Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Gli Animali e l'Islam
Vai a Precedente  1, 2, 3  Successivo
 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Animali
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Mer Feb 21, 2018 3:45 am    Oggetto: Ads

Top
fonte d'Acero
Matricola
Matricola


Registrato: 12/09/08 15:25
Messaggi: 17

MessaggioInviato: Lun Set 15, 2008 8:56 am    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Un altro punto, è la questione della ragione.
L'Islam è sì, razionale, nel senso che non contiene niente che sia "contro la ragione", ma certamente non è "razionalizzabile".
Mi spiego: se da una parte non c'è nulla che sia in conflitto con la ragione e con la logica, dall'altra, l'Islam non è riducibile solamente alla ragione. Possiamo dire: non è irrazionale, ma è certamente sovra-razionale; non c'è nulla che confligga con la ragione, sì, ma la ragione non lo abbraccia.
E' questione di priorità, dopotutto: il divino è superiore alla ragione, per capacità, e per rapporto creatore-creatura.

Ricordiamoci che la dimensione fondamentale di una religione, è l'irruzione del sacro, che rompe con la logica umana e le sue pretese di onniscienza.


Pace a tutti Voi e Grazie!

la base di partenza del mio 'sentiero verso Dio' è la mia assoluta ignoranza in tutto; combatto giornalmente con me stesso, con la parte di me che mi suggerisce che l'universo, la vita in esso e le leggi che lo governano, altro non sono che semplici casualità effimere, nelle infinite possibilità, dell'infinito, assoluto vuoto...
....l'unica strada che mi pare fertile per la mia spiritualità è l'osservazione, la meditazione profonda, immerso nella Natura selvaggia, che mi tramette la sua 'armonia', ed in essa mi pare di scorgere il tocco Onnipotente del Grande Padre Creatore, di cui non ho la certezza purtroppo, ma in cui disperatamente spero....
di certo fin da bambino se penso al Creatore, lo penso assolutamente UNICO, Onnipotente e per utilizzare aggettivi del Corano che amo moltissimo: Compassionevole e Misericordioso...
....ho grandi difficoltà invece a dare una spiegazione alle varie Leggi o ritualità sacre delle varie espressioni religiose (anche quelle dei Nativi americani e australiani che tanto stimo), le trovo sovrastrutture un poco artefatte (in esse purtroppo vedo troppa impronta umana e poco di divino) che nulla aggiungono all'Amore profondissimo che l'uomo deve nutrire per il suo Creatore, che è un Amore che scaturisce naturalmente dal mio cuore senza bisogno di strane ritualità o posizioni o precise parole o festività o ricorrenze, cosa hanno a che fare tutte queste cose con la Vita e il Creatore?...mi chiedo spesso...
la mia preghiera silenziosa si può sintetizzare semplicemente così:
" Dio,se esisti, Grazie! ", e il mio Credo se così si può definire è considerare Sacro e Benedetto da Dio tutto il Creato....
mi rincuora il riconoscermi creatura e mi sottometto felice a Dio, certo che Egli, il Grande Padre compassionevole, tutto fa per il mio/nostro bene....è anche vero però che in quanto Sua creatura non ho scelto io di venire al mondo, ma Sua è stata la volontà di crearmi...per questo se è vero che la razionalità e la ragione hanno i limiti invalicabili della limitatezza umana è altrettanto vero che non si possono rispettare leggi che contrastano con la propria sensibilità innata, soprattutto se tale sensibilità è figlia del profondo amore e rispetto per Dio e la Sua Creazione...in ultimo come si può discernere tra le varie proposte religiose umane?...ciascuna delle quali si dice portatrice della verità rivelata?....hanno ragione tutti o non ha ragione nessuno...o solo alcuni?....

spero di non avervi annoiato troppo....

un fraterno saluto!

_________________
" Amare il Creato è Lodare il Creatore "
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Lun Set 15, 2008 8:44 pm    Oggetto: Rispondi citando

fonte d'Acero ha scritto:
in ultimo come si può discernere tra le varie proposte religiose umane?...ciascuna delle quali si dice portatrice della verità rivelata?....hanno ragione tutti o non ha ragione nessuno...o solo alcuni?....


Questa mi sembra un'ottima domanda con la quale cominciare.

La risposta è: tutte le tradizioni religiose ortodosse provengono dall'Unico Dio: certamente il cristianesimo e l'ebraismo originari, probabilmente tutte le altre tradizioni religiose dell'umanità.

Iddio nel Corano ci informa di aver mandato "ad ogni popolo un Messaggero", e altre tradizioni riferiscono di 124'000 Profeti che hanno portato più di cento Libri Sacri.

