Indice del forum Informazioni sull'Islam
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso Dì, "Egli, Allah è Unico, Allah è l'Assoluto. Non ha generato, non è stato generato e nessuno è eguale a Lui". (Corano 112, 1-4)
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

Musulmani, crocefissi, presepi ed alberi di natale

 
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Islamofobia: bufale, repressione, terrorismo anti-islamico e propaganda
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Ads






Inviato: Ven Feb 23, 2018 2:06 am    Oggetto: Ads

Top
gualtiero
Matricola
Matricola


Registrato: 21/11/15 16:41
Messaggi: 10
Residenza: libero professionista

MessaggioInviato: Sab Nov 28, 2015 1:34 pm    Oggetto: Rispondi citando

da laico e non credente vorrei ugualmente fare una domanda : ma davvero agli Islamici moderati da fastidio la croce,il presepe, l'albero di natale che è oltretutto una usanza pagana ?..se si, ,lo spiegate perché ?
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
ric
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 05/02/14 22:17
Messaggi: 22

MessaggioInviato: Sab Nov 28, 2015 1:51 pm    Oggetto: Islam moderato Rispondi citando

gualtiero ha scritto:
da laico e non credente vorrei ugualmente fare una domanda : ma davvero agli Islamici moderati da fastidio la croce,il presepe, l'albero di natale che è oltretutto una usanza pagana ?..se si, ,lo spiegate perché ?


Non dovrebbe dare più fastidio ad un laico e non credente? Come lo spieghi?

_________________
سيبوا الغضب
سيبوا الالم
سيبوا السلاح
وتعالوا نعيش
تعالوا نعيش بسلام
مصرية
Top
Profilo Invia messaggio privato
gualtiero
Matricola
Matricola


Registrato: 21/11/15 16:41
Messaggi: 10
Residenza: libero professionista

MessaggioInviato: Sab Nov 28, 2015 7:33 pm    Oggetto: Re: Islam moderato Rispondi citando

ric ha scritto:
gualtiero ha scritto:
da laico e non credente vorrei ugualmente fare una domanda : ma davvero agli Islamici moderati da fastidio la croce,il presepe, l'albero di natale che è oltretutto una usanza pagana ?..se si, ,lo spiegate perché ?


Non dovrebbe dare più fastidio ad un laico e non credente? Come lo spieghi?
..semplice essendo laico lo spiego così :La parola laicità, in senso politico e sociale, denota la rivendicazione, da parte di un individuo o di una entità collettiva, dell'autonomia decisionale dal punto di vista universale e quindi senza distinzioni ( in questo caso dal punto di vista personale) rispetto a ogni condizionamento ideologico, morale o religioso altrui. In senso morale indica la ribellione dell'individuo all'autorità religiosa depositaria del diritto divino. Per questo motivo, a me come Laico non può darmi fastidio niente, al contrario non sarei equidistante e nemmeno autonomo nelle mie decisioni che invece dipenderebbero da un credo religioso che in questo caso non potrebbe riguardarmi o politico. Io credo che in Italia poche sono le persone che ne conoscono il concetto. Poi c'è anche un discorso democratico, e cioè il rispetto del volere di una maggioranza che, essendo Laico ed equidistante non può coinvolgermi ne darmi fastidio anzi. Aggiungo, che uno stato che si definisce laico non può permettersi di entrare in temi religiosi che non dovrebbero, visto il significato di Laicità riguardarlo.. se una maggioranza democratica vuole la croce o una mezzaluna su un muro, si rispetta la sua decisione e uno stato laico dovrebbe, di principio rispettare qualsiasi decisione di una maggioranza che e se non va contro la legge... se in una classe vogliono appendere la croce che la appendano. E nel momento in cui io direi che mi da fastidio, autorizzerei loro, per lo stesso mio diritto a dire che do fastidio io... e uno stato Laico, non può permettere che questo accada, non sarebbe ne equidistante ne equo. Quindi, rispettare il volere di una maggioranza se non va contro la legge... siamo in democrazia. E poerché, essere in democrazia e rispettarla dovrebbe darmi fastidio ?
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
ric
Frequentatore stabile
Frequentatore stabile


Registrato: 05/02/14 22:17
Messaggi: 22

MessaggioInviato: Sab Nov 28, 2015 8:02 pm    Oggetto: Re: Islam moderato Rispondi citando

gualtiero ha scritto:
ric ha scritto:
gualtiero ha scritto:
da laico e non credente vorrei ugualmente fare una domanda : ma davvero agli Islamici moderati da fastidio la croce,il presepe, l'albero di natale che è oltretutto una usanza pagana ?..se si, ,lo spiegate perché ?


