oggetto: Apertura di una grande chiesa in Qatar Rispondi citando

In questi giorni è stata inaugurata la costruzione della più grande chiesa del Medio Oriente nello stato del Qatar.
A questa inaugurazione hanno partecipato i rappresentanti di tutti gli stati occidentali compreso il rappresentante del vaticano che ha ringraziato il Qatar di questo bellissimo dono fatto ai cristiani che è costato 160 milioni di dollari per una costruzione di grande estensione, che nemmeno la più grande moschea del Qatar riesce a raggiungere.
Questo regalo è stato fatto dopo tutta una serie avvenimenti che hanno caratterizato gli ultimi anni:
la guerra in Iraq, la guerra in Afganistan con tutta la distruzione, comprese le moschee, e tutte le violenze sui civili che sono state provocate, fino ad arrivare alle leggi contro l'islam negli stati occidentali e gli insulti al nostro Profeta leggittimati in alcuni stati, inoltre mai abbiamo sentito dai rappresentanti cristiani una minima difesa dei musulmani.
Questo investimento è stato fatto senza la minima considerazione dello stato di povertà in cui vivono milioni di musulmani nel mondo, anche se bisogna considerare che se qualcuno cerca di organizzarsi per mandare aiuti umanitari in questi paesi, viene incriminato come finanziatore del terrorismo islamico.

Comunque il Qatar è stato ringraziato per questo regalo ed è stato portato ad esempio di paese che porta avanti il dialogo tra le religioni, e non dimentichiamo che come ricompensa è stata accettata la sua candidatura come paese organizzatore del campionato di calcio del 2016.

Questi leader degli stati musulmani spendono i soldi che appartengono ai musulmani, in progetti che sono contrari alla nostra religione, non considerando affatto gli hadit del Profeta saws che diceva:
"... fate uscire i miscredenti dalla penisola ... "
in un altro hadit diceva:
" ... non possono stare due religioni nella penisola ... "

لا حول ولا قوة إلا بالله !!

لعنة الله على الظالمين
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
CALIBRO9
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/05/10 01:18
Messaggi: 155

MessaggioInviato: Sab Dic 04, 2010 4:07 pm    Oggetto: Re: Apertura di una grande chiesa in Qatar Rispondi citando

NADIA R. ha scritto:
In questi giorni è stata inaugurata la costruzione della più grande chiesa del Medio Oriente nello stato del Qatar.
A questa inaugurazione hanno partecipato i rappresentanti di tutti gli stati occidentali compreso il rappresentante del vaticano che ha ringraziato il Qatar di questo bellissimo dono fatto ai cristiani che è costato 160 milioni di dollari per una costruzione di grande estensione, che nemmeno la più grande moschea del Qatar riesce a raggiungere.
Questo regalo è stato fatto dopo tutta una serie avvenimenti che hanno caratterizato gli ultimi anni:
la guerra in Iraq, la guerra in Afganistan con tutta la distruzione, comprese le moschee, e tutte le violenze sui civili che sono state provocate, fino ad arrivare alle leggi contro l'islam negli stati occidentali e gli insulti al nostro Profeta leggittimati in alcuni stati, inoltre mai abbiamo sentito dai rappresentanti cristiani una minima difesa dei musulmani.
Questo investimento è stato fatto senza la minima considerazione dello stato di povertà in cui vivono milioni di musulmani nel mondo, anche se bisogna considerare che se qualcuno cerca di organizzarsi per mandare aiuti umanitari in questi paesi, viene incriminato come finanziatore del terrorismo islamico.

Comunque il Qatar è stato ringraziato per questo regalo ed è stato portato ad esempio di paese che porta avanti il dialogo tra le religioni, e non dimentichiamo che come ricompensa è stata accettata la sua candidatura come paese organizzatore del campionato di calcio del 2016.

Questi leader degli stati musulmani spendono i soldi che appartengono ai musulmani, in progetti che sono contrari alla nostra religione, non considerando affatto gli hadit del Profeta saws che diceva:
"... fate uscire i miscredenti dalla penisola ... "
in un altro hadit diceva:
" ... non possono stare due religioni nella penisola ... "

لا حول ولا قوة إلا بالله !!