"Ti abbiamo inviato con la Verità, nunzio ed ammonitore, e non c'è comunità in cui non sia venuto un ammonitore." (Corano, 35:24)

e

"Già inviammo dei messaggeri prima di te. Di alcuni ti abbiamo raccontato la storia, di altri non te l'abbiamo raccontata." (Corano, 40:78 )

Sulla base di questi versetti e della summenzionata tradizione, diversi studiosi derivano che virtualmente, tutte le grandi tradizioni ortodosse dell'umanità (quindi potenzialmente comprendendo anche la tradizioni dei Nativi americani e australiani, e Iddio è il più sapiente!), hanno un'"origine divina", quindi sono originariamente vere.

Ma visto che non tutti i Profeti (Pace su di loro) sono esplicitamente nominati nel Corano o nelle tradizioni, non possiamo stabilire con certezza chi lo sia stato e chi no, ma soltanto dire "è possibile, e Iddio è il più sapiente".

Vedi su questo argomento:
Zoroastro e il Buddah erano Profeti? -

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Il punto essenziale è che il Corano è l'ultima di questa lunga serie di rivelazioni, e Muhammad (Pace e Benedizioni su di lui) è il Sigillo della Profezia, l'ultimo Inviato e Messaggero, inviato "come Misericordia per tutta l'umanità",: questo fa dell'Islam il completamento e assieme la sintesi "originaria" di tutti i messaggi, con una missione ed una verità universale e destinata a tutti gli uomini, in tutti i tempi, fino al Giorno del Giudizio.

E la Legge Sacra dell'Islam abroga tutte le precedenti, e chiama all'adorazione del Dio Unico come Egli nella Sua assoluta libertà ha desiderato e stabilito.

Studiando l'Islam - se Dio vuole - ti accorgerai della complessità, della profondità, della sinteticità (anche nel senso di "riassunto" delle precedenti tradizioni religiose) e della verità di cui la tradizione islamica è testimone, il tuo cuore e la tua testa diranno il resto.

Buon viaggio! :wink:

Pace su chi segue la Retta Guida!

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



L'ultima modifica di Sufi Aqa il Dom Ott 19, 2008 4:15 pm, modificato 3 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
fonte d'Acero
Matricola
Matricola


Registrato: 12/09/08 15:25
Messaggi: 17

MessaggioInviato: Lun Set 15, 2008 9:27 pm    Oggetto: Rispondi citando

...Amin!...Umarandrea !! :wink:

le tue parole così saggie e appassionate hanno saputo far gioire misteriosamente il mio Spirito, per questo Ti ringrazio dal più profondo del cuore: GRAZIE!!

un fraterno saluto!

_________________
" Amare il Creato è Lodare il Creatore "
Top
Profilo Invia messaggio privato
Amatullah Maria
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 10/07/08 06:48
Messaggi: 1137
Residenza: bologna / modena

MessaggioInviato: Sab Ott 18, 2008 6:36 am    Oggetto: Rispondi citando

Salam aleikom.
Scusate il ritardo, ma spero possa essere utile in fututo:

Narrò Salim, da suo padre:
Jibril (Gabriele) aveva dato appuntamento al Profeta - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - e poi non era venuto.
Il Profeta - Iddio lo benedica e gli dia eterna salute - se ne affliggeva; poi uscì, lo incontrò e si lamentò con lui. Jibril (Gabriele) rispose:
Noi non entriamo nelle case dove c'è un'immagine o un cane.

Sahih al Bukhari 78° libro, vers. 26
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
najmalbahari
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 01/06/07 15:15
Messaggi: 135
Residenza: cosmopolita:))

MessaggioInviato: Lun Ott 20, 2008 4:17 pm    Oggetto: Rispondi citando

...salem aleykum!!!!

bella questa discussione :D

MuhammadSAAWS è il sigillo dei Profeti...io ci credo :) :)

sai cosa risponderebbe mia madre fratello Umar???

...Maometto(così lo chiama :roll: ) è l'ultimo???per ora!che ne sappiamo se poi ne arriverà u naltro?


:|

_________________
Halima Zakyya






...disse il Messaggero di Dio/AllahSWT MuhammadSAAWS:
"Quando una donna fa le cinque preghiere giornaliere, digiuna nel mese di Ramadan, è pudica, non disubbidisce al proprio marito, allora ella entrerà in Paradiso da qualsiasi porta lei preferisca."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Artemisia_1979
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 20/09/08 14:20
Messaggi: 91
Residenza: Calabria

MessaggioInviato: Lun Ott 20, 2008 7:41 pm    Oggetto: Rispondi citando

...

_________________
L'uomo non ha tessuto la trama della vita, è solo un filo. Qualunque cosa faccia alla trama, lo fa a se stesso. (Ted Perry, 1972)


L'ultima modifica di Artemisia_1979 il Sab Dic 26, 2009 12:06 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Mer Ott 22, 2008 3:43 pm    Oggetto: Rispondi citando

Artemisia_1979 ha scritto:
cara najmalbahari, hai tirato fuori una questione che anche a me fa sorgere molti dubbi, e ne approfitto dell'occasione per poterne parlare con voi.