Non dovrebbe dare più fastidio ad un laico e non credente? Come lo spieghi?
..semplice essendo laico lo spiego così :La parola laicità, in senso politico e sociale, denota la rivendicazione, da parte di un individuo o di una entità collettiva, dell'autonomia decisionale dal punto di vista universale e quindi senza distinzioni ( in questo caso dal punto di vista personale) rispetto a ogni condizionamento ideologico, morale o religioso altrui. In senso morale indica la ribellione dell'individuo all'autorità religiosa depositaria del diritto divino. Per questo motivo, a me come Laico non può darmi fastidio niente, al contrario non sarei equidistante e nemmeno autonomo nelle mie decisioni che invece dipenderebbero da un credo religioso che in questo caso non potrebbe riguardarmi o politico. Io credo che in Italia poche sono le persone che ne conoscono il concetto. Poi c'è anche un discorso democratico, e cioè il rispetto del volere di una maggioranza che, essendo Laico ed equidistante non può coinvolgermi ne darmi fastidio anzi. Aggiungo, che uno stato che si definisce laico non può permettersi di entrare in temi religiosi che non dovrebbero, visto il significato di Laicità riguardarlo.. se una maggioranza democratica vuole la croce o una mezzaluna su un muro, si rispetta la sua decisione e uno stato laico dovrebbe, di principio rispettare qualsiasi decisione di una maggioranza che e se non va contro la legge... se in una classe vogliono appendere la croce che la appendano. E nel momento in cui io direi che mi da fastidio, autorizzerei loro, per lo stesso mio diritto a dire che do fastidio io... e uno stato Laico, non può permettere che questo accada, non sarebbe ne equidistante ne equo. Quindi, rispettare il volere di una maggioranza se non va contro la legge... siamo in democrazia.


Pe quanto mi riguarda, e per motivi diversi e più semplici (forse tolleranza), non provo fastidio per quei simboli. Non so dove hai letto o sentito che ".. gli Islamici moderati (?)..." ne sono infastiditi. Saluti

_________________
سيبوا الغضب
سيبوا الالم
سيبوا السلاح
وتعالوا نعيش
تعالوا نعيش بسلام
مصرية
Top
Profilo Invia messaggio privato
gualtiero
Matricola
Matricola


Registrato: 21/11/15 16:41
Messaggi: 10
Residenza: libero professionista

MessaggioInviato: Sab Nov 28, 2015 8:10 pm    Oggetto: Re: Islam moderato Rispondi citando

ric ha scritto:
gualtiero ha scritto:
ric ha scritto:
gualtiero ha scritto:
da laico e non credente vorrei ugualmente fare una domanda : ma davvero agli Islamici moderati da fastidio la croce,il presepe, l'albero di natale che è oltretutto una usanza pagana ?..se si, ,lo spiegate perché ?


Non dovrebbe dare più fastidio ad un laico e non credente? Come lo spieghi?
..semplice essendo laico lo spiego così :La parola laicità, in senso politico e sociale, denota la rivendicazione, da parte di un individuo o di una entità collettiva, dell'autonomia decisionale dal punto di vista universale e quindi senza distinzioni ( in questo caso dal punto di vista personale) rispetto a ogni condizionamento ideologico, morale o religioso altrui. In senso morale indica la ribellione dell'individuo all'autorità religiosa depositaria del diritto divino. Per questo motivo, a me come Laico non può darmi fastidio niente, al contrario non sarei equidistante e nemmeno autonomo nelle mie decisioni che invece dipenderebbero da un credo religioso che in questo caso non potrebbe riguardarmi o politico. Io credo che in Italia poche sono le persone che ne conoscono il concetto. Poi c'è anche un discorso democratico, e cioè il rispetto del volere di una maggioranza che, essendo Laico ed equidistante non può coinvolgermi ne darmi fastidio anzi. Aggiungo, che uno stato che si definisce laico non può permettersi di entrare in temi religiosi che non dovrebbero, visto il significato di Laicità riguardarlo.. se una maggioranza democratica vuole la croce o una mezzaluna su un muro, si rispetta la sua decisione e uno stato laico dovrebbe, di principio rispettare qualsiasi decisione di una maggioranza che e se non va contro la legge... se in una classe vogliono appendere la croce che la appendano. E nel momento in cui io direi che mi da fastidio, autorizzerei loro, per lo stesso mio diritto a dire che do fastidio io... e uno stato Laico, non può permettere che questo accada, non sarebbe ne equidistante ne equo. Quindi, rispettare il volere di una maggioranza se non va contro la legge... siamo in democrazia.