لعنة الله على الظالمين

cara nadia i sacrifici per la pace si fanno insieme non puoi gridare allo scandalo per una chiesa in qatar e poi pretendere che i cristiani ti facciano fare moschee in italia come giusto che sia ,e poi non e vero che i cristiani non aiutano i musulmani in africa ci sono migliaia di missioni cristiane che aiutano i musulmani ,,,,ti devo ricordare gli attacchi alla chiesa nestoriana in iraq oppure in egitto ,come disse il signore gesu prima di togliere la pagliuzza dagli occhi di tuo fratello togliti la trave che e nei tuoi

_________________
"Bismilabi wal-ibni war-ruhi-l-quddus, ALLAH WAHID!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Dom Dic 05, 2010 7:14 am    Oggetto: Re: Apertura di una grande chiesa in Qatar Rispondi citando

CALIBRO9 ha scritto:
cara nadia i sacrifici per la pace si fanno insieme non puoi gridare allo scandalo per una chiesa in qatar e poi pretendere che i cristiani ti facciano fare moschee in italia come giusto che sia


Io vorrei chiarire un punto a questo riguardo.

Come Musulmano non mi appello ad alcun "diritto internazionale" o ad alcuna "costituzione", né pretendo alcunché.

Quello che mi limito a fare è constatare e denunciare l'ipocrisia: noto che la Costituzione italiana prevede teoricamente la libertà di culto, di religione, di associazione, e vedo che però nella realtà questi diritti non vengono concessi fino in fondo, o sempre meno, e da questo traggo le contraddizioni.

Se domani il governo dichiaresse che il Cristianesimo è la religione di Stato in Italia, e che tutte le altre religioni sono bandite in questo paese, lo accetterei, farei le valigie, e me ne andrei altrove, fino a che la mia sicurezza non venga violata (ed in tal caso mi difenderei), perchè ritengo legittimo dal punto di vista di un cristiano, ed in piena, completa continuità storica con l'atteggiamento storicamente realizzatosi del cristianesimo nei confronti delle altre confessini religiose; e non mi appellerei ad alcun principio di "laicità", di "diritti umani" o di "costituzione", perchè non li riconosco né mi interessano.

Quando mi lamento per il fatto che non ci lasciano costruire le moschee in Italia, non lo faccio perchè lo ritengo un "diritto umano" capitalisticamente necessario alla pace sociale nel supermercato delle religioni trattate come simpatici e folkloristici accessori equivalenti tra loro e permesse finché non vadano ad attaccare i meccanismi del potere e del profitto; semmai, mi "lamento" perchè intendo denunciare l'ipocrisia di una società che proprio nel momento in cui nella teoria sancisce dei diritti in virtù dei quali proclama la sua superiorità sulle altre civiltà (ovvero, "noi siamo superiori e "progrediti" perché riconosciamo i diritti x, y e z, mentre voi non li riconoscete per cui siete inferiori"), nella pratica si comporta esattamente (anzi, peggio) come le società che dichiara "inferiori" e carenti da questo punto di vista.

Come ho già detto, a me piacciono molto la coerenza e la chiarezza, anche quando non coincidono con le mie convinzioni.

Se l'Italia vuole tornare un paese in cui la religione cattolica è la religione di Stato, faccia pure, ma lo dica chiaramente, invece di rigirarsi spasmodicamente tra una "laicità" teorica ed un "clericalismo" di fatto.

Se l'Occidente vuole fare la guerra ai Musulmani, che lo faccia chiaramente, e lo proclami a gran voce, "cavallerescamente", in modo che ci intenda difendersi sia libero di prendere posizione e farlo chiaramente, invece di chiamare "missioni di pace" le sue guerre, "terroristi" i resistenti che combattono "dall'altra parte" (ai quali non è concesso lo statuto di prigionieri di guerra quando vengono catturati), ed il "fondamentalismo islamico" il loro nemico, quando è in realtà l'Islam in sé e per sé, quello vero, reale, non quello "riformulato" ad uso e consumo degli interessi dei potenti, della violenza degli oppressori, della sicurezza dei propagandisti di guerra mascherati da "giornalisti".