Premesso che credo in Dio e che credo nel fatto che sia unico e solo, non frequento la chiesa ormai da anni, se non costretta da particolari eventi che mi portano a non poterne fare a meno.

Non posso pero' ignorare l'esistenza di fenomeni legati all'uomo che mi portano ad avere seri dubbi e incertezze.
Parlo di fenomeni soprannaturali come la comparsa di stigmate.
La storia odierna, ed in particolar modo quella religiosa, ci presenta, nel corso dei secoli, numerosi soggetti ai quali sarebbe stato fatto dono delle stigmate, attribuiti da alcuni a varie patologie, da altri a vere e proprie frodi, e da altri ancora a veri e propri miracoli.

Tempo fa ho cercato di capire non tanto il fenomeno in se, ma il messaggio legato ad esso, e il perchè la chiesa cerca di nasconderlo e se ne discosta.
Faccio un riferimento in particolare al fenomeno dell'emografia che avviene solo durante il periodo pasquale su queste persone.
Avvengono fenomeni nei quali la scrittura con il sangue trasudato, compone, su oggetti vari, frasi compiute di carattere religioso o disegni di simboli liturgici.
La scienza medica è in grado di spiegare le ragioni vascolari della sudorazione del sangue (ematidrosi), ma non può attribuire carattere "naturale" alle emografie.
Cosi' cerco di capire il significato di quei simboli;
ad esempio giorni fa leggendo un messaggio di Tissaferne ho scoperto che la croce è un simbolo riconosciuto anche nell'Islam in quanto
Gesù è il Profeta e anche la croce è un simbolo sacro per i musulmani... in quanto rappresenta l'incontro tra i due piani dell'esistenza, quello materiale e quello spirituale.
Ma cosa mi dite per il simbolo dell'ostia con la scritta IHS all'interno di essa, poi ancora la madonna con il rosario e la scritta "preghiera" oppure un cuore trafitto da una croce e vari messaggi che si alternano dal latino al greco al francese, inglese ecc ecc...
Mi piacerebbe avere anche una vostra opinione in merito se è possibile.
So che è una questione delicata e non mi recherà offesa se il mio post verrà cancellato o ignorato... anzi al contrario se cosi' fosse ve ne chiedo scusa anticipatamente, mentre se cosi' non fosse vi ringrazio perchè mi servirà a risolvere una serie di dubbi e domande che ancora non hanno avuto risposta.

Artemisia


Compiere qualcosa di "soprannaturale" e "scientificamente inspiegabile" non è automaticamente garanzia della verità della dottrina che professa chi ha "compiuto" un tale atto

Al di là di casi di suggestione, l'Islam riconosce l'esistenza di stregoneria e magia (entrambe proibite, ma -nondimeno- esistenti), oltre che l'esistenza di creature, i jinn, solo alcune delle quali sono musulmane (e quindi, per dirla banalmente, "buone"), mentre la restante parte può creare danni agli uomini.

E maghi e stregoni (spesso con l'ausilio dei jinn) possono "compiere" azioni che possono apparire come miracolose, ingannando e facendo cadere nell'errore molte persone.

Addirittura il Dajjal (l'impostore che per un periodo dei tempi ultimi governerà il mondo) ingannerà molti proprio con i suoi miracoli (resusciterà morti etc.) prima di venire ucciso da Gesù (Edit) (Pace su di lui).

Certe pratiche (che si trovano nelle più diverse religioni, anche "orientali") inspiegabili con i parametri della scienza occidentale moderna, possono essere in realtà effetto di tutta una serie di cose: suggestione psico-somatica, controllo e manipolazione di fattori e potenzialità dell'uomo che in questa parte del mondo sono pressocchè ignorate e sconosciute, non essendo immediatamente fisiche (vedi certe arti marziali orientali "interne"), magia e stregoneria, il tutto più o meno intrecciato alla collaborazione di jinn e/o demoni.

Mentre, nel caso di musulmani devoti e praticanti, karamat, miracoli che Iddio dona ai Suoi servi devoti.

Difatti una delle caratteristiche per distinguere un autentico Wali ("santo", "ravvicinato" a Dio) da uno stregone o da un impostore, è l'integrità morale, il credo e la religiosità della persona che appare compiere (in realtà tutto avviene per opera di Iddio l'Altissimo e con il Suo permesso) l'atto miracoloso/straordinario: ad apparente parità di fenomeno (una levitazione, guarigione, camminare sull'acqua, venir trafitti da oggetti acuminati, etc.), il discrimine è l'integrità della persona coinvolta: se è un musulmano devoto ed osservante la Legge Sacra, si propende per il credere si tratti di una karamah ("miracolo" che Iddio dona a degli awliya'); altrimenti, si ritorna alle opzioni tratteggiate sopra.