Pe quanto mi riguarda, e per motivi diversi e più semplici (forse tolleranza), non provo fastidio per quei simboli. Non so dove hai letto o sentito che ".. gli Islamici moderati (?)..." ne sono infastiditi. Saluti
Ti ringrazio della risposta, ne ero certo; dove l'ho letto o ascoltato ? beh,lo stanno sostenendo molte insegnanti in molte scuole e/o politici che l'immagine di una croce, di un presepe da fastidio a chi è di religione Islamica, alla TV è un refrain continuo... e non credo proprio che a sostenere ste cose si aiuti l'integrazione anzi, penso proprio il contrario... Grazie ancora, saluti.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Hosh dar Dam
Utente Senior
Utente Senior


Registrato: 12/07/07 04:20
Messaggi: 652
Residenza: 27, Totano Road

MessaggioInviato: Dom Nov 29, 2015 10:39 pm    Oggetto: Rispondi citando

gualtiero ha scritto:
da laico e non credente vorrei ugualmente fare una domanda : ma davvero agli Islamici moderati da fastidio la croce,il presepe, l'albero di natale che è oltretutto una usanza pagana ?..se si, ,lo spiegate perché ?


Premesso che io sono semplicemente "Musulmano", tutta la storiella dei Musulmani offesi è un artefatto mediatico pretestuoso per fomentare l'islamofobia ed accentuare l'idea dei Musulmani che "vengono a casa nostra e vogliono dettar legge e distruggere le nostre tradizioni".

L'idea stessa dei Musulmani che si "offendono" - espressa in varie forme, la maggior parte delle quali bufale, come
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

(
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

;
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

) - è una cosa che non ha nemmeno senso: come Musulmano se vedo un simbolo di un'altra religione non è che mi "offendo", semplicemente non condivido le relative credenze e non partecipo in eventuali riti e costumi di altre religioni, ma che c'entra "offendersi"?

Mi offendo se mi insultano, non se fanno un albero di Natale.. Ma si dice così per fomentare l'idea dei Musulmani ultra-suscettibili, irritabili ed arroganti; è una trovata giornalistica molto di successo importata dalla stampa di altri paesi.

Altri thread/post in cui si è già discusso di (pseudo-)fatti simili:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



E qualche esempio di pseudo-fatti simili:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Nel merito della questione, comunque, come ha scritto Sufi Aqa in un altro post:

"Il fatto e' che la questione non riguarda i Musulmani "offesi" o meno, riguarda la natura dello Stato italiano.

O l'Italia e' un paese laico, ed allora non c'e' alcuna ragione per lo Stato esporre simboli cristiani in luoghi che sono stati dichiarati "estranei all'influenza religiosa".
O altrimenti che si dichiari un paese a religione di Stato cristiano-cattolica, in cui l'insegnamento della religione cattolica e' obbligatorio, simboli religiosi sono affissi nei "luoghi pubblici", etc.
Si dica a quali condizione i Musulmani possano o meno risiedervi, e ci regoleremo di conseguenza, senza piagnucolare o invocare "diritti umani". Ma almeno che dicano le cose chiaramente, con coerenza e senza ipocrisie, invece di essere "cattolici" a giorni pari, e "laici" a giorni dispari, in base a cosa convenga di piu' di volta in volta..