Ma questo l'Occidente non lo farà, perchè sa che non potrebbe affrontare un miliardo e mezzo di Musulmani, ed allora continua l'ipocrisia: "pacifismo" ma commettiamo massacri in ogni parte del mondo islamico e facciamo guerre in prima persona o per interposta persona; "democrazia" ma neghiamo la volontà popolare dei popoli Musulmani ed instauriamo feroci dittature filo-occidentali ed anti-islamiche in ogni angolo del mondo islamico; "tolleranza" ma non approviamo voci dissidenti ed opinioni diverse dalla nostra; "diritti umani", ma solo per chi vogliamo noi; "diritto alla felicità ed alla prosperità" ma solo per qualche decina di milioni, e ricavata dall'oppressione, dalla pauperizzazione e dallo sfruttamento di miliardi di persone nei paesi del "terzo mondo".

La società più distruttiva, oppressiva, guerrafondaia e criminale mai apparsa su questa terra, ma in giacca e cravatta, mascherata da colomba bianca di pace, con un ramoscello d'ulivo in bocca ed il sangue di milioni di innocenti sotto i suoi stivali.

Non mi interessano le "reciprocità" ed i compromessi: mi piace la coerenza e la chiarezza, ma nell'epoca dell'Anticristo, del Dajjal, sono virtù non facili da trovare.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Ibrahim al-Youtubi
Rahimahullah


Registrato: 17/01/10 02:15
Messaggi: 2101
Residenza: la genova che conta

MessaggioInviato: Dom Dic 05, 2010 2:40 pm    Oggetto: Rispondi citando

nadia ha scritto
Citazione:
inoltre mai abbiamo sentito dai rappresentanti cristiani una minima difesa dei musulmani.
beh questo non e vero,ai tempi il papa si dikiaro contrario alle invasioni americane,e chissa perche poco dpo usci in gran cassa il film il codice da vinci,FATTO STA che questo non giustifica la costruzione di chiese laddove e proibito costruirne in base a ben noti hadith
umar khan ha scritto
Citazione:
Se l'Occidente vuole fare la guerra ai Musulmani, che lo faccia chiaramente, e lo proclami a gran voce, "cavallerescamente",
beh fratello a me sembra che a suo tempo bush l abbia chiaramente fatto con un con noi o contro di noi,e continuano a dire che siamo contro i fondamentalisti (cioe i non apostati)

_________________
"la salafia,assieme alla coca cola e all happy meal è il prodotto della globalizazzione capitalistica statunitense"

"la salafia è una multinazionale capitalistica con sede a ryadh e i maggiori azionisti negli stati uniti e israele"

"mc donald ha ronald mc donald come mascotte,la salafia ha al albani e ibn baz......

salafia im lovin it!!"
Top
Profilo Invia messaggio privato
CALIBRO9
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/05/10 01:18
Messaggi: 155

MessaggioInviato: Lun Dic 06, 2010 5:40 pm    Oggetto: Re: Apertura di una grande chiesa in Qatar Rispondi citando

'Umar Andrea Khan ha scritto:
CALIBRO9 ha scritto:
cara nadia i sacrifici per la pace si fanno insieme non puoi gridare allo scandalo per una chiesa in qatar e poi pretendere che i cristiani ti facciano fare moschee in italia come giusto che sia


Io vorrei chiarire un punto a questo riguardo.

Come Musulmano non mi appello ad alcun "diritto internazionale" o ad alcuna "costituzione", né pretendo alcunché.

Quello che mi limito a fare è constatare e denunciare l'ipocrisia: noto che la Costituzione italiana prevede teoricamente la libertà di culto, di religione, di associazione, e vedo che però nella realtà questi diritti non vengono concessi fino in fondo, o sempre meno, e da questo traggo le contraddizioni.

Se domani il governo dichiaresse che il Cristianesimo è la religione di Stato in Italia, e che tutte le altre religioni sono bandite in questo paese, lo accetterei, farei le valigie, e me ne andrei altrove, fino a che la mia sicurezza non venga violata (ed in tal caso mi difenderei), perchè ritengo legittimo dal punto di vista di un cristiano, ed in piena, completa continuità storica con l'atteggiamento storicamente realizzatosi del cristianesimo nei confronti delle altre confessini religiose; e non mi appellerei ad alcun principio di "laicità", di "diritti umani" o di "costituzione", perchè non li riconosco né mi interessano.