P.S.: La croce non è un simbolo sacro per i musulmani.
In certi ambienti (così come è presente anche in molte altre tradizioni spirituali) può avere una valenza simbolica, ma non di simbolo religioso legato alla figura di Gesù (Pace su di lui): non ha nulla a che fare con la presunta crocefissione di Gesù (Pace su di lui), dal momento che noi musulmani crediamo che egli non sia stato crocefisso, ma asceso ai cieli, sia vivo e debba ritornare nei Tempi Ultimi.

E Iddio è il più sapiente!

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



L'ultima modifica di Sufi Aqa il Sab Mag 30, 2009 1:06 am, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
max
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 03/10/08 08:46
Messaggi: 24
Residenza: Roma

MessaggioInviato: Mer Ott 22, 2008 4:38 pm    Oggetto: Rispondi citando

Artemisia_1979 ha scritto:
Citazione:
sai cosa risponderebbe mia madre fratello Umar???
...Maometto(così lo chiama Rolling Eyes ) è l'ultimo???per ora!che ne sappiamo se poi ne arriverà u naltro?


cara najmalbahari, hai tirato fuori una questione che anche a me fa sorgere molti dubbi, e ne approfitto dell'occasione per poterne parlare con voi.

Premesso che credo in Dio e che credo nel fatto che sia unico e solo, non frequento la chiesa ormai da anni, se non costretta da particolari eventi che mi portano a non poterne fare a meno.

Non posso pero' ignorare l'esistenza di fenomeni legati all'uomo che mi portano ad avere seri dubbi e incertezze.
Parlo di fenomeni soprannaturali come la comparsa di stigmate.
La storia odierna, ed in particolar modo quella religiosa, ci presenta, nel corso dei secoli, numerosi soggetti ai quali sarebbe stato fatto dono delle stigmate, attribuiti da alcuni a varie patologie, da altri a vere e proprie frodi, e da altri ancora a veri e propri miracoli.

Tempo fa ho cercato di capire non tanto il fenomeno in se, ma il messaggio legato ad esso, e il perchè la chiesa cerca di nasconderlo e se ne discosta.
Faccio un riferimento in particolare al fenomeno dell'emografia che avviene solo durante il periodo pasquale su queste persone.
Avvengono fenomeni nei quali la scrittura con il sangue trasudato, compone, su oggetti vari, frasi compiute di carattere religioso o disegni di simboli liturgici.
La scienza medica è in grado di spiegare le ragioni vascolari della sudorazione del sangue (ematidrosi), ma non può attribuire carattere "naturale" alle emografie.
Cosi' cerco di capire il significato di quei simboli;
ad esempio giorni fa leggendo un messaggio di Tissaferne ho scoperto che la croce è un simbolo riconosciuto anche nell'Islam in quanto
Gesù è il Profeta e anche la croce è un simbolo sacro per i musulmani... in quanto rappresenta l'incontro tra i due piani dell'esistenza, quello materiale e quello spirituale.
Ma cosa mi dite per il simbolo dell'ostia con la scritta IHS all'interno di essa, poi ancora la madonna con il rosario e la scritta "preghiera" oppure un cuore trafitto da una croce e vari messaggi che si alternano dal latino al greco al francese, inglese ecc ecc...
Mi piacerebbe avere anche una vostra opinione in merito se è possibile.
So che è una questione delicata e non mi recherà offesa se il mio post verrà cancellato o ignorato... anzi al contrario se cosi' fosse ve ne chiedo scusa anticipatamente, mentre se cosi' non fosse vi ringrazio perchè mi servirà a risolvere una serie di dubbi e domande che ancora non hanno avuto risposta.

Artemisia



Cara Artemisia,parlo da "cattolico" nel senso che ci sono nato.
Alcune delle tante cose che ho notato riguardo la "mia" religione è un dissennato utilizzo di visioni ed icone macabre e "sanguinolente", il collezionare resti umani per poi pregarci davanti aspettandosi miracoli,statuette che piangono sangue animale, reperti medievali imposti come datati 2000 anni fa,e potrei proseguire per ore.
Il problema è che quando si cerca di far quadrare per forza le cose si rischia di complicarle e di renderle poco credibili nonostante la potente macchina "bellica" di cui dispone la chiesa cattolica che può schierare eserciti di notabili,esperti,scienziati,persone al di sopra di ogni sospetto,o anche "anime candide" che potranno dimostrare e testimoniare tutto o il suo contrario.
Un mio conoscente,ad esempio, aveva le "stimmate",solo che se le era beccate a causa del suo compito di "operatore ecologico".
A nulla valse la mia proposta di sfruttarle al fine di fare "la bella vita senza lavorare" purtroppo! :mrgreen:
Non sò se queste cose si possano scrivere,non vorrei attirare su questo bellissimo forum attenzioni ostili,nel caso prego il fratello Umar di cancellare e lasciare solo questo :arrow: :mrgreen:
Top
Profilo Invia messaggio privato
Artemisia_1979
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 20/09/08 14:20
Messaggi: 91
Residenza: Calabria

MessaggioInviato: Mer Ott 22, 2008 11:52 pm    Oggetto: Rispondi citando

...