Come sempre il conflitto e' interno alla societa' "occidentale" ed ai suoi mille rivoli in continuo conflitto tra loro, ma che cercano di ricompattarsi nell'artificiosa "identita' occidentale" (che vuol dire praticamente tutto ed il contrario di tutto: dalle "radici giudaico-cristiane" (altro esempio di moderno collage di pezzi che hanno cozzato per secoli) ai matrimoni tra omosessuali) in funzione anti-islamica
".
[
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

]

_________________

Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



یک زمانہ صحبت با اولیاء
بہتر از صد سالہ طاعت بے ریا
Top
Profilo Invia messaggio privato
gualtiero
Matricola
Matricola


Registrato: 21/11/15 16:41
Messaggi: 10
Residenza: libero professionista

MessaggioInviato: Lun Nov 30, 2015 2:03 pm    Oggetto: Rispondi citando

Hosh dar Dam ha scritto:
gualtiero ha scritto:
da laico e non credente vorrei ugualmente fare una domanda : ma davvero agli Islamici moderati da fastidio la croce,il presepe, l'albero di natale che è oltretutto una usanza pagana ?..se si, ,lo spiegate perché ?


Premesso che io sono semplicemente "Musulmano", tutta la storiella dei Musulmani offesi è un artefatto mediatico pretestuoso per fomentare l'islamofobia ed accentuare l'idea dei Musulmani che "vengono a casa nostra e vogliono dettar legge e distruggere le nostre tradizioni".

L'idea stessa dei Musulmani che si "offendono" - espressa in varie forme, la maggior parte delle quali bufale, come
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

(
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

;
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

) - è una cosa che non ha nemmeno senso: come Musulmano se vedo un simbolo di un'altra religione non è che mi "offendo", semplicemente non condivido le relative credenze e non partecipo in eventuali riti e costumi di altre religioni, ma che c'entra "offendersi"?

Mi offendo se mi insultano, non se fanno un albero di Natale.. Ma si dice così per fomentare l'idea dei Musulmani ultra-suscettibili, irritabili ed arroganti; è una trovata giornalistica molto di successo importata dalla stampa di altri paesi.

Altri thread/post in cui si è già discusso di (pseudo-)fatti simili:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



E qualche esempio di pseudo-fatti simili:


Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.




Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.



Nel merito della questione, comunque, come ha scritto Sufi Aqa in un altro post:

"Il fatto e' che la questione non riguarda i Musulmani "offesi" o meno, riguarda la natura dello Stato italiano.

O l'Italia e' un paese laico, ed allora non c'e' alcuna ragione per lo Stato esporre simboli cristiani in luoghi che sono stati dichiarati "estranei all'influenza religiosa".
O altrimenti che si dichiari un paese a religione di Stato cristiano-cattolica, in cui l'insegnamento della religione cattolica e' obbligatorio, simboli religiosi sono affissi nei "luoghi pubblici", etc.
Si dica a quali condizione i Musulmani possano o meno risiedervi, e ci regoleremo di conseguenza, senza piagnucolare o invocare "diritti umani". Ma almeno che dicano le cose chiaramente, con coerenza e senza ipocrisie, invece di essere "cattolici" a giorni pari, e "laici" a giorni dispari, in base a cosa convenga di piu' di volta in volta..


Come sempre il conflitto e' interno alla societa' "occidentale" ed ai suoi mille rivoli in continuo conflitto tra loro, ma che cercano di ricompattarsi nell'artificiosa "identita' occidentale" (che vuol dire praticamente tutto ed il contrario di tutto: dalle "radici giudaico-cristiane" (altro esempio di moderno collage di pezzi che hanno cozzato per secoli) ai matrimoni tra omosessuali) in funzione anti-islamica
".
[
Solamente gli utenti registrati possono vedere link su questo forum!
Registrati oppure Autenticati su questo forum.