Quando mi lamento per il fatto che non ci lasciano costruire le moschee in Italia, non lo faccio perchè lo ritengo un "diritto umano" capitalisticamente necessario alla pace sociale nel supermercato delle religioni trattate come simpatici e folkloristici accessori equivalenti tra loro e permesse finché non vadano ad attaccare i meccanismi del potere e del profitto; semmai, mi "lamento" perchè intendo denunciare l'ipocrisia di una società che proprio nel momento in cui nella teoria sancisce dei diritti in virtù dei quali proclama la sua superiorità sulle altre civiltà (ovvero, "noi siamo superiori e "progrediti" perché riconosciamo i diritti x, y e z, mentre voi non li riconoscete per cui siete inferiori"), nella pratica si comporta esattamente (anzi, peggio) come le società che dichiara "inferiori" e carenti da questo punto di vista.

Come ho già detto, a me piacciono molto la coerenza e la chiarezza, anche quando non coincidono con le mie convinzioni.

Se l'Italia vuole tornare un paese in cui la religione cattolica è la religione di Stato, faccia pure, ma lo dica chiaramente, invece di rigirarsi spasmodicamente tra una "laicità" teorica ed un "clericalismo" di fatto.

Se l'Occidente vuole fare la guerra ai Musulmani, che lo faccia chiaramente, e lo proclami a gran voce, "cavallerescamente", in modo che ci intenda difendersi sia libero di prendere posizione e farlo chiaramente, invece di chiamare "missioni di pace" le sue guerre, "terroristi" i resistenti che combattono "dall'altra parte" (ai quali non è concesso lo statuto di prigionieri di guerra quando vengono catturati), ed il "fondamentalismo islamico" il loro nemico, quando è in realtà l'Islam in sé e per sé, quello vero, reale, non quello "riformulato" ad uso e consumo degli interessi dei potenti, della violenza degli oppressori, della sicurezza dei propagandisti di guerra mascherati da "giornalisti".

Ma questo l'Occidente non lo farà, perchè sa che non potrebbe affrontare un miliardo e mezzo di Musulmani, ed allora continua l'ipocrisia: "pacifismo" ma commettiamo massacri in ogni parte del mondo islamico e facciamo guerre in prima persona o per interposta persona; "democrazia" ma neghiamo la volontà popolare dei popoli Musulmani ed instauriamo feroci dittature filo-occidentali ed anti-islamiche in ogni angolo del mondo islamico; "tolleranza" ma non approviamo voci dissidenti ed opinioni diverse dalla nostra; "diritti umani", ma solo per chi vogliamo noi; "diritto alla felicità ed alla prosperità" ma solo per qualche decina di milioni, e ricavata dall'oppressione, dalla pauperizzazione e dallo sfruttamento di miliardi di persone nei paesi del "terzo mondo".

La società più distruttiva, oppressiva, guerrafondaia e criminale mai apparsa su questa terra, ma in giacca e cravatta, mascherata da colomba bianca di pace, con un ramoscello d'ulivo in bocca ed il sangue di milioni di innocenti sotto i suoi stivali.

Non mi interessano le "reciprocità" ed i compromessi: mi piace la coerenza e la chiarezza, ma nell'epoca dell'Anticristo, del Dajjal, sono virtù non facili da trovare.

fratello e vero quello che tu dici ma e anche vero che la cultura di questo paese e cristiana e che la maggioranza della popolazione e cristiana e lo stato e il popolo, essendo in democrazia decide la maggioranza che qui e cattolica quindi se costruiscono moschee in un paese cristiano non vedo il perche non si puo in qatar

_________________
"Bismilabi wal-ibni war-ruhi-l-quddus, ALLAH WAHID!
Top
Profilo Invia messaggio privato
ni3mi
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 03/12/09 14:09
Messaggi: 67