_________________
L'uomo non ha tessuto la trama della vita, è solo un filo. Qualunque cosa faccia alla trama, lo fa a se stesso. (Ted Perry, 1972)


L'ultima modifica di Artemisia_1979 il Sab Dic 26, 2009 12:07 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Tissaferne
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 30/12/07 21:53
Messaggi: 135

MessaggioInviato: Gio Ott 23, 2008 1:12 am    Oggetto: Rispondi citando

Artemisia_1979 ha scritto:
ad esempio giorni fa leggendo un messaggio di Tissaferne ho scoperto che la croce è un simbolo riconosciuto anche nell'Islam in quanto
Gesù è il Profeta e anche la croce è un simbolo sacro per i musulmani... in quanto rappresenta l'incontro tra i due piani dell'esistenza, quello materiale e quello spirituale.


Allora, riformulo quello che ho detto, occorre fare una precisazione.
"La Croce è un simbolo Sacro per i Musulmani": la Croce è innegabilemte un simbolo, uno dei più antichi se non il più antico, ed è sacro per l'Islam non nel senso in cui esso è sacro ad esempio nel Cristianesimo, non come "oggetto" di devozione (ci macherebbe altro) ma appunto come simbolo. Ad esempio anche la Stella di David è un simbolo che in virtù di certe geometrie sacre che sono state sviluppate e studiate anche da musulmani.
Mi spiego meglio, ma chi ne sa più di me spero mi sostenga. Nell'Islam non esiste uno "stato" di sacralità separato da quello della vita quotidiana. In definitiva, in un certo senso, tutto è sacro. Così anche l'alfabeto stesso, e con esso i significati numerici di ogni lettera, e ogni numero cui corrisponde una figura geometrica. E c'è un motivo se la moschea ha una forma piuttosto che un'altra, ecc.. in questo senso la croce ha un preciso significato sacro.
Quanto alla questione dei miracoli, non ne so molto, ma tendenzialmente non ci credo, nel senso che per me Dio non si mette a dare prove della Sua esistenza, credo nei Segni... Forse non è che non credo ai miracoli, è che non mi interessano, cioè... per essere precisi, non interessano (ne mai potrebbero interessare) la mia Ricerca del Vero.


Artemisia_1979 ha scritto:
So che è una questione delicata e non mi recherà offesa se il mio post verrà cancellato o ignorato... anzi al contrario se cosi' fosse ve ne chiedo scusa anticipatamente


Mi raccomando, sempre scusarsi :wink: non si sa mai...

_________________
"I sette Cieli e la Terra e tutto ciò che in essi si trova Lo glorificano, non c'è nulla che non Lo glorifichi lodandoLo, ma voi non percepite la loro lode" (CXII, 44)
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Artemisia_1979
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 20/09/08 14:20
Messaggi: 91
Residenza: Calabria

MessaggioInviato: Gio Ott 23, 2008 1:33 am    Oggetto: Rispondi citando

...


L'ultima modifica di Artemisia_1979 il Sab Dic 26, 2009 12:08 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
delcorsaro
Bannato
Bannato


Registrato: 16/12/07 18:57
Messaggi: 446

MessaggioInviato: Gio Ott 23, 2008 9:27 am    Oggetto: bismilàh Rispondi citando

assalam
per quanto riguarda la natura dei cani e dei gatti basti pensare che il cane per sua natura ama andare nel letame e ruzzolarsi sopra mentre un gatto è difficile vederlo in tali condizioni oppure mangiare i propri escrementi per es. per i boxer è cosa comunissima!!! Inoltre il cane i suoi escrementi li fà ovunque mentre il gatto sceglie luoghi precisi ed una volta fatto il bisogno lo ricopre o addiritura prima fà la buca , poi il bisogno e poi lo ricopre, ecco che gli scienziati hanno visto che il gatto fà questo perchè quest'ultimo è vettore di moltissime malattie non solo per l'uomo ma anche per gli animali.
Difficilmente sentirai un gatto con quella puzza dal manto e dalla saliva fortissima, classica invece del cane. Queste speculazioni non sono scientifiche ma hanno fondamenti logici. Inoltre sappi che nella cultura persiana e nella religione zoroastriana i cani erano utilizzati per divorare i cadaveri umani e questo ti fà capire l'origine del cane,che è la iena. Che poi siamo riusciti ad addolcirlo col permesso di Allàh è un altro discorso.
Sappi inoltre che gli angeli stanno dove c'è il profumo e l'igiene, mentre i demoni stanno dove c'è la puzza e lo sporco (soprattutto di escrementi) cosi' che alcuni luoghi come il bagno sarà anche romantico per alcuni sapere che li' non entrano gli angeli!!!Bensi' ci VIVONO i demoni e più sporco è ,meglio è per loro!
E Allàh ne sà di più.
assalam
A:
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Gio Ott 23, 2008 3:56 pm    Oggetto: Rispondi citando