]
..la natura dello stato Italiano si basa su due principi, la laicità e la democrazia. La laicità è un comportamento in cui è sottolineato che lo stato, indipendentemente da qualsiasi credo religioso o ideologico legifera per la sicurezza dei suoi cittadini e lo fa in base ad un altro principio : la democrazia. Come bene sappiamo, in democrazia è il volere di una maggioranza che decide quali siano le leggi da applicare basandosi sulla costituzione. Di conseguenza, uno stato che si definisce laico è indipendente, e deve essere equidistante da qualsiasi credo religioso o ideologico nei confronti dei suoi cittadini per ogni decisione che prende ma sempre in base alla decisione di una democrazia e quindi di una maggioranza basandosi sulla costituzione. Questo, non impedisce a nessuna minoranza di esprimersi o di decidere per se ma sempre in base alle leggi da cui e a questo punto ne la stessa maggioranza anche se le ha dettate ne una minoranza possono esigere deleghe una volta decise e scritte sempre finché non verranno rimodificate ; e sempre per volere di una maggioranza. In una democrazia quindi, il volere è sempre della maggioranza e se, non esistono leggi che vietano di esporre un simbolo e non potrebbero esistere visto che nella nostra costituzione è contemplata la libera manifestazione religiosa è la maggioranza che decide quale esporre sempre se, non va contro la legge per motivi di sicurezza o ordine pubblico.Non c'è e non ci potrebbe essere nessuna legge che vieta di esporre un simbolo religioso in Italia visto che appendere un immagine od un simbolo , in uno stato laico non crea motivi per la sicurezza o all'ordine pubblico.Perciò, In democrazia, la maggioranza può esprimere liberamente il proprio credo religioso come qualsiasi minoranza ma, decidere cosa appendere su una parete visto che non è vietato e non potrebbe essere vietato. Cosa che ad un vero stato laico per quanto riguarda una qualsiasi religione non interessa vietare perché andrebbe contro la libertà di espressione religiosa comandata dalla costituzione e regolata dalle leggi solo per la pubblica sicurezza dei cittadini. In base a questo, in uno stato Laico se in una classe ci fossero 30 scolari di cui 20 musulmani e volessero appendere una fotografia del profeta alla parete nessuno lo potrebbe vietare. Equivale, in maggioranza e quindi
anche il contrario...( ribadisco il concetto, pochi conoscono il significato di laicità..molti i politici Italiani che non lo conoscono,altrettanto gli insegnanti..una marea i cittadini..purtroppo)
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
épater le bourgeois
Nuovo utente
Nuovo utente


Registrato: 19/11/15 10:13
Messaggi: 6

MessaggioInviato: Mar Dic 01, 2015 12:20 am    Oggetto: Rispondi citando

Gualtiero,dovresti spiegarlo ai francesi che secondo te la laicité funziona cosí,eppure sono loro che l'hanno inventata,e a quanto pare dalle loro leggi ne hanno un'idea molto differente!
Top
Profilo Invia messaggio privato
gualtiero
Matricola
Matricola


Registrato: 21/11/15 16:41
Messaggi: 10
Residenza: libero professionista

MessaggioInviato: Mar Dic 01, 2015 1:17 pm    Oggetto: Rispondi citando

épater le bourgeois ha scritto:
Gualtiero,dovresti spiegarlo ai francesi che secondo te la laicité funziona cosí,eppure sono loro che l'hanno inventata,e a quanto pare dalle loro leggi ne hanno un'idea molto differente!
..il concetto di laicità si dice sia iniziato anche se incompleto da una religione : il Cristianesimo... in particolare da una frase del Cristo " date a Cesare quel che è di Cesare e Date a Dio quel che è di Dio"..frase che si dice mirasse a separare il potere temporale e spirituale di una religione dal potere secolare delle ideologie e o filosofie politiche...l'Uno ( il potere temporale ) a governare solo lo spirito, l'altro ( quello secolare )a governare solo le faccende mondane ( la società) e quindi due aspetti "separati"liberi e non influenzabili : l'uno che riguarda solo la persona ( la religione, il credo privato) , l'altro la convivenza in una società comune ( la politica, le regole che governano la società comune) .. e che poi si sia sviluppato fino a perfezionarsi con l'illuminismo. Io credo, invece che la laicità abbia avuto inizio come la conosciamo e per come lo esposta grazie ai principi liberali di Locke ( che era Inglese )e quindi non dall'illuminismo...Son pareri.... per quanto riguarda la Francia, per i propri territori non fa altro che applicare regole già democraticamente predefinite in caso di bisogno di sicurezza per i propri cittadini. Il comportamento della Francia per i propri territori , più che dalla laicità dipende dalla democrazia. Per le azioni rivolte all'esterno eh beh, come non tutte le persone di religione Islamica sono terroristi, non tutti i democratici agiscono allo stesso modo... basterebbe che, le due parti si incontrassero e cominciassero a ragionare. Ma bisogna farlo in due..significa che Isis dovrebbe essere disposto a ragionare, idem la Francia... qui è la legge del taglione che prevale,non la ragione.. l'occhio per occhio quindi. Per farlo smettere bisogna essere in due a volerlo. Il "ad azione reazione vale per tutti" ma manca di ragione...e sia in un caso che nell'altro la paga l'onesto per disonesto se : non si è disposti a ragionare e ad usare la ragione in due. Basta che uno dei due non ragioni, per trascinare anche chi vorrebbe ragionare all'"occhio per occhio". C'è un detto che cita questo " contro la forza la ragion non vale".. quindi, o si ragiona in due, o si usa la forza per prevalere. Quale è meglio, secondo te ??? usare la forza, o ragionare ?.. e quando si usa la forza , così come la ragione il merito, o il demerito, è sempre da dividere in parti uguali...sempre... indipendentemente da chi inizia o ha cominciato per primo, la regole è : te smetti, io smetto...te continui, io continuo ad aver torto, ma in due... ti sembra edificante ?..o è meglio ragionare e smetterla, in due ??....
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
gualtiero
Matricola
Matricola