MessaggioInviato: Lun Dic 06, 2010 7:20 pm    Oggetto: Re: Apertura di una grande chiesa in Qatar Rispondi citando

cancellato

_________________
Italiano, agnostico, di background cattolico. Sono qui per capire di più sull'Islam.
Top
Profilo Invia messaggio privato
InnomediDio
Rahimahullah


Registrato: 15/05/10 20:52
Messaggi: 273

MessaggioInviato: Lun Dic 06, 2010 8:46 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
quindi se costruiscono moschee in un paese cristiano non vedo il perche non si puo in qatar


non posso approfondire l'argomenNtoo perchè nn possoo scrivere, ma in qatar ci sono italianni che pagano le tassse allo stato? come i msulmani?
youssf

_________________
Con Allah non si è mai soli.
Top
Profilo Invia messaggio privato
NADIA R.
Disattivato
Disattivato


Registrato: 19/01/09 15:51
Messaggi: 799

MessaggioInviato: Lun Dic 06, 2010 9:01 pm    Oggetto: Rispondi citando

concordo con il fratello Umar per quanto riguarda l'ipocrisia sulla libertà di culto, quando invece nella realtà si rende difficoltosa la pratica della nostra religione:
nonostante il consistente numero di musulmani in Italia, se togliamo la moschea di Roma, tutte le altre "moschee" sono ricavate in magazzini, garage, fabbriche dismesse arrangiate dai fedeli per adibirle a luogo di preghiera, nonostante il luogo freddo umido, non consono a quello a cui viene usato per cui il musulmano si sente spogliato del suo diritto di pregare insieme ai suoi fratelli, nonostante che come i cristiani paga le stesse tasse.



Citazione:
e poi non e vero che i cristiani non aiutano i musulmani in africa ci sono migliaia di missioni cristiane che aiutano i musulmani ,,,,

i missionari fanno parte di una strategia ben studiata e collaudata da lungo tempo:
prima si portano questi popoli alla fame tramite ebarghi o guerre, magari si favorisce l'azione di una dittatura dopodichè arrivano i missionari come stà succedendo oggi in Iraq ed in Afganistan dove, soprattutto gli evangelisti, sono molto attivi.
Li troviamo anche dove non ci sono le guerre, ma comunque regna la povertà e l'ignoranza per convertire la gente al cristianesimo, come è successo ultimamente nel nord Africa.
Poi come abbiamo visto nel Ciad, dei missionari francesi arrestati in quanto sorpresi nell'intento di portare via 30 bambini del Darfur, e non si sa in quale mercato sono destinati, e chissa quanti bambini sono riusciti a portare via.
E poi di fatti analoghi ce ne sono tanti.

Citazione:
ti devo ricordare gli attacchi alla chiesa nestoriana in iraq oppure in egitto ,

non c'è bisogno che me lo ricordi, ma visto che ne vuoi parlare ti do la notizia intera, e non come la conosci tu o come ne hanno parlato i giornali.
La gente non si arrabbia se non c'è un motivo, e devi sapere che nella chiesa copta dell'egitto c'erano prigioniere delle sorelle musulmane, la cui colpa era quella di essersi convertite all'islam, chiedevano aiuto in quanto maltrattate per tornare al cristianesimo ma nessuno le ha potute aiutare e tantomeno la polizia che è stata aggredita dai cristiani che godono della copertura politica del Presidente.
Ancora oggi queste donne risultano prigioniere perchè tra di loro ci sono donne che fanno parte della famiglia del prete, e non vogliono che queste conversioni all'islam si allarghino ad altri cristiani della comunità.
Per quanto riguarda l'attacco della chiesa in Iraq, è stata una reazione ad un ultimatum non ascoltato, per la liberazione di queste sorelle.