Tissaferne ha scritto:
Quanto alla questione dei miracoli, non ne so molto, ma tendenzialmente non ci credo, nel senso che per me Dio non si mette a dare prove della Sua esistenza, credo nei Segni... Forse non è che non credo ai miracoli, è che non mi interessano, cioè... per essere precisi, non interessano (ne mai potrebbero interessare) la mia Ricerca del Vero.


Contribuisco con alcuni miei vecchi interventi su rapporto "fede-miracoli-prove":

1.
3umarandrea ha scritto:
Credo che il discorso delle “prove” meriti maggiore attenzione di quanto fatto da altri fratelli.
In effetti è un tema fondamentale, dal momento che è ovvio che una persona di fronte ad un messaggio che si presenta come proveniente da Dio, cerchi una prova, e non accetti “a caso” di aderirvi.
Il caso di noi “convertiti” credo sia un esempio di questo.
Credo che il modo migliore di discutere delle “prove” passi il considerare la comunità vissuta attorno al Profeta Muhammad (su di Lui la Benedizione e la Pace), e le loro motivazioni nell’aderire al Messaggio dell’Islam.
Quale migliore modo di capire le prove con cui una religione si è “imposta” agli occhi ed al cuore dei suoi fedeli, se non il considerare la sua nascita ed origine!
Difatti, se un solo uomo – analfabeta e decisamente non ricco e potente – ha “convinto” della sua Missione migliaia di persone, vincendo le più terribili resistenze e arrivando alla conquista della città natale da cui era stato costretto a fuggire, un motivo ci sarà sicuramente stato.
Attenzione, non dico che questa sia di per sè la spiegazione, assolutamente; altrimenti potremmo dire che ogni persona che abbia convinto un certo numero di suoi contemporanei sia un profeta..

Dico piuttosto che è qui che dobbiamo indagare sulle ragioni e le motivazioni, e le prove.
Per fare questo, ti consiglio la lettura di un solo libro: Qādī ´iyād, i Miracoli del Profeta, Einaudi: in esso sono presentate tutte le “prove” che i contemporanei del Profeta Muhammad (su di Lui la Benedizione e la Pace) hanno avuto di fronte, e nella concezione islamica, le “prove” di un Profeta sono i miracoli (mu´ājiza) che Dio compie tramite Lui. E il primo miracolo dell’Islam, è il Corano.
Permettimi in tal senso di postare i miei appunti del corso di Islamologia tenuto dalla professoressa Ida Zilio-Grandi (la stessa che ha tradotto e curato il testo di Qādī ´iyād che ho appena citato):

I`jaz (plur mu`ajiza): miracoli dei profeti= un fatto che rompe la normalità e l’andamento normale di tutte le cose, inimitabile per le altre creature, donato, compiuto da Dio per mezzo del profeta in concomitanza con la pretesa del profeta che lo presenta come testimonianza di veracità e in una forma tale che gli uomini non sono capaci di contraddirlo ed imitarlo. Ogni Profeta ha compito dei miracoli nell’ambito in cui eccelleva la popolazione in cui viveva: Dio porta un atto inimitabile nel terreno in cui il rispettivo popolo eccelleva, così che questi sia costretto a riconoscere la dignità di Profeta alla persona cui Dio ha “dato” il miracolo e la verità del suo messaggio:
Mosè (as) dichiara vera la Torah trasformando il bastone in serpente tra gli egizi che eccellevano in arti magiche;
Gesù (as) dichiara vero al-Injil resuscitando un morto tra gli ebrei che eccellevano in arti mediche;
Muhammad (saws) dichiara vero il Corano con il Corano stesso tra gli arabi che eccellevano nell’arte oratoria, nel "bel dire".
-Piramide per cui prima i miracoli provavano altre cose, mentre con Muhammad (saws) il Corano prova se stesso imponendosi sul fronte estetico: l’aspetto estetico prova l’aspetto veritativo! (“Dio è bello e ama la bellezza”)!-
Il Corano è il miracolo (inimitabile, e quindi prova) di Muhammad (saws), prodotto da Dio per suo tramite: il primo testo di letteratura araba, esteticamente bellissimo e inimitabile: ogni suo versetto si chiama ayah, che significa pure “segno”, perché è un prodigio sia veritativo (è carico di verità) che estetico (è bellissimo e inimitabile).