Registrato: 21/11/15 16:41
Messaggi: 10
Residenza: libero professionista

MessaggioInviato: Mar Dic 01, 2015 2:02 pm    Oggetto: Rispondi citando

gualtiero ha scritto:
épater le bourgeois ha scritto:
Gualtiero,dovresti spiegarlo ai francesi che secondo te la laicité funziona cosí,eppure sono loro che l'hanno inventata,e a quanto pare dalle loro leggi ne hanno un'idea molto differente!
..il concetto di laicità si dice sia iniziato anche se incompleto da una religione : il Cristianesimo... in particolare da una frase del Cristo " date a Cesare quel che è di Cesare e Date a Dio quel che è di Dio"..frase che si dice mirasse a separare il potere temporale e spirituale di una religione dal potere secolare delle ideologie e o filosofie politiche...l'Uno ( il potere temporale ) a governare solo lo spirito, l'altro ( quello secolare )a governare solo le faccende mondane ( la società) e quindi due aspetti "separati"liberi e non influenzabili : l'uno che riguarda solo la persona ( la religione, il credo privato) , l'altro la convivenza in una società comune ( la politica, le regole che governano la società comune) .. e che poi si sia sviluppato fino a perfezionarsi con l'illuminismo. Io credo, invece che la laicità abbia avuto inizio come la conosciamo e per come lo esposta grazie ai principi liberali di Locke ( che era Inglese )e quindi non dall'illuminismo...Son pareri.... per quanto riguarda la Francia, per i propri territori non fa altro che applicare regole già democraticamente predefinite in caso di bisogno di sicurezza per i propri cittadini. Il comportamento della Francia per i propri territori , più che dalla laicità dipende dalla democrazia. Per le azioni rivolte all'esterno eh beh, come non tutte le persone di religione Islamica o di qualsiasi altra religione o credo sono terroristi, non tutti i democratici agiscono democraticamente allo stesso modo... basterebbe che, le due parti si incontrassero e cominciassero a ragionare. Ma bisogna farlo in due..significa che Isis dovrebbe essere disposto a ragionare, idem la Francia... qui è la legge del taglione che prevale,non la ragione.. l'occhio per occhio quindi. Per farlo smettere bisogna essere in due a volerlo. Il "ad azione reazione vale per tutti" ma manca di ragione...e sia in un caso che nell'altro la paga l'onesto per disonesto se : non si è disposti a ragionare e ad usare la ragione in due. Basta che uno dei due non ragioni, per trascinare anche chi vorrebbe ragionare all'"occhio per occhio". C'è un detto che cita questo " contro la forza la ragion non vale".. quindi, o si ragiona in due, o si usa la forza per prevalere. Quale è meglio, secondo te ??? usare la forza, o ragionare ?.. e quando si usa la forza , così come la ragione il merito, o il demerito, è sempre da dividere in parti uguali...sempre... indipendentemente da chi inizia o ha cominciato per primo, la regole è : te smetti, io smetto...te continui, io continuo ad aver torto, ma in due... ti sembra edificante ?..o è meglio ragionare e smetterla, in due ??....
...avere ragione con la forza della ragione non equivale ad avere ragione con la forza e per forza...e per ottenerla, bisogna essere disposti al dialogo.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Islamofobia: bufale, repressione, terrorismo anti-islamico e propaganda Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi
c d
e



Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group
phpbb.it

Abuse - Segnalazione abuso - Utilizzando questo sito si accettano le norme di TOS & Privacy.
Powered by forumup.it forum gratis free, crea il tuo forum gratis free ora! Created by Hyarbor & Qooqoa - Auto ICRA

Page generation time: 3.623