Citazione:
Ghuraba ha scritto
beh questo non e vero,ai tempi il papa si dikiaro contrario alle invasioni americane,e chissa perche poco dpo usci in gran cassa il film il codice da vinci,

non so a quale occasione ti riferisci, ma a me risulta che in diverse altre si sia schierato contro l'islam e contro il Profeta saws, e famosa è stata l'occasione di un suo discorso all'università in Germania quando ha anche dichiarato di non essere daccordo con l'ingresso della Turchia in Europa.
E nel 2006 quando si è incontrato con gli ortodossi greci ha detto che ortodossi e cattolici devono essere uniti contro la minaccia dell'islam.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Ibrahim al-Youtubi
Rahimahullah


Registrato: 17/01/10 02:15
Messaggi: 2101
Residenza: la genova che conta

MessaggioInviato: Lun Dic 06, 2010 9:53 pm    Oggetto: Rispondi citando

io parlavo di giovanni paolo secondo,infatti c era su lui ai tempi delle due invasioni,pero a quanto pare tipi come lui in questo periodo di crociate sono scomodi e hanno pensato bene di rimpiazzarlo come l hanno rimpiazzato,rigua&rdo ai missionari quoto tutto quello che hai detto sorella

_________________
"la salafia,assieme alla coca cola e all happy meal è il prodotto della globalizazzione capitalistica statunitense"

"la salafia è una multinazionale capitalistica con sede a ryadh e i maggiori azionisti negli stati uniti e israele"

"mc donald ha ronald mc donald come mascotte,la salafia ha al albani e ibn baz......

salafia im lovin it!!"
Top
Profilo Invia messaggio privato
CALIBRO9
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/05/10 01:18
Messaggi: 155

MessaggioInviato: Mar Dic 07, 2010 1:41 am    Oggetto: Rispondi citando

NADIA R. ha scritto:
concordo con il fratello Umar per quanto riguarda l'ipocrisia sulla libertà di culto, quando invece nella realtà si rende difficoltosa la pratica della nostra religione:
nonostante il consistente numero di musulmani in Italia, se togliamo la moschea di Roma, tutte le altre "moschee" sono ricavate in magazzini, garage, fabbriche dismesse arrangiate dai fedeli per adibirle a luogo di preghiera, nonostante il luogo freddo umido, non consono a quello a cui viene usato per cui il musulmano si sente spogliato del suo diritto di pregare insieme ai suoi fratelli, nonostante che come i cristiani paga le stesse tasse.



Citazione:
e poi non e vero che i cristiani non aiutano i musulmani in africa ci sono migliaia di missioni cristiane che aiutano i musulmani ,,,,

i missionari fanno parte di una strategia ben studiata e collaudata da lungo tempo:
prima si portano questi popoli alla fame tramite ebarghi o guerre, magari si favorisce l'azione di una dittatura dopodichè arrivano i missionari come stà succedendo oggi in Iraq ed in Afganistan dove, soprattutto gli evangelisti, sono molto attivi.
Li troviamo anche dove non ci sono le guerre, ma comunque regna la povertà e l'ignoranza per convertire la gente al cristianesimo, come è successo ultimamente nel nord Africa.
Poi come abbiamo visto nel Ciad, dei missionari francesi arrestati in quanto sorpresi nell'intento di portare via 30 bambini del Darfur, e non si sa in quale mercato sono destinati, e chissa quanti bambini sono riusciti a portare via.
E poi di fatti analoghi ce ne sono tanti.

Citazione:
ti devo ricordare gli attacchi alla chiesa nestoriana in iraq oppure in egitto ,

non c'è bisogno che me lo ricordi, ma visto che ne vuoi parlare ti do la notizia intera, e non come la conosci tu o come ne hanno parlato i giornali.
La gente non si arrabbia se non c'è un motivo, e devi sapere che nella chiesa copta dell'egitto c'erano prigioniere delle sorelle musulmane, la cui colpa era quella di essersi convertite all'islam, chiedevano aiuto in quanto maltrattate per tornare al cristianesimo ma nessuno le ha potute aiutare e tantomeno la polizia che è stata aggredita dai cristiani che godono della copertura politica del Presidente.
Ancora oggi queste donne risultano prigioniere perchè tra di loro ci sono donne che fanno parte della famiglia del prete, e non vogliono che queste conversioni all'islam si allarghino ad altri cristiani della comunità.
Per quanto riguarda l'attacco della chiesa in Iraq, è stata una reazione ad un ultimatum non ascoltato, per la liberazione di queste sorelle.