(da:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

)

2.
3umarandrea ha scritto:
La definizione di "miracolo"-mu`jiza, del tipo dei Profeti (Pace su tutti loro), è piuttosto "un fatto che rompe la normalità e l’andamento normale di tutte le cose, inimitabile per le altre creature, donato, compiuto da Dio per mezzo del profeta in concomitanza con la pretesa del profeta che lo presenta come testimonianza di veracità e in una forma tale che gli uomini non sono capaci di contraddirlo ed imitarlo". (dai miei appunti).

Esclusa la parte sulla presentazione da parte dei profeti come testimonianza della loro missione profetica, credo che definizione simile si possa dare dei miracoli degli awliya', le karamat.

Un'altra definizione è "miracolo inimitabile, incolmabile (...) [che] supera le capacità umane (mentali e fisiche) di negarlo, rifiutarlo o riprodurre alcunché di simile". (da:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

)

Considerato questo, credo si debbano ben distinguere i miracoli (dei Profeti e degli awliya') sia - da un lato - da forme di suggestione in determinati casi di tensione psicologica, sia pure - dall'altro - da ben più comuni sensazioni e consapevolezze di riscontrare e trovare i Segni di Dio anche nelle più piccole cose: manifestazione della fede di un credente che vede i Suoi segni dietro a quanto ai più appare "caso".

E Iddio è il più sapiente!

(da:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

)


3.
3umarandrea ha scritto:

(...)
Sul fatto - poi - che Allah mandi segni e che la verità non possa essere "dimostrata", non sono d'accordo.

Come già avevo detto, la fede non è soltanto qualcosa di "fideistico" ed emozionale (scusate il gioco di parole), ma Allah nel Corano ci dice che la verità ben si differenzia dall'errore, ed i miracoli (mu`ajiza) donati da Allah al Profeta Muhammad (Pace e Benedizioni su di lui) sono proprio eventi irripetibile ed eccezionali che hanno la funzione di dimostrare la veridicità del messaggio - assieme al ragionamento etc.

Poi, ci sono "coloro che Allah ha reso ciechi", coloro che non vedono e non comprendono, ma Allah è "il più giusto".

(da:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

)

4.
Citazione:
Non possiamo assolutamente correre il rischio di "relativizzare" i miracoli, la cui funzione primaria è appunto quella di costituire una prova evidente e non-smentibile della veridicità della Profezia: e così sono fatti irripetibile e di "rottura" della consuetudine, come la spaccatura della luna a metà, od il Corano stesso.
La questione va' semmai posta in maniera diversa: non sono i miracoli ad essere "imperfetti" o "relativi" a chi già crede (soprattutto considerando che scopo essenziale è quello di prova), ma sono coloro che non credono, che rifiutano, ad essere "ciechi, muti e sordi"; avendoli colpiti la stessa cecità e incapacità di ragionare e riflettere che gli impedisce di capire che:

"In verità, nella creazione dei cieli e della terra e nell'alternarsi della notte e del giorno, ci sono certamente segni per coloro che hanno intelletto, che in piedi, seduti o coricati su un fianco ricordano Allah e meditano sulla creazione dei cieli e della terra, [dicendo]: "Signore, non hai creato tutto questo invano. Gloria a Te! Preservaci dal castigo del Fuoco." - Corano, III, 190-191.

(da:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

)

5.
3umarandrea ha scritto:
Bismi-Llahi-r-Rahmani-r-Rahim - Nel nome di Dio, il Clemente, il Misericordioso.

Spero mi si perdonerà la ripetizione, ma ogni volta che sento parlare della voglia di "avere fede", mi viene in mente la stessa considerazione: "credere" e "avere fede" non sono dei fatti anti-razionali, opera di una sorta di "intuito spirituale", di un "va' dove ti porta il cuore" pseudo-metafisico.

Se certamente l'iman la Fede vera e propria, è un dono di Dio che non si può conquistare se non con il Suo Volere, d'altra parte è vero - almeno, personalmente lo è - che lo studio dell'Islam, della vita del Messaggero di Allah (Pace e Benedizioni su di lui), dei suoi miracoli, della vita dei suoi Compagni e così via, sono i segni e le prove della verità del messaggio da lui portato.

Di fatto, i contemporanei di Muhammad (Pace e Benedizioni su di lui) non credettero all'origine divina del Corano ed alla sua predicazione per un mero "fideismo intuitivo", per una semplice "voglia di credere in qualcosa", ma vi credettero per aver riconosciuto i segni e le prove che testimoniavano del rango profetico di Muhammad (Pace e Benedizioni su di lui), e dell'origine divina del Corano; più ovviamente la Guida di Allah.