Citazione:
Ghuraba ha scritto
beh questo non e vero,ai tempi il papa si dikiaro contrario alle invasioni americane,e chissa perche poco dpo usci in gran cassa il film il codice da vinci,

non so a quale occasione ti riferisci, ma a me risulta che in diverse altre si sia schierato contro l'islam e contro il Profeta saws, e famosa è stata l'occasione di un suo discorso all'università in Germania quando ha anche dichiarato di non essere daccordo con l'ingresso della Turchia in Europa.
E nel 2006 quando si è incontrato con gli ortodossi greci ha detto che ortodossi e cattolici devono essere uniti contro la minaccia dell'islam.

nadia io la conosco per intero la notizia solo non mi sembrava importante dirla ti devo ricordare a parti invertite cosa sarebbe successo a quelle due donne non penso perche giaconosci la risposta ora sei tu ipocrita che dovrebbero fare allora tutti quei cristiani nei paesi musulmani che vedono a volte convertire cristiani a forza e sai che e vero mettere bombe in ogni moschea forza siamo seri

_________________
"Bismilabi wal-ibni war-ruhi-l-quddus, ALLAH WAHID!
Top
Profilo Invia messaggio privato
CALIBRO9
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 24/05/10 01:18
Messaggi: 155

MessaggioInviato: Mar Dic 07, 2010 1:52 am    Oggetto: Rispondi citando

InnomediDio ha scritto:
Citazione:
quindi se costruiscono moschee in un paese cristiano non vedo il perche non si puo in qatar


non posso approfondire l'argomenNtoo perchè nn possoo scrivere, ma in qatar ci sono italianni che pagano le tassse allo stato? come i msulmani?
youssf

anche in egitto ci sono cristiani che pagano le tasse e ce ne sono 13 milioni e non mi sembra che se la passino bene col divieto di costruire chiese e addirittura restaurarle senza una trafila burocratica lunghissima che non va quasi mai in porto

_________________
"Bismilabi wal-ibni war-ruhi-l-quddus, ALLAH WAHID!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Mar Dic 07, 2010 5:15 am    Oggetto: Re: Apertura di una grande chiesa in Qatar Rispondi citando

CALIBRO9 ha scritto:
fratello e vero quello che tu dici ma e anche vero che la cultura di questo paese e cristiana e che la maggioranza della popolazione e cristiana e lo stato e il popolo, essendo in democrazia decide la maggioranza che qui e cattolica


L'Italia un "paese cristiano"? Non scherziamo, dai...

La società italiana è ben lontata dai valori cristiani (se non nell'uso ipocrita della degenerazione di qualcuno di essi, come il vittimismo, l'ipocrisia, il missionarismo; utilizzati dal liberismo capitalista post-cristiano per i suoi scopi), e da diversi decenni ormai.

Se sulla carta c'è il permesso di costruire moschee o templi di altre religioni in Italia (nella pratica, per quanto riguarda le moschee, è ben diverso: quante ne hai visto con i tuoi occhi?), non è perché l'Italia è un paese cristiano, al contrario, è nonostante il fatto che sia un paese dalla forte tradizione cristiana (che è ben diverso).

Conosciavo difatti il noto trattamento riservato dal Cristianesimo "storico" - prima che fosse indebolito dal suo nemico mortale, il laicismo - alle altre religioni, che prevedeva tra le altre cose la pena di morte per l'apostasia dal cristianesimo, il permesso di uccidere non-cristiani (definito "malicidio" da Bernardo di Chiaravalle), l'assoluta proibizione di riconoscere culti non-cristiani (o spesso, direttamente non-cattolici) nei territori sotto il proprio comando, e, ovviamente, la guerra contro gli "infedeli".

Sia chiaro che non dico tutto ciò per "criticare" il cristianesimo dal punto di vista dei "diritti umani", del "laicismo" o di qualche altra ideologia umana che rigetto; semplicemente, lo faccio per chiarezza, perchè non sopporto questa equiparazione storico-ideologica di cristianesimo e laicismo come se fossero due cose che procedono felicemente mano per la mano, quando invece ci sono state invece per secoli guerre e massacri sanguinosi tra le due in Italia, Francia, Spagna ed altri paesi.

Ma all'"Occidente" è facile reintegrare i nemici del passato in nuovi alleati: l'ha fatto ultimamente con gli ebrei, reinventandosi delle presunte "radici giudaico-cristiane" dopo averli sterminati soltanto qualche decennio fa perché "non si volevano integrare" e "minacciavano la Civiltà Occidentale"; e lo fa ora col "laicismo massonico", reinventandosi questa idea di cristianesimo "tollerante", "pacifista", "permissivo" ed a favore della separazione di "Stato" e "Chiesa", quando in realtà si tratta semplicemente di fare necessità virtù, visto che al momento non ha la forza di (ri)prendere in mano le redini del potere, ed allora tanto vale allearsi con i nemici "atei massoni" in funzione anti-islamica.

CALIBRO9 ha scritto:
quindi se costruiscono moschee in un paese cristiano non vedo il perche non si puo in qatar


Questo ragionamento non ha alcun senso: in base a che cosa un paese dovrebbe fare o non fare qualcosa in base a ciò che un altro paese sceglie di fare?

"Quindi se Stati Uniti, Cina ed Iran adottano la pena di morte, non vedo perché non si possa in Italia".

Potrei fare mille altri esempi ma credo di aver espresso ciò che intendo.

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Jahanzaib
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 14/08/08 20:15
Messaggi: 95

MessaggioInviato: Mar Dic 07, 2010 10:26 am    Oggetto: Rispondi citando

Non vedo la necessità di construire GRANDI moschee in Italia se in quelle già esistenti ci vanno sempre i soliti e non c'è quella partecipazione che serivrebbe per dare una spinta alla nostra situazione. Meglio avere delle piccole pseudo-moschee che insegnano il Corano ai bambini, che hanno circoli di dawah, che fanno tabligh e hanno un sistema educativo per bambini e non che avere moschee grandi e bellissime ma vuote e senza "cuore", senza quell'insieme di ingredienti che servono a creare una moschea-scuola-punto di incontro che oggi più che mai serve ai Musulmani.

Non sto dicendo che non vorrei moschee migliori, condizioni per pregare migliori ed ambienti più confortevoli ma non vorrei che si facesse la fine dei cristiani che hanno costruito chiese gigantesche dappertutto ma che ormai non frequenta quasi più nessuno diventando posti da cartolina o foto-ricordo.

Dovremmo imparare dagli errori altrui invece che assecondarli. Oggi serve l'istruzione e l'educazione più che costruire moschee su moschee.
Top
Profilo Invia messaggio privato
InnomediDio
Rahimahullah


Registrato: 15/05/10 20:52
Messaggi: 273

MessaggioInviato: Mar Dic 07, 2010 10:40 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Non sto dicendo che non vorrei moschee migliori, condizioni per pregare migliori ed ambienti più confortevoli ma non vorrei che si facesse la fine dei cristiani che hanno costruito chiese gigantesche dappertutto ma che ormai non frequenta quasi più nessuno diventando posti da cartolina o foto-ricordo
.

il punto non è questo quello che vale è il principio: tu non costruisci la mochea perche mi diminuisce il valore degli appartamenti; tu non costruisci la moschea perche concentra più marocchini nello stesso punto; tu se vuoi fare una moschea l devi fare fuori città.
E dopo...non per essere razzisti ma...
Alla faccia dell'ipocrisia...se non è questo razismo e poi ripeto se paghiamo le tasse perche non alla moschea?
youssuf

_________________
Con Allah non si è mai soli.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ibrahim al-Youtubi
Rahimahullah


Registrato: 17/01/10 02:15
Messaggi: 2101
Residenza: la genova che conta

MessaggioInviato: Mar Dic 07, 2010 2:36 pm    Oggetto: Rispondi citando

quoto il fratello janazaib.tuttavia si portrebbe anche aspirare a una moschea bella dentro e fuori

_________________
"la salafia,assieme alla coca cola e all happy meal è il prodotto della globalizazzione capitalistica statunitense"

"la salafia è una multinazionale capitalistica con sede a ryadh e i maggiori azionisti negli stati uniti e israele"

"mc donald ha ronald mc donald come mascotte,la salafia ha al albani e ibn baz......

salafia im lovin it!!"
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Islamofobia: bufale, repressione, terrorismo anti-islamico e propaganda Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 5.073