In sintesi, la fede è un misto di a. riconoscere i segni di Allah nel creato, riconoscere l'origine divina del Corano, riconoscere la missione profetica di Muhammad (Pace e Benedizioni su di lui), e ovviamente e preliminarmente b. essere guidati da Allah sulla Retta Via.

Quindi, il mio consiglio a chi ha intenzione di intraprendere un percorso spirituale è:

1. Pregare Dio di essere guidati sulla Retta Via ed alla Religione che Lui accetta;

2. Studiare, studiare, studiare.

e se vogliamo, anche

3. Riflettere, riflettere, riflettere: sulla creazione, sulla nostra vita, sul senso e sul significato di entrambe...

"Credere" è conoscere e capire.

(da:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

)

6.
Citazione:

(...)
Di fatto, se non si riconosce l'esistenza di Dio, la vita è puro non-senso, puro vuoto: l'unico esito possibile è un radicale "pessimismo cosmico", ma non tutti gli atei se ne rendono conto e sono coerenti in questo.

Non sono però d'accordo sull'ultima parte, che può valere per il cristianesimo, ma non per l'Islam: per noi musulmani non è questione di "fede cieca" (la quale piuttosto si richiede nei diversi "misteri della fede" cristiani, per definizione in-conoscibili e non comprendibili): la fede è accompagnata dall'intelletto, e dai segni.

Lo preciso perchè è un punto che sento spesso, ma è sbagliato ridurre l'Islam ad un mero fideismo "d'intuito", magari "sentimentale", "di trasporto", quando invece Dio nel Corano richiama moltissime volte a "comprendere", a "ragionare" sui Suoi segni nel creato, e così via.

Detto questo, grazie a Dio ti chiedi il senso della nostra vita.
E' un problema che oggigiorno molti nemmeno si pongono, limitandosi a perpetuare la routine quotidiana all'insegna di un vuoto "produci-consuma-crepa".
Chiedi a Dio di guidarti e farti comprendere, con sincerità d'intenzione, e Lui ti mostrerà la strada.

Pace su chi segue la Guida,
'umar andrea

(da:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

)

Ashhadu an la ilaha illa Allah, wa ashhadu anna Muhammadan Rasulu-Llah

'umar andrea

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Sufi Aqa
Amministratore - خادم
Amministratore - خادم


Registrato: 29/03/07 21:20
Messaggi: 14953
Residenza: Madhhab: Hanafi-Deobandi

MessaggioInviato: Dom Ott 26, 2008 9:02 pm    Oggetto: Rispondi citando

Ritornando alla prima domanda di Artemisia, ed in aggiunta a quanto già precedentemente ho scritto sulla questione dei miracoli in altre tradizioni religiose, ho trovato questa citazione di Maulana Ashraf `Ali Thanwi (Iddio illumini la sua tomba e gli dia Jannata-l-Firdaws).

---

Azioni soprannaturali
(tradotto da:
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

)

"La gente è generalmente impressionata dalla rivelazione di fatti legati alla sfera spirituale o ad eventi futuri. Niente di ciò è un'eccellenza religiosa.
Essere Musulmano e mentalmente sano non sono nemmeno requisiti per tali fenomeni.

Il kashf (ispirazione spirituale) accade persino a non-Musulmani e persone non mentalmente sane. Il kashf in generale è effetto di una capacità naturale in alcune persona, pure kuffar (non-musulmani), fussaq (aperto peccatore, trasgressore) e matti. Non è legato alla pietà.

La gente è affascinata da dimostrazioni meravigliose, e sviluppa velocemente la fede in una persona di kashf, ma molte di queste sono deviati e guidano gli altri lontano dalla verità.

L'unico criterio per distinguere Haqq e Batil (Verità ed falso) è l'obbedienza alla Shari`ah ed alla Sunnah, Una persona che non si conforma a questo standard non potrà mai essere un Wali ("Santo"), a prescindere dall'abbondanza di sue manifestazioni miracolosi ed avvenimenti di kashf".

(Maulana Ashraf Ali Thanvi)
(Da:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

)

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Blog in italiano:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Ottima applicazione per gli orari della preghiera:

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



L'ultima modifica di Sufi Aqa il Mer Mag 05, 2010 11:02 pm, modificato 2 volte
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Artemisia_1979
Affezionatissimo
Affezionatissimo


Registrato: 20/09/08 14:20
Messaggi: 91
Residenza: Calabria

MessaggioInviato: Dom Ott 26, 2008 10:36 pm    Oggetto: Rispondi citando

...

_________________
L'uomo non ha tessuto la trama della vita, è solo un filo. Qualunque cosa faccia alla trama, lo fa a se stesso. (Ted Perry, 1972)


L'ultima modifica di Artemisia_1979 il Sab Dic 26, 2009 12:14 pm, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Animali Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3  Successivo
Pagina 2 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 2